Keystone
+29
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
HCL/HCAP
1 ora
Ginevra è dolcissima per McSorley, weekend amaro per l'HCAP
Il fine settimana he regalato tre punti al Lugano, nessuno all'Ambrì.
SERIE A
10 ore
Anche un Milan in emergenza ferma la Juve
Rebic risponde a Morata: i bianconeri restano a secco di vittorie dopo quattro giornate.
SERIE A
13 ore
Questa volta Mourinho mastica amaro
Al Bentegodi partita pazza, vinta dai veneti di Tudor 3-2. Pari della Lazio 2-2 con il Cagliari
COPPA SVIZZERA
13 ore
Ottavi di Coppa: sorteggio sfortunato per le ticinesi
Le sfide si disputeranno a fine ottobre
COPPA SVIZZERA
15 ore
Gioia Chiasso: i momò volano negli ottavi
La compagine rossoblù ha liquidato il Porrentruy con il punteggio di 3-0.
CICLISMO
16 ore
Niente podio per gli svizzeri: il campione è Ganna
Il ciclista italiano si è confermato il più veloce nella prova a cronometro davanti a Wout van Aert e Remco Evenepoel.
MOTO E
16 ore
Incubo Aegerter, campione del mondo per (soli) 10 minuti
L'elvetico ha conquistato la gara ma è stato penalizzato per aver buttato a terra Jordi Torres e ha perso il Mondiale.
MOTOMONDIALE
18 ore
A Misano gode l'Italia: Bagnaia doma Quartararo
In Moto 2 vittoria di Fernandez e 11esimo posto di Tom Lüthi. In Moto3 tripletta azzurra con Foggia, Antonelli e Migno.
CICLISMO
18 ore
Tony Martin appende la bicicletta al chiodo
Il 36enne abbandonerà le competizioni al termine dei Mondiali, in corso di svolgimento nelle Fiandre, in Belgio.
CARNET NOIR
19 ore
Addio bomber: si è spento il più grande goleador del campionato inglese
Con Tottenham (cinque) e Chelsea (una), Jimmy Greaves si è laureato per sei volte capocannoniere stagionale.
LIGUE 1
21 ore
Donnarumma, il PSG lo snobba (per ora)
Fin qui il portiere italiano ha giocato una sola gara con i parigini.
NATIONAL LEAGUE
22 ore
Carica alla testa: squalificato Loosli
L'attaccante del Langnau è stato sanzionato per un duro intervento ai danni di Yannick Weber.
L'OSPITE - ARNO ROSSINI
08.05.2019 - 07:000
Aggiornamento : 13:35

Milan molle, Maldini in vacanza e la "cazziata" in calabrese, «Ma Bakayoko ha capito tutto»

Vittorie sofferte, una classifica ancora deficitaria e tanti casi aperti: che caos al Milan. Arno Rossini: «Faccio io una domanda: chi comanda in rossonero?»

MILANO (Italia) - Primo tempo di un match da vincere a tutti i costi. Il mister ordina un cambio, il giocatore in panca non è reattivo e... la situazione precipita. L'allenatore sceglie infatti di mandare in campo un altro elemento e così il primo sollecitato si offende. Fa il broncio. E regala "vaffa" gratuiti alle telecamere.

Questa è - a grandi linee - la ricostruzione di quanto capitato lunedì a San Siro, della querelle tra Rino Gattuso e Tiémoué Bakayoko. Tra i due c'era già tensione da qualche tempo, da quando il centrocampista si era presentato in enorme ritardo a un allenamento e aveva così "provocato" il ritiro di cinque giorni imposto a tutta la squadra. Il malinteso - se così volete chiamarlo - contro il Bologna è stato dunque solo una scintilla, che ha provocato un incendio.

«La reazione di Bakayoko è stata plateale e spropositata - ha sottolineato Arno Rossini - Non ci sono scuse che giustifichino il comportamento del francese».

Eppure qualcosa che alleggerisca la sua posizione deve esserci: il momento, la tensione, i litigi precedenti... il "vaffa" non è comprensibile?
«Sì, può assolutamente esserlo. Visto però - appunto - la situazione, il giocatore avrebbe dovuto trattenersi. Con quella scenata ha invece reso ancor più caldo l'ambiente in casa rossonera».

Gattuso come l'ha presa, secondo te?
«Lo ha aspettato nello spogliatoio - ha aggiunto Arno con una risata - Scherzi a parte, per Rino il gruppo è qualcosa di sacro. Quel rifiuto è per lui stato una pugnalata».

Hai lavorato qualche mese fianco a fianco con il tecnico rossonero. Come pensi sia andato il faccia a faccia?
«Bakayoko mi sembra grosso. Nonostante ciò il primo round lo ha di certo vinto Gattuso. Ci sarà stato uno scontro verbale, Rino avrà parlato in calabrese strettissimo... ma sono sicuro: il francese ha capito tutto. Uno scontro fisico? Non è detto che il mister non l'abbia cercato».

Tenuto conto della tensione accumulata e delle ultime mancanze del centrocampista, il club non avrebbe potuto prevenire?
«Una società seria, strutturata e presente, lo avrebbe di certo fatto. Al momento il Milan non mi sembra tutto ciò».

Leonardo e Maldini non hanno l'esperienza per capire?
«Sono uomini di calcio, ma quanto rappresentano il club?».

Hanno ruoli ufficiali.
«Faccio io una domanda: chi comanda al Milan? C'è Scaroni presidente, la proprietà è straniera... La realtà è che in rossonero non c'è un uomo forte, un uomo alla Galliani, per intenderci. E questo i giocatori lo sentono. E ne approfittano».

Con un dirigente di peso, uno in grado di alzare la voce e stracciare i contratti da un giorno all'altro, la situazione sarebbe stata diversa?
«Non ci sono dubbi. Quando si parla di polso si intende proprio questo. Il mister è sempre l'anello debole. La sua figura deve essere supportata e difesa da chi comanda. Quando non è così - o chi deve prendere le decisioni non si mostra fermo e autorevole - ecco che, nelle difficoltà, la situazione precipita».

All'inizio della scorsa settimana Maldini è stato visto a Ibiza.
«Proprio di questo parlo. Di opportunità. Pensate che, con la Champions da conquistare, Galliani sarebbe andato in vacanza? Il buon Paolo è stato una bandiera del Milan. Se però, dopo le sue oltre 900 presenze in rossonero, per anni nessuno gli ha offerto un posto in società, qualche motivo ci sarà pure stato...».

Il Diavolo non tornerà quindi a vincere finché non avrà una dirigenza solida?
«Chi c'è dovrà imparare in fretta un mestiere non facile, nel quale l'esperienza è fondamentale ma anche il carattere vale molto».

Fino ad allora Gattuso...
«Prendete una sua foto di un paio di anni fa e una di adesso e confrontatele. È invecchiato di colpo. È tirato. Sente la pressione. Ma è normale, visto che ogni giorno gli piazzano un paio di allenatori diversi in panchina. Sta soffrendo. Da professionista e da milanista».

CALCIO: Risultati e classifiche

KEYSTONE/EPA (Daniel Dal Zennaro)
Guarda tutte le 33 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 09:19:38 | 91.208.130.89