ARCHIVIO KEYSTONE
Prada dice basta alle pellicce.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
GERMANIA
49 min
Hanno arrestato uno degli attentatori del Bataclan a Dresda
GIAPPONE
1 ora
Renault-Nissan: la struttura azionaria non si cambia
GERMANIA
1 ora
Omicidio Lübcke, due nuovi fermi
GERMANIA
1 ora
Angela Merkel nuovamente scossa da tremori
CINA
2 ore
Hong Kong, la sede della polizia sotto assedio per sei ore
ITALIA
3 ore
La Sea Watch è ancora ferma davanti al porto di Lampedusa
STATI UNITI
4 ore
Al via la corsa dei democratici: sorprende Castro, delude Beto
ITALIA
5 ore
Christo e il lago d'Iseo: c'eravamo tanto amati
ITALIA
13 ore
Sea Watch arriva a Lampedusa. Salvini: «Non sbarca nessuno»
AUSTRIA
14 ore
Crollo a Vienna, si cercano persone sotto le macerie
ITALIA
16 ore
Parapendio precipita sul Monte Bianco, morto il pilota
FRANCIA
16 ore
30 giorni di congedo extra al papà se il figlio neonato resta in ospedale
PAESI BASSI
16 ore
Shoah: le ferrovie olandesi pagheranno per gli ebrei deportati
AUSTRIA
17 ore
Fuga di gas, crolla una palazzina a Vienna: numerosi i feriti
ISRAELE
17 ore
Barak si candida: «Bisogna buttare giù il regime di Netanyahu»
ITALIA
22.05.2019 - 15:530

Prada dice basta alle pellicce

Il gruppo italiano del lusso non le userà più dalle collezioni donna della primavera/estate 2020

MILANO - Prada entra nella famiglia "fur-free". Dalle collezioni donna della primavera/estate 2020 il gruppo italiano del lusso quotato ad Hong Kong non userà più pellicce animali per realizzare nuovi prodotti. La decisione è stata annunciata con la Fur Free Alliance (Ffa, che riunisce oltre 50 organizzazioni in più di 40 paesi) ed è frutto di un dialogo positivo tra il Gruppo, Ffa, Lega anti vivisezione italiana Lav e The Humane Society of the United States.

Per Miuccia Prada si tratta di un traguardo importante per un gruppo che ha in innovazione e responsabilità sociale i suoi valori fondanti. «La ricerca e lo sviluppo di materiali alternativi - ha spiegato - consentirà all'azienda di esplorare nuove frontiere della creatività e di rispondere, allo stesso tempo, alla domanda di prodotti più responsabili».

Prada è solo l'ultima delle aziende del lusso a dire addio alle pellicce, in un settore sempre più attento ai temi della sostenibilità, anche per il ritorno mediatico connesso. Tra le maison più blasonate che già hanno detto stop alle pellicce ci sono Giorgio Armani, Versace, Burberry, Michael Kors, Ralph Lauren e Gucci, fino alle paladine del fur-free Stella McCartney e Vivienne Westwood.

Miuccia Prada a settembre 2018, alla presentazione della collezione primavera-estate 2019, aveva annunciato che la svolta era vicina: «Io le pellicce non voglio più farle - aveva detto la stilista -, già oggi rappresentano solo lo 0,1% del prodotto, ma non amo gli annunci, dirò che non le faccio più quando sarà cosa fatta e finita».

Il momento è arrivato. Dalla prossima primavera/estate 2020, quindi, Prada non utilizzerà più pellicce per nuovi prodotti, mentre lo stock continuerà ad essere in vendita fino ad esaurimento delle scorte.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-27 11:20:31 | 91.208.130.86