ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
LIVE
Ticino e Grigioni incontrano Berna
Norman Gobbi e Mario Cavigelli a colloquio con Ignazio Cassis: segui la conferenza stampa in diretta da Bellinzona
ARBEDO-CASTIONE
15 min
Riapertura con il botto alla Coop di Castione
Dopo i lavori di rifacimento, il negozio apre ufficialmente le sue porte con un grande concorso.
CANTONE
2 ore
Sostegno a più di 130 imprese culturali
È scaduto il 20 settembre il termine delle richieste d'aiuto per uno dei settori più pesantemente toccato dalla pandemia
CANTONE
3 ore
50 nuovi ingegneri SUPSI
Assegnato a Ivan Gasparini il premio Argor-Heraeus per il miglior lavoro di tesi sul tema della sostenibilità ambientale
BELLINZONA
3 ore
Olio ovunque: "colpa" del camioncino del Comune
Doveva pulire la strada. Ma è finito a fare il contrario. Vie della capitale imbrattate.
CANTONE
3 ore
Tre nuove infezioni e un nuovo dimesso nel weekend
Dall'inizio dell'emergenza, i casi positivi registrati nel nostro cantone salgono a 3'637. I decessi restano 350
CANTONE
4 ore
«Dopo il Covid, spirito di sacrificio e professionalità non bastano più »
Le richieste degli operatori sociosanitari attraverso il Sindacato VPOD, dal 26 al 31 ottobre ci sarà una mobilitazione
CANTONE
7 ore
«Parrucchieri, basta scuse: mettete la mascherina»
La mancata obbligatorietà creerebbe confusione. Davide Bianco, presidente di categoria: «Questa è resistenza».
LOCARNO
8 ore
La rivoluzione di Radio Ticino: news 7 giorni su 7
Rafforzata la presenza sul territorio per raccontare la realtà della Svizzera italiana
CANTONE
18 ore
Quadri: «Tutti ci hanno remato contro»
Per il consigliere nazionale leghista l'esito della votazione sull'iniziativa UDC era scontata.
MENDRISIO
02.06.2014 - 15:340
Aggiornamento : 25.11.2014 - 03:40

José Maria Sanchez Garcia, vincitore di BSI Swiss Architectural Award

L’architetto spagnolo José Maria Sanchez Garcia ha vinto la quarta edizione del BSI Swiss Architectural Award, imponendosi tra 27 candidati provenienti da 16 paesi.

MENDRISIO - Il premio, che ammonta a 100.000 franchi, sarà consegnato al vincitore il prossimo 18 settembre 2014 all’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera italiana). La cerimonia inaugurerà l’esposizione dei lavori presentati dai candidati.

È José Maria Sanchez Garcia (Spagna) il vincitore della quarta edizione del BSI Swiss Architectural Award: premio internazionale di architettura promosso da BSI Architectural Foundation, con il patrocinio dell’Ufficio Federale della Cultura a Berna e dell’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera Italiana), in collaborazione con l’Archivio del Moderno di Mendrisio.

Il premio, che ammonta a 100.000 franchi e qualifica attualmente il BSI Swiss Architectural Award come uno dei premi di architettura meglio dotati a livello internazionale, sarà consegnato al vincitore il prossimo 18 settembre 2014 all’Accademia di architettura di Mendrisio (Svizzera) nel corso di una cerimonia che segnerà anche l’apertura dell’esposizione dei lavori presentati dai candidati.
Giunto alla quarta edizione, il premio internazionale di architettura BSI Swiss Architectural Award viene assegnato ogni due anni e intende segnalare all’attenzione del pubblico architetti di tutto il mondo, la cui età non abbia superato i 50 anni e la cui opera offra un contributo al dibattito e alla pratica architettonica contemporanee, dimostrando particolare sensibilità al contesto paesaggistico e ambientale.

Il vincitore dell’edizione 2014, José Maria Sanchez Garcia, è stato selezionato tra 27 candidati provenienti da 16 paesi. La Giuria ha attribuito all’unanimità il premio BSI Swiss Architectural Award 2014 a José Maria Sanchez Garcia, per la sistemazione dell’area del Tempio di Diana a Merida
(2005-2008), il centro per l’innovazione sportiva “el Anillo” a Guijo de Granadilla (Cáceres, 2008-2009), il centro per il canotaggio ad Alange (Badajoz, 2008-2010).
Secondo il presidente della giuria, l’architetto Mario Botta, le opere presentate da José Maria Sanchez Garcia “testimoniano la maturità di un architetto, nemmeno quarantenne, capace di confrontarsi con eguale rigore e precisione con programmi e contesti diversi, dalla riqualificazione del patrimonio archeologico nel tessuto urbano all’insediamento di strutture sportive in un paesaggio suggestivo. I suoi interventi si traducono in un gesto misurato e potente al tempo stesso, scevro da compiacimenti formali, che ordina e configura un luogo, evidenziandone le qualità specifiche. La riduzione formale operata dall’architetto è accompagnata da una grande sensibilità nell’interpretazione del sito, con cui instaura un dialogo fecondo. Una vittoria conseguita” ha inoltre rilevato Mario Botta “a fronte di una concorrenza di notevole livello, rappresentativa di un ampio spettro di contesti operativi e orientamenti diversi: un dato di fatto che conferma la validità del criterio di selezione, fondato sulle segnalazioni degli advisors, e il carattere veramente internazionale del premio”. 

La giuria della quarta edizione del premio è stata presieduta da Mario Botta (Svizzera) e composta da Alberto Campo Baeza (Spagna), Marc Collomb (Svizzera, direttore dell’Accademia di architettura di Mendrisio), Charles Kleiber (Svizzera, presidente di BSI Architectural Foundation) e Bruno Reichlin (Svizzera). Segretario del premio è Nicola Navone (Svizzera).

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 14:16:03 | 91.208.130.87