Tipress
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Più di 200 pazienti già in terapia intensiva
La nuova variante Omicron non è ancora stata rilevata in Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
3 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
6 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
VALLESE
8 ore
Il Vallese dice sì all'iniziativa per l'abbattimento facilitato dei grandi predatori
L'esito dello scrutinio non ha riservato sorprese, ma il margine di manovra del cantone è risicato
SVIZZERA
9 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
9 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
9 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
9 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
10 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
11 ore
In attesa del voto, «basta con le ostilità»
Grande successo per l'appello lanciato dalla Società svizzera di utilità pubblica settimana scorsa.
SVIZZERA
28.06.2020 - 17:300
Aggiornamento : 18:09

Per ora nessun obbligo delle mascherine su treni e bus

L'Ufficio federale della sanità pubblica non esclude però un'introduzione della misura in futuro

BERNA - Nonostante il numero crescente di nuove infezioni da coronavirus, le autorità svizzere si astengono per ora dal rendere obbligatorie le maschere nei trasporti pubblici. Mentre lo scorso lunedì sono stati registrati 18 nuovi casi, altri 69 sono stati segnalati ieri e 62 oggi.

All'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), il crescente numero di casi viene preso molto sul serio, ha detto oggi il portavoce Yann Hulmann all'agenzia di stampa Keystone-ATS. Le norme di protezione più importanti rimangono l'igiene e il mantenimento delle distanze.

«Attualmente l'UFSP mantiene la pressante raccomandazione di indossare una mascherina sui mezzi pubblici quando ci sono molte persone e la distanza non può essere mantenuta. Tuttavia, non è esclusa la possibilità di un (futuro) obbligo», ha precisato Hulmann.

Una discussione fra Berna e i Cantoni - Secondo Lukas Engelberger, presidente dei Direttori cantonali della sanità (CDS), la mascherina è ancora poco utilizzata sui mezzi pubblici. Ma la consapevolezza sta crescendo, ha detto in un'intervista al domenicale "Sonntagsblick". I cantoni - nota - potrebbero ordinarne l'uso, ma ciò deve essere discusso con l'UFSP e sarebbe legato a un inasprimento della situazione.

Anche Matthias Egger, capo della Task Force Covid-19 della Confederazione, guarda con preoccupazione l'evoluzione delle cifre. Il tasso di riproduzione del contagio noto come R0 (ossia il numero medio di nuove infezioni originate da un singolo individuo nel suo periodo di infettività) è 1,28 e ciò significa che il virus Sars-CoV-2 si sta diffondendo ulteriormente, ha detto Egger alla radio-TV svizzero-tedesca SRF.

Più test, nessun focolaio - Il cosiddetto numero di riproduzione di base attuale è però da ricondurre alle fasi di apertura precedenti, precisa Egger. Bisogna ancora vedere cosa porteranno i prossimi allentamenti. Per ora, malgrado un netto aumento del numero di test, non sono comunque stati rilevati focolai di infezione.

Lukas Engelberger è anche preoccupato per il turismo. «Non sappiamo come si svilupperà la situazione, quindi è necessaria ulteriore cautela». E i politici devono costantemente ricordare alla gente le misure igieniche. Per il ministro della Sanità Alain Berset, le vacanze in Svizzera sono attualmente una buona idea. «In questa situazione di incertezza non è certo una cattiva idea rimanere in Svizzera per le vacanze estive», ha detto Berset ieri alla Radio SRF.

Per quanto riguarda i viaggi, l'UFSP verifica se e quando sono necessarie misure sanitarie di confine. Trattandosi di una pandemia mondiale, il coordinamento tra gli Stati è importante, sottolinea Hulmann. Per la Svizzera, l'approccio degli Stati dell'UE nei confronti dei paesi terzi è particolarmente importante.

La discoteca di Zurigo - Quanto successo nel Canton Zurigo, dove si è verificato il primo caso di un "superspreader" (un individuo insolitamente contagioso), ha dimostrato l'imprevedibilità delle infezioni da nuovo coronavirus. Un uomo, che era ospite di un club, è risultato positivo al test Covid-19. E verosimilmente ha infettato altri cinque avventori risultati pure positivi, secondo quanto ha riferito ieri il Dipartimento cantonale della sanità. Il Servizio medico cantonale ha ordinato dieci giorni di quarantena ai circa 300 ospiti del club presenti la sera del 21 giugno.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
SO2 1 anno fa su tio
Orgoglioso come sempre del nostro UFSP! Perché adottare un comportamento che previene in maniera semplice il diffondersi del virus senza praticamente nessuna controindicazione?? Molto meglio aspettare che scappino di nuovo i morti per poi ricorrere a misure draconiane un altra volta....anche all UFSP dovrebbero fare delle analisi, ma delle urine e dei capelli...
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Peccato, sarebbe necessario
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Sono pochissimi che mettono le mascherine,
Brega84 1 anno fa su tio
Mi dispiace per chi deve prendere i mezzi pubblici! Ma cmq aspettiamoci i 1000 casi al giorno tanto manca poco....
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Cosa aspettano? Un `altra pandemia?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-28 21:43:37 | 91.208.130.85