KEYSTONE/AP (Luca Bruno)
SERIE A
01.04.2019 - 07:010
Aggiornamento : 13:46

Spalletti, nuove bordate su Icardi: «Non fa la differenza»

Il tecnico dell'Inter è tornato sulla querelle con l'attaccante: «Gli eventi sono sotto gli occhi di tutti: è umiliante fare trattative. Mauro non è CR7 o Messi»

MILANO (Italia) - In casa Inter il clima non è certo dei più sereni. Dopo il ko interno con la Lazio - dove i nerazzurri, "spuntati", sono stati sconfitti 1-0 - l'ambiente è nuovamente scosso anche dalle vicende (e dalle parole...) legate a Mauro Icardi. 

Se la telenovela sembrava ormai finita col ritorno in gruppo dell'argentino dopo la nota frattura con tutto l’ambiente, la non convocazione per il match coi biancocelesti aveva fatto rumore e sorpreso un po' tutti. Mister Spalletti, dopo il rovescio con la Lazio, è stato (inevitabilmente) sollecitato sull'argomento.

Il tecnico, anche in questo caso, non ha usato parole al miele per l'attaccante... «Icardi almeno in panchina? Questo argomento fa divertire voi. A mio avviso, per come si è comportato, deve stare fuori: devono giocare gli altri... - ha commentato Spalletti in un'intervista riportata dalla Gazzetta dello Sport - Poteva giocare 10'? No, poteva giocare anche un tempo... ma all'interno di un gruppo bisogna avere credibilità, io ce l'ho da 22 anni. Gli eventi sono sotto gli occhi di tutti. Non è che senza Icardi l'Inter non va in Champions: Mauro è qui da anni, quante volte l'Inter ci è andata? Mediare con un giocatore per farlo giocare e fargli vestire la maglia dell'Inter è umiliante».

Icardi, ormai ex capitano, in campo ha però spesso fatto la differenza... «Differenza? La differenza la fanno CR7 e Messi, non Icardi. La vera forza della squadra è la disciplina e la professionalità. Ricordo che abbiamo perso partite anche con Mauro in campo...».

CALCIO: Risultati e classifiche

KEYSTONE/EPA (MATTEO BAZZI)
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-04 20:38:40 | 91.208.130.85