AFP
+2
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ITALIA
2 min
Lo sgombero del porto di Trieste, a suon di idranti
La polizia si è attivata questa mattina per rimuovere gli scioperanti e i manifestanti no-Pass
Stati Uniti
1 ora
I piloti degli aerei stanno perdendo la mano e fanno fatica a volare
Dopo la pandemia gli errori e il rischio di disastri aerei sono aumentati. Sotto la lente il caso degli Stati Uniti
FOTO
ISRAELE
1 ora
Nudi nel deserto, per il Mar Morto
Continua il progetto quinquennale del fotografo americano Spencer Tunick in Israele
Spagna
1 ora
«La prostituzione rende schiave le donne del nostro Paese»
Il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez ha fatto sapere domenica di voler abolire il sesso a pagamento
ITALIA
2 ore
Tv pirata: arrestato un uomo nel Varesotto e denunciati 1'800 clienti
Smantellato un giro da almeno mezzo milione di euro. Per chi lo utilizzava, oltre la denuncia, multe salatissime
NUOVA GUINEA
3 ore
Pirati del mare, criminali armati fino ai denti
Agiscono perché agevolati dalla polizia corrotta e da chi detiene il potere. Ecco dove non andare mai per mare
PAESI BASSI
12 ore
Paesi Bassi, crolla parte della tribuna a fine partita
È accaduto durante un match di Eredivisie, il massimo campionato di calcio olandese.
ITALIA
12 ore
Per recuperare la palla, 15enne cade in una vasca di depurazione e muore
La tragedia è avvenuta a Castellanza, nello stabilimento di una tintoria industriale. Inutile la corsa in ospedale
REGNO UNITO
13 ore
Delta, zero restrizioni... e così i contagi oltremanica volano
Il Regno Unito registra in media 40mila nuovi casi al giorno. La situazione ospedaliera resta però sotto controllo
INDIA
14 ore
Pioggia, fango e frane: almeno 25 morti
Le violente piogge si sono abbattute nel sud-ovest del Paese. Le ricerche dei dispersi sono tuttora in corso
AUSTRALIA
16 ore
Settimana prossima si conclude il lockdown più lungo
Quello di Melbourne e dello Stato australiano del Victoria, chiuso per un totale di quasi nove mesi
Cina
17 ore
La Cina vola intorno al mondo, ma nessuno lo sapeva
Il governo Biden teme un dispiegamento delle forze. Diversa la musica da Pechino: «Non stiamo attaccando nessuno»
BELGIO
16.07.2021 - 22:020

Belgio, Paesi Bassi e Germania flagellati dalle inondazioni: più di cento morti

La situazione in alcune zone sta migliorando, ma molto lentamente. Pompieri e volontari lavorano senza sosta.

Strage nel centro disabili di Sinzig, dove dodici ospiti hanno perso la vita a causa dell'acqua alta, arrivata all'improvviso.

BRUXELLES - «Una catastrofe senza precedenti». Il premier belga Alexander De Croo ha descritto così la «devastazione» che si è abbattuta sul suo Paese, flagellato da violente piogge con un bilancio provvisorio di 20 morti e altrettanti dispersi, oltre a 41mila persone rimaste senza elettricità.

L'allerta resta alta soprattutto nelle regioni del sud particolarmente colpite come la Vallonia, mentre martedì prossimo, 20 luglio, sarà dichiarata una giornata di lutto nazionale. A mezzogiorno sarà osservato un minuto di silenzio e le bandiere saranno a mezz'asta.

Il premier ha ringraziato i Paesi europei che hanno risposto alla richiesta di attivazione del meccanismo di Protezione civile. «Siamo pronti ad aiutare tutti i Paesi colpiti», ha fatto sapere la Commissione europea, che si è detta «molto preoccupata» per la situazione anche in Germania e in Olanda, dove in queste ore la rottura di una diga nel Limburgo sta destando particolare preoccupazione. Alta l'attenzione anche vicino al fiume Mosa, dove un ospedale è stato evacuato.

Il re e la regina del Belgio si sono recati nel pomeriggio a Pepinster che si affaccia sulla Vesdre, affluente della Mosa. Nel comune, devastato dalle inondazioni, sono venute giù una ventina di case. Ieri la coppia reale si era recata a Chaudfontaine, altra cittadina della provincia di Liegi toccata dal maltempo. Il governo vallone ha deciso di sbloccare risorse finanziarie di emergenza per aiutare le popolazioni colpite. «Le condizioni di accesso alla rete di distribuzione dell'energia elettrica sono molto complicate», ha spiegato il gestore sul proprio sito web. Non meno di 300 cabine di distribuzione sono allagate ed «è impossibile per i nostri team accedervi», ha aggiunto Ores. Ma secondo l'Agenzia federale per il controllo nucleare il maltempo non ha messo in pericolo la centrale di Tihange.

Nelle Fiandre - nel nord del Paese - la situazione invece si sta stabilizzando ma non si possono escludere ulteriori inondazioni. Le province fiamminghe di Limburgo, Anversa e Brabante stanno vivendo le situazioni più critiche con il livello dell'acqua aumentato drasticamente. Complessivamente a livello nazionale più di venti linee ferroviarie hanno subito interruzioni del traffico, secondo il gestore dell'infrastruttura Infrabel.

«La solidarietà è la cosa più importante in queste ore, ci solleva vedere quanti ci aiutano», ha raccontato una donna alla tv belga elogiando i volontari giunti in soccorso.

Stage nel centro disabili a Sinzig - Di notte, nel giro di pochi istanti, l'acqua è penetrata nell'edificio ed è arrivata al soffitto senza lasciare scampo. È successo a Sinzig, dove l'alluvione del secolo che sta devastando la Germania occidentale ha provocato una strage nel centro disabili, uccidendo dodici ospiti.

Una tragedia nella tragedia per il piccolo e pittoresco centro di 18'000 abitanti sulle sponde del Reno, tra Coblenza e Bonn. 

Il centro disabili della Lebenshilfe si trova in una conca a pochi passi dalle sponde del fiume Ahr, che un chilometro più a est confluisce nel Reno. 

«In un minuto l'acqua è penetrata ed è arrivata al soffitto», racconta Matthias Mandos, il responsabile della Lebenshilfe della Renania-Palatinato. La guardia notturna ha accompagnato alcuni ospiti al primo piano, ma quando è ridisceso per trarre in salvo gli altri, l'acqua era ormai troppo alta. I vicini hanno sentito le strazianti grida d'aiuto, senza però poter fare nulla. Una persona si è aggrappata a una finestra e fortunatamente è stata recuperata dai vigili del fuoco con un gommone.

L'acqua ha travolto tutto in pochi istanti. Un vicino della Lebenshilfe racconta di un'onda di sette metri che alle 2.30 di notte ha attraversato il rione.

Solo a Sinzig 350 persone hanno perso la casa. «È una sofferenza senza fine», commenta il primo ministro della Renania-Palatinato Malu Dreyer. Il suo Land è uno dei più colpiti, con probabilmente almeno 100 vittime. «Possiamo - aggiunge con la voce rotta - solo piangere. È un orrore».

Questa sera solo in Germania si contavano più di 100 morti.
 


 

Reuters
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-18 10:18:39 | 91.208.130.86