Facebook - @Lara Comi
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 min
Conti, legittima difesa e volti coperti: torna in aula il Gran Consiglio
BELLINZONA
13 min
AET e AEM siglano un accordo di collaborazione
CANTONE
1 ora
Annata record di funghi e di... multe: trentatré finora
CANTONE
9 ore
Ticino Film Commission, «indotti milionari a favore di chi?»
CANTONE
11 ore
La "Tetris Challenge" mania arriva in Ticino
LUGANO
13 ore
Il giorno dopo la manifestazione: «L’autogestione? Una realtà viva»
LUGANO
15 ore
A Lugano una notte tropicale da record
SONOGNO
16 ore
Un Pentathlon del boscaiolo baciato dal sole
CANTONE
16 ore
Tom Ford Distribution, «che dazi si applicano sui tessuti in Ticino?»
LOCARNO
17 ore
Un'auto ed un quad si scontrano nella rotonda dell'aeroporto, un ferito
CANTONE
19 ore
Edifici industriali dismessi: «I sussidi non bastano»
LUGANO
20 ore
La manifestazione dei molinari si è svolta «in maniera prevalentemente pacifica»
LUGANO
22 ore
Porte aperte all'aeroporto, tutti col naso all'insù
MASSAGNO
1 gior
È partito "Percorsi consigliati casa-scuola"
VEZIA
1 gior
I Giochi tradizionali svizzeri alla Tenuta Bally
CONFINE
09.05.2019 - 16:400
Aggiornamento : 18:57

Tangenti, nel mirino anche una società riconducibile a Lara Comi

Si indaga su «contratti di consulenza» ottenuti, attraverso Gioacchino Caianiello da una società dell'eurodeputata. Che nega qualsiasi coinvolgimento

VARESE - I pubblici ministeri di Milano stanno indagando su «contratti di consulenza» ottenuti, attraverso Gioacchino Caianiello, ex coordinatore di Forza Italia a Varese e ritenuto il "burattinaio" di un presunto sistema corruttivo emerso con gli arresti di martedì, da «una società riconducibile a Lara Comi», eurodeputata e coordinatrice provinciale di Forza Italia di Varese.

Lo si legge nella richiesta di custodia cautelare dei pubblici ministeri della Divisione distrettuale antimafia (Dda) milanese.

«La mia società non ha niente a che vedere con l'inchiesta» - «Nel bel mezzo della mia campagna elettorale per le prossime elezioni europee leggo con stupore che un dispaccio di agenzia pubblica col condizionale la notizia del presunto coinvolgimento nella nota inchiesta in corso di una 'società riconducibile a Lara Comi' e di una 'società di Lara Comi' asserita destinataria di consulenze oggetto di indagine», replica intanto l'europarlamentare.

«Devo infatti precisare - aggiunge - che l'unica mia società di comunicazione è la Premium Consulting regolarmente denunciata all'interno della Dichiarazione di interessi finanziari dei deputati lettera D), a norma del Regolamento del Parlamento europeo e consultabile pubblicamente sulla pagina web del Parlamento europeo all'interno della voce 'dichiarazioni' presente sulla mia scheda di deputato. Tale società - conclude - non ha nulla a che spartire con le consulenze sotto inchiesta e non ve ne è nessun'altra a me riconducibile».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 07:13:01 | 91.208.130.89