Cerca e trova immobili

LUGANO«Vogliamo portare un messaggio di benvenuto a tutti i richiedenti l'asilo»

19.12.22 - 09:53
Anche quest'anno l'iniziativa "Lugano Dona" animerà i centri di accoglienza di tutto il Cantone con un regalo per ogni ospite.
Global Shapers Lugano
«Vogliamo portare un messaggio di benvenuto a tutti i richiedenti l'asilo»
Anche quest'anno l'iniziativa "Lugano Dona" animerà i centri di accoglienza di tutto il Cantone con un regalo per ogni ospite.

LUGANO - Biglietti d’auguri, indumenti, regali e pacchetti. «Vogliamo portare un messaggio di benvenuto a tutti i richiedenti l'asilo ospitati in Ticino», ci spiega Mirco De Savelli, promotore dell’iniziativa “Lugano Dona”. 

Un gesto di solidarietà natalizia - Un gesto natalizio per esprimere la solidarietà verso i nostri ospiti e soprattutto un’occasione per ricordare loro che in Ticino sono benvenuti. L’evento, organizzato dal gruppo Global Shapers Lugano, è giunto alla sua terza edizione. «La nostra organizzazione è stata fondata dal Forum di Davos con un duplice obiettivo: portare la voce dei giovani al Forum e aiutare i gruppi di ragazzi a sviluppare progetti con un impatto locale. In questo contesto rientra l’iniziativa “Lugano Dona”. È un’organizzazione presente in tutto il mondo con più di 500 sezioni regionali», sottolinea De Savelli.

Un progetto su scala nazionale - L’azione natalizia rientra in un contesto più ampio. «È un progetto su scala nazionale, che si chiama "Switzerland gives". La prima edizione è stata organizzata a Zurigo, dopo il successo dell'iniziativa il progetto è stato esportato anche in altre regioni della Svizzera. Dove sono stati confermati i buoni risultati». 

Più di 300 pacchi - Nello specifico, quest’anno saranno i centri d’accoglienza di Cadro, Paradiso, Locarno e Castione, a beneficiare del progetto. «Abbiamo organizzato più di 300 pacchi regali. Questa mattina ci siamo trovati con i volontari per smistare tutto il materiale che abbiamo raccolto. La consegna avverrà però in settimana. Ci stiamo coordinando con i vari centri per organizzare la consegna». Specificità dell'iniziativa: la personalizzazione di ogni messaggio di auguri e di benvenuto. «È un aspetto a cui teniamo molto. Non prepariamo solo il materiale, ma vogliamo aggiungere qualcosa di personale».

Un gruppo di una decina di volontari giovani, motivati e ambiziosi. «Non ci siamo fermati neanche durante la pandemia. Anzi, in un momento così difficile il nostro aiuto si è rivelato forse anche più prezioso». De Savelli lancia l’appello per le future reclute. «Siamo sempre alla ricerca di nuovi giovani volontari motivati a lasciare un segno», ha concluso De Savelli.

COMMENTI
 

Lina 1 anno fa su tio
Abbiamo aiutato alla gente di Donbass? Soni loro che sotto gli bombardamenti da inizio di 2014! Loro vivono senza l'acqua (che da Ukraina bloccato) , senza elettricità , lunghi 9 anni fino oggi. Nessuno dice questo , e che adesso più di 30 bombardamenti al giorno con armi , che manda: eu e ua anche usa . Poi le foto di disastri pubblicano com'è se fossero russi bombardato resto della ukraina . Russi distruggono infrastruttura e non abitazioni. Noi aiutiamo alla gente che non hanno mai sentito un sparò da parte ovest. Loro tutti in eu ma loro appartamenti affitano ai prezzi europei. Puro doppio guadagno. Più - quasi tutti hanno un lavoro online , che nascondono . Bisognia aiutare filtrando ,a chi veramente ha perso loro abitazione.

Evry 1 anno fa su tio
Aiutiamo le NOSTRE PERSONE BISOGNOSE e non i falsi richiedenti d'asilo in sella alle auto di lusso !! Vergogna

Emib5 1 anno fa su tio
Risposta a Evry
Grazie mille per l'informazione, non sapevo che le auto di lusso avessero la sella!

Uram 1 anno fa su tio
aiutare le persone bisognose si ma i delinquenti possono stare nella loro m.... via da qui sono anch'io straniera ma faccio di tutto per stare in regola e non vado in giro a rubare o disturbare o rovinare il paese che mi ha accolta dandomi lavoro e da mangiare buone feste a tutti e via i delinquenti sbattuti fuori!!!!

Tiki8855 1 anno fa su tio
Sempre più ipocrisia....

Mirschwizer 1 anno fa su tio
Complimenti ... I nostri possono morire di fame 🤬🤬🤬🤬

merlux 1 anno fa su tio
Risposta a Mirschwizer
Potresti dare una mano anche tu con del volontariato, anche per i nostri, come scrivi tu. Buone feste, ti auguro una giornata con almeno un sorriso.

Isone 1 anno fa su tio
Risposta a merlux
Il volontariato può permetterselo di farlo chi ha tempo che gli resta. Coloro che lavorano al 100%, si fanno quasi due ore al giorno di trasferta, tornano a casa la sera dalla famiglia e devono ancora occuparsi dei figli che sono a scuola, per non parlare poi di tutte le attività che ruotano attrono alla vita famigliare, di tempo per fare il volontariato non gliene resta. E comunque sì, questi articoli fanno girare le sfere ad elica, poichè i richiedenti l'asilo in vacanza permanente in Svizzera, a spese dei contribuenti, ricevono solidarietà non solo a Natale, ma TUTTO l'anno.

merlux 1 anno fa su tio
Risposta a Isone
Beh, almeno hanno una famiglia di cui occuparsi e un'attività che gli da il pane. Buona parte di questi richiedenti non hanno niente di tutto questo. Scappano da situazioni in cui la loro vita, come quella dei loro famigliare è con buona probabilità in pericolo (lo dice la legge sull'asilo, nello specifico l'art. 3). Spero tu possa ritrovare un po' di ottimismo. Oppure se ti può dare più soddisfazione: puoi prendertela con il mio commento :), in ogni modo buone feste.

Barbiere 1 anno fa su tio
Risposta a Isone
👍🏻👍🏻👍🏻👍🏻

In dua a nem a finii 1 anno fa su tio
Il benvenuto glielo diamo tutto i giorni 24h su 24h .... E tutto l'anno. Questi articoli fanno girare .....

merlux 1 anno fa su tio
Risposta a In dua a nem a finii
Magari partecipando a del volontariato, vedere certe situazioni che ci sono in tutto il mondo, da noi come all'estero, si eviterebbe un bel po' di odio inutile, per di più verso delle persone che vogliono fare qualcosa di utile e prezioso. Buone feste, che il tempo trascorso con i tuoi cari durante questo periodo possa mitigare le tue preoccupazioni.
NOTIZIE PIÙ LETTE