Keystone
MONDO
05.08.2020 - 07:420

Più di 700'000 vittime nel mondo

Il triste bilancio è riportato sul sito dell'Università americana Johns Hopkins. I contagi sono quasi 18,5 milioni.

Gli Stati Uniti restano tra le nazioni più colpite dalla pandemia, ma Trump insiste che il suo Paese ha «uno dei tassi di mortalità più bassi al mondo».

NEW YORK - Ha superato la soglia di 700 mila morti il numero ufficiale delle vittime di coronavirus nel mondo, secondo il conteggio dell'università americana Johns Hopkins. I contagi totali sono quasi 18,5 milioni.

Mortalità Usa «tra le più basse» per Trump - Nonostante numeri inequivocabili, Donald Trump ha però insistito - nel corso di un briefing sul coronavirus - che gli Stati Uniti hanno «uno dei tassi di mortalità più bassi del mondo». Dato questo smentito dalla stessa Università di Baltimora secondo cui gli Usa sono al quarto posto tra i 20 più colpiti dalla pandemia (col 4% della popolazione mondiale ma quasi il 23% dei decessi). Poco dopo il presidente americano ha precisato che se si tolgono dal calcolo gli stati di New York e del New Jersey gli Usa sono «tra i più bassi».

Più di 2,8 milioni di casi in Brasile - Il bilancio dei casi di coronavirus in Brasile ha superato la soglia dei 2,8 milioni: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. Il Paese sudamericano registra a oggi 2'801'921 contagi, inclusi 95'819 decessi. Dall'inizio della pandemia in Brasile sono guarite 2'157'484 persone.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-23 11:07:14 | 91.208.130.87