Immobili
Veicoli

MONDOOmicron, Mottarone, incendi, Capitol Hill: per cosa sarà ricordato questo 2021

30.12.21 - 06:00
Da gennaio a dicembre: cosa vi è rimasto più impresso?
Keystone / Reuters
MONDO
30.12.21 - 06:00
Omicron, Mottarone, incendi, Capitol Hill: per cosa sarà ricordato questo 2021
Da gennaio a dicembre: cosa vi è rimasto più impresso?
Una panoramica degli eventi più significativi dell'anno che sta giungendo alla sua conclusione

LUGANO - Un anno iniziato con le scene surreali dell'assalto al Campidoglio, passato dal ritorno al potere dei talebani in Afghanistan e da eventi climatici impressionanti. Sullo sfondo di tutto ciò, una pandemia che non molla, con l'apparizione della variante Omicron.

Sono diversi gli eventi che hanno caratterizzato il 2021: ecco una panoramica degli avvenimenti per cui quest'anno verrà probabilmente ricordato.

Assalto al Campidoglio
Subito ad inizio anno, il 6 gennaio, diverse centinaia di sostenitori del presidente Donald Trump hanno preso d'assalto il Congresso degli Stati Uniti, cercando di impedire ai funzionari eletti di convalidare la vittoria del democratico Joe Biden nelle elezioni presidenziali svoltesi a novembre.

Scene di caos (e anche di violenza, visto che hanno causato cinque morti) che hanno fatto rapidamente il giro del mondo, e che hanno portato in molti ad accusare Donald Trump di aver incitato i propri supporters. Il tycoon è però stato assolto, a febbraio, da un secondo processo di impeachment.

Ciononostante, è stato bannato da diverse piattaforme social, tra cui Twitter, Facebook e Youtube.

Colpo di Stato in Myanmar
Il 1° febbraio, le attenzioni del mondo si sono spostate verso l'Asia, quando l'esercito ha arrestato il capo del governo civile di Myanmar, Aung San Suu Kyi, mettendo fine a un decennio di democrazia dopo quasi mezzo secolo di governo militare.

Un golpe che ha causato numerose manifestazioni, giorno dopo giorno, che sono però spesso state represse con violenza: secondo i rapporti delle ONG, più di 1'000 persone hanno perso la vita durante le proteste. Lo scorso 6 dicembre, poi, Aung San Suu Kyi è stata condannata a quattro anni di prigione per «incitamento al disordine pubblico e violazione delle norme sanitarie anti Covid».

Nel corso del 2021, anche il Sudan, Haiti e la Guinea hanno avuto avvicendamenti violenti al vertice dei loro Governi. Parlando di politica e di esecutivo, non si può non parlare dell'emozionante addio alla politica di Angela Merkel.

La tragedia del Mottarone
A maggio ha poi avuto luogo un incidente che dall'Italia ha fatto ben presto il giro del mondo: la caduta di una cabina della funivia Stresa-Mottarone. Una tragedia che ha causato quattordici vittime, e a cui è sopravvissuto solo un bambino. Un dramma che è poi stato ricondotta alla manomissione del freno di emergenza per ovviare a dei problemi tecnici.

Mentre le indagini sono ancora in corso, il piccolo sopravvissuto è stato al centro di un rapimento da parte del nonno materno (passato anche da Lugano), che l'ha portato in Israele. Il tutto è finito in una contesa legale tra parenti: mentre la zia paterna voleva che restasse in Italia, il nonno insisteva che era meglio per il piccolo spostarsi a vivere in Israele. Un tribunale di Tel Aviv ha infine dato ragione alla zia paterna, ed Eitan è potuto ritornare in Italia.

Eventi climatici da record
Il 2021 è stato particolarmente colpito dal maltempo, e in particolare da eventi meteorologici estremi e catastrofici.

Tra i principali, l'ondata di caldo che ha causato centinaia di morti tra Canada e Stati Uniti alla fine di luglio, e le inondazioni catastrofiche hanno colpito Germania e parte dei Paesi Bassi e del Belgio a luglio, causando 200 morti. Infine, i termometri hanno segnato temperature da record anche nelle zone limitrofe al Mediterraneo, che sono state colpite da massicci incendi.

In tutto ciò è stato pubblicato il rapporto del Gruppo Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC), che ha parlato di un cambiamento climatico «esteso, rapido e in intensificazione». A novembre la COP26 ha riunito i leader mondiali per accelerare la lotta al riscaldamento globale, ma per molte delle organizzazioni e degli attivisti, tra cui Greta Thunberg, non è ancora stato fatto abbastanza.

Talebani al potere
Ad agosto, in seguito alla rapida ritirata delle forze statunitensi e della NATO dall'Afghanistan, i talebani hanno ben presto preso controllo del Paese, riconquistando Kabul dopo circa un ventennio. In pochi giorni, a partire dal 15 agosto, centinaia di migliaia di persone sono state evacuate in fretta e furia dalla capitale, intimorite dal ritorno di un regime rigido e spietato.

Il ritorno al potere è però coinciso con un'estrema crisi umanitaria per i talebani, aggravata dall'assenza di aiuti della comunità internazionale, che richiede il rispetto dei diritti delle donne e delle minoranze.

Scintille nel nordest europeo
A novembre migliaia di migranti, provenienti principalmente dal Medio Oriente, hanno tentato di entrare in Polonia e nell'Unione europea dal confine polacco-bielorusso. Le nazioni europee hanno ben presto accusato il leader bielorusso Aleksandr Lukashenko di aver orchestrato l'afflusso, utilizzando la vita dei migranti come ritorsione per le sanzioni arrivate dall'Occidente.

Nel frattempo ha avuto luogo un'escalation anche tra Ucraina e Russia, con il dispiegamento di decine di migliaia di soldati russi vicini al confine. Mentre i Paesi della Nato hanno accusato la Russia di preparare un invasione, il Cremlino ha negato tutto, dicendo che è colpa degli Usa e dell'Occidente se la situazione è sempre più calda.

L'arrivo di Omicron
Infine, il Covid-19 non ha fatto la sua scomparsa nel 2021. Anzi, la pandemia ha fatto più vittime in tutto il mondo nel 2021 rispetto all'anno precedente, secondo le statistiche dell'agenzia stampa AFP. Il totale ufficiale dei morti ha invece superato i 5,3 milioni, in gran parte a causa della variante Delta.

Allo stesso tempo, il lancio dei diversi vaccini omologati nei diversi Paesi ha permesso di somministrare più di 9 miliardi di dosi, che sono però state distribuite in modo molto diseguale tra paesi poveri e ricchi. 

La fine dell'anno è quindi stata caratterizzata dall'esplosione dei contagi dovuta alla variante Omicron, rilevata per la prima volta a novembre e ben presto diffusasi con una rapidità incredibile in tutto il mondo, Ticino compreso, sbaragliando i precedenti record di contagi.

COMMENTI
 
Luca 68 6 mesi fa su tio
sinceramente spero di dimenticare questi ultimi due anni, e sé il prossimo sarà migliore allora sarà più facile. auguri a tutti e speriamo in un anno migliore
Oaeya 6 mesi fa su tio
Il 2021 da me sarà invece ricordato per: la decadenza totale definitiva dei media; per la conferma della suggestionabilità delle persone alle frottole; per il livello epico di ignominia dei politici che priorizzano gli anziani (cioè loro) rispetto ai bambini spingendo stolti genitori a vaccinarli; per il grande percorso interiore che ho potuto intraprendere per far fronte a tutto questo
Coerenza 6 mesi fa su tio
vincerete voi e tutti i vostri simili, media del mainstream, per le mingkiate che sparate
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO