Noemi Cappello, alias Noe, 19 anni.
ULTIME NOTIZIE People
CONFINE
30.07.2019 - 06:010

Noe: «La musica è sempre stata il mio rifugio»

Noe ha 19 anni e poco più di due settimane fa ha pubblicato il suo primo singolo, co-prodotto da Big Fish ed Exynos, dal titolo “Incancellabile”, con tanto di videoclip

LUINO - Noe, ovvero la giovane luinese Noemi Cappello, all’inizio di giugno ha trionfato all’Aw Lab Is Me Music Edition, contest canoro a cui hanno preso parte oltre 2000 aspiranti cantanti e dove in giuria sedevano, tra gli altri, Jake La Furia e Chadia Rodriguez. 

Con la vittoria Noe si è aggiudicata una base musicale prodotta dall’ex Sottotono Big Fish e la distribuzione da parte di Sony Music Italia del conseguente singolo. Conosciamo meglio la 19enne - che, tra l’altro, sta svolgendo un’apprendistato di commercio a Caslano - e vediamo come ha preso forma la canzone, il cui video (GUARDA), per di più, in rete ha già collezionato oltre 110mila visualizzazioni.

Noemi, raccontami in quale modo sei arrivata alla musica, al canto. Una passione di famiglia?

«Amo la musica fin da quando ero bambina, come mio padre. Le sette note sono sempre state il mio rifugio, e ho capito subito che mi appartenevano».

Con quali cantanti sei cresciuta? 

«Diciamo che ascolto un po’ di tutto, perché amo la musica a trecentosessanta gradi… Qualche nome, in particolare? Ariana Grande, Rihanna, Alicia Keys, così come Ultimo e Salmo».

Come ha preso forma “Incancellabile”, in cui troviamo, tra l’altro, il featuring del giovane rapper Jeik?

«La canzone è nata una sera in cui ero a casa da sola... Dopodiché, ho chiamato Exynos, il mio produttore, e, insieme, abbiamo iniziato a lavorarci».

È tuo il testo? 

«Io ho scritto le mie parti e Jeik la sua strofa».

Nei versi dici che hai «una collezione di sbagli e di guai»: vuoi citarne un paio?

«È un discorso generico… Come dire… Una relazione, ad esempio, è fatta di alti e bassi. E malgrado la stessa sia piena di sbagli, si resta comunque legati...».

La canzone conta la produzione di Big Fish e la distribuzione di Sony: un'esperienza importante. Vuoi descriverla, in breve?

«Un’esperienza bellissima e soprattutto inaspettata. Dopo la vittoria del contest, sono stata in studio con Big Fish, che ha rielaborato la base. Trovo ogni suo lavoro impeccabile, è un ottimo produttore».

E del videoclip, che vuoi dirmi? Dove, quando e da chi è stato girato?

«È stato girato a Milano, ai Big Motion Studios, pochi giorni dopo la vittoria del contest. È stato messo a punto con l’agenzia Golab e diretto da Marco Puccini».

In due settimane dalla pubblicazione, il clip ha oltrepassato le 110mila visualizzazioni: te lo aspettavi?

«No, e soprattutto non me ne aspettavo così tante in così poco tempo… Sono molto contenta del risultato!». 

Questa tua prima canzone è l'antipasto di un lavoro discografico più ampio? 

«Si, sto lavorando al mio primo ep. Per settembre uscirà il prossimo singolo e qualche mese dopo il lavoro completo».

Sei di Luino, ma stai svolgendo un apprendistato a Caslano: che rapporto hai con la Svizzera italiana?

«Ottimo, direi. Mi trovo molto bene».

Hai già presentato la canzone in dimensione live?

«Si, ma nella prima versione. L’ho cantata alla finale del contest».

È prevista una data nella Svizzera italiana?

«Per il momento no, ma spero proprio di potermi esibire anche lì». 

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 05:01:22 | 91.208.130.89