ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
1 ora
Brexit: primo "sì" dell'Europarlamento all'accordo
L'intesa è stata approvata dalla commissione affari costituzionali. La palla passa ora alla plenaria
MYANMAR
2 ore
L'Onu ordina «misure urgenti» in difesa dei Rohingya
a decisione è stata presa all'unanimità, nell'ambito della causa avviata dal Gambia contro il paese del sudest asiatico
ITALIA
2 ore
Ercolano, trovati i resti del cervello di una vittima dell’eruzione del 79 d.C.
L'eccezionale scoperta è stata pubblicata sul New England Journal of Medicine. I frammenti furono rinvenuti inizialmente negli anni '60
REGNO UNITO / FRANCIA
2 ore
Il virus cinese verso l'Europa: quattro casi sospetti in Scozia e uno in Italia
Se fossero confermati, sarebbero i primi nel nostro continente. Due pazienti risultati negativi in Francia: «Ogni Paese europeo è a rischio»
MESSICO
3 ore
Carovana dei migranti: in più di mille entrano in Messico
Hanno approfittato del basso livello delle acque del Rio Suchiate. Si dicono decisi ad arrivare negli Stati Uniti
MONDO
3 ore
La Somalia è il paese più corrotto al mondo
Nella classifica si è piazzata all’ultimo posto su 180 nazioni. La Svizzera invece appena giù dal podio
ITALIA
5 ore
Prendeva a pugni persone a caso: arrestato senzatetto nato in Svizzera
Il 48enne è ritenuto colpevole di una serie di aggressioni avvenute a Milano negli ultimi anni
TURCHIA
6 ore
Sputò sulla pizza: fattorino rischia 18 anni di carcere
A incastrarlo sono state le telecamere di sicurezza del palazzo in cui l'ha consegnata. L'accusa è di avvelenamento
ITALIA
07.05.2019 - 09:030
Aggiornamento : 13:54

Tangenti in Lombardia: arrestati diversi esponenti di Forza Italia

Tra loro un candidato alle Europee e un sottosegretario regionale. "Proposta indecente" al governatore Attilio Fontana

MILANO - I carabinieri di Monza e la Guardia di finanza di Varese stanno eseguendo in Lombardia e Piemonte 43 ordinanze di custodia cautelare, di cui 12 in carcere, nell'ambito di un'inchiesta coordinata dalla Divisione distrettuale antimafia milanese su due gruppi criminali operativi tra Milano e Varese costituiti da esponenti politici, amministratori pubblici e imprenditori.

Tutti sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere aggravata dall'aver favorito un'associazione di tipo mafioso, corruzione e turbata libertà degli incanti, finalizzati alla spartizione e all'aggiudicazione di appalti pubblici.

Come riporta il Corriere della Sera, tra i fermati ci sono il consigliere comunale di Milano Pietro Tatarella - candidato alle Europee per Forza Italia  e accusato di associazione a delinquere - e il forzista Fabio Altitonante, sottosegretario con delega alla Rigenerazione e sviluppo area Expo della Regione Lombardia, cui viene contestata la corruzione.

In manette per associazione a delinquere e istigazione alla corruzione anche l'ex coordinatore provinciale di Forza Italia di Varese, Gioacchino Caianiello. Nel marzo 2018 avrebbe proposto al presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana (Lega) di assegnare il settore formazione della Regione al direttore dell'Afol-Agenzia metropolitana per il lavoro - il consigliere regionale forzista uscente Luca Marsico - dietro assegnazione di consulenze all'avvocato socio dello studio legale di Fontana. Quest'ultimo non ha denunciato l'accaduto, ma non risulta indagato come concorrente nella corruzione, è anzi citato come «parte offesa».

Richiesta alla Camera dei Deputati anche l'autorizzazione all'arresto del parlamentare forzista novarese Diego Sozzani, accusato di finanziamento illecito.

«Valutiamo la posizione di Fontana» - «Sull'episodio contestato nell'ordinanza di custodia cautelare emessa oggi il governatore lombardo Attilio Fontana è parte offesa. È in corso di valutazione la posizione del governatore sull'episodio relativo all'incarico ottenuto in Regione dal suo socio di studio, Luca Marsico». Lo ha detto il procuratore di Milano Francesco Greco durante la conferenza stampa sugli arresti di oggi.

Il MoVimento 5 stelle: «Fatti gravissimi, ma non siamo sorpresi» - «Come Movimento 5 stelle siamo turbati nel leggere i fatti gravissimi riportati questa mattina. Avremmo molto da dire ma alla fine, anche per eleganza, ci limiteremo a dire che non siamo affatto sorpresi. Sono anni che denunciamo l'influenza di alcune figure in questa provincia. Ringraziamo la Guardia di Finanza di Varese e i Carabinieri di Monza per l'imponente lavoro svolto. Sono il nostro orgoglio. Con oggi cade il velo del grande inganno, i cittadini sanno ora con chi hanno a che fare». Così il deputato Niccolò Invidia del Movimento 5 Stelle in una nota stampa a riguardo degli odierni arresti di noti esponenti politici della provincia di Varese. 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-23 19:21:55 | 91.208.130.85