Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA / THAILANDIA
3 ore
Niente dosi elvetiche per la “quinta Svizzera” (per ora)
La Confederazione ha le mani legate: i contratti prevedono l'impiego delle dosi entro i confini nazionali
SVIZZERA
5 ore
Questo pesto potrebbe essere contaminato
Lidl richiama il prodotto del marchio Italiamo: potrebbe contenere ossido di etilene
FOTO
ZURIGO
6 ore
Attivisti a Zurigo: 83 fermi e alcuni manifestanti soccorsi
Il bilancio del sit-in che ha avuto luogo oggi nel centro finanziario, all'ingresso di alcune banche
SVIZZERA
6 ore
Questi salvagenti sono pericolosi
Decathlon richiama il prodotto della marca Nabaiji
SVIZZERA / THAILANDIA
7 ore
L'ultimo giorno di Cassis in Thailandia
Si conclude oggi la visita di Stato nel paese del sud-est asiatico. Consegnati anche gli aiuti umanitari per la pandemia
VAUD
7 ore
«Vogliamo abbattere due lupi»
Le autorità vodesi chiedono il permesso alla Confederazione a seguito della predazione di vari vitelli
VALLESE
8 ore
Infortunio sul lavoro: morto un trentenne
L'incidente si è verificato a Zermatt: l'uomo stava effettuando un intervento su una seggiovia
FRIBURGO
9 ore
Due soli candidati alla successione di Levrat
Consiglio degli Stati: sarà sfida a due tra il socialista Carl-Alex Ridoré e la centrista Isabelle Chassot.
VALLESE
9 ore
Evacuate le terme di Leukerbad, sei feriti
Una fuga di disinfettante ha scatenato il panico alle Alpentherme. Una persona elitrasportata in ospedale
SVIZZERA
9 ore
È stato un Primo Agosto (abbastanza) tranquillo
La polizia non ha dovuto intervenire molte volte durante la festa nazionale: «È stata una notte eccezionalmente calma».
SVIZZERA
10 ore
Covid in Svizzera, nel weekend 2'019 casi
L'Ufficio federale della sanità pubblica segnala anche 24 nuovi ricoveri e tre decessi
URI
11 ore
Axenstrasse riaperta
Da poco prima di mezzogiorno è nuovamente possibile percorrere il tratto stradale
SVIZZERA
12 ore
Sistema Schengen, la fedpol deve riesaminare la richiesta di un giornalista
Lo ha deciso il Tribunale federale, che ha parzialmente accolto un ricorso
GRIGIONI
12 ore
Due stalle divorate dalle fiamme
L'incendio è divampato questa notte a Sankt Antönien. Nessuno è rimasto ferito.
Svizzera
13 ore
Rischio penuria di pantofole in Svizzera
A pochi giorni dal rientro sui banchi, molti genitori hanno difficoltà a trovare alcuni articoli richiesti dalle scuole.
FOTO
ZURIGO
14 ore
Iniziato lo sgombero degli attivisti di Paradeplatz
La polizia è intervenuta per disperdere i manifestanti per il clima che da questa mattina protestavano a Zurigo.
SVIZZERA / SPAGNA
14 ore
Quando la vacanza va storta: «È come essere in prigione»
Due turiste svizzere sono finite nell'Hotel-Quarantena di Ibiza
SVIZZERA
14 ore
Ex quadro della SECO alla sbarra
L'imputato dovrà rispondere davanti al Tribunale penale di corruzione passiva nell'acquisto di materiale informatico.
URI
15 ore
Di nuovo chiusa l'Axenstrasse
Alcuni massi sono precipitati sulla carreggiata tra Sisikon e Flüelen ieri sera.
SVIZZERA
04.06.2021 - 14:000
Aggiornamento : 14:53

Certificato Covid per tutti entro fine mese

Le persone vaccinate, guarite o testate lo potranno ottenere da lunedì in formato cartaceo o elettronico.

Il certificato potrà essere emesso dai centri di vaccinazione e di test, ma anche da ospedali, studi medici e farmacie definiti dal Cantone.

BERNA - Entro fine mese sarà disponibile per tutti il certificato Covid, sotto forma cartacea o elettronica. Lo prevede l'ordinanza sui certificati Covid, che costituisce la base legale per l'emissione degli stessi, adottata oggi dal Consiglio federale. Il documento, elaborato nel rispetto della protezione dei dati e compatibile con quello dell'Ue, potrà essere rilasciato per le persone vaccinate, guarite o testate anche da farmacie o studi medici.

Ticino e Vallese fra i primi - L'ordinanza entra in vigore lunedì prossimo, 7 giugno. Da quel momento il sistema di certificazione sarà introdotto gradualmente ed entro fine giugno sarà operativo in tutta la Svizzera. Ticino e Vallese dovrebbero essere fra i primi cantoni in cui verranno rilasciati i certificati, considerato che le vacanze scolastiche estive iniziano prima rispetto al resto del Paese. L'ordinanza, che si basa sulla legge Covid-19, non prevede nulla in merito alle circostanze in cui deve essere esibito un certificato Covid, ad esempio per partecipare a una manifestazione, né la conseguente eventuale revoca di restrizioni, precisa una nota odierna del Dipartimento federale delle finanze (DFF).

«Non siate impazienti» - Per presentare più nel dettaglio il certificato, è in corso una conferenza stampa in cui i relatori sono il consigliere federale e capo del Dipartimento federale delle finanze (DFF) Ueli Maurer, e il direttore dell’Ufficio federale dell'informatica e della telecomunicazione (UFIT) Dirk Lindemann. Il primo ha precisato che l'utilizzo del certificato è «gratuito e volontario» e al momento non viene impiegato da nessuna parte. Solo verso metà mese verrà deciso dove verrà impiegato. Non serve dunque essere impazienti di ottenerlo. Dirk Lindemann ha invece evidenziato come, in termini di contenuto, non vi sia alcuna differenza tra l'app e la versione cartacea del certificato.

Cartaceo ed elettronico - È infatti l'UFIT che istituisce un sistema per l'emissione e la verifica dei certificati Covid. I certificati, emessi in formato cartaceo ed elettronico, contengono le informazioni necessarie sotto forma sia di testo leggibile senza mezzi ausiliari, sia di codice QR al fine d'impedire la loro falsificazione.

Sono inoltre corredate di una firma elettronica della Confederazione, che consente una verifica sicura del certificato, durante la quale non vengono trasmessi né salvati dati personali.

Per verificarne il livello di sicurezza, i sistemi per i certificati Covid sono attualmente sottoposti, nell'ambito di un test pubblico di valutazione, a un test di robustezza eseguito da esperti e persone interessate. Finora sono state riscontrate 16 falle di sicurezza, tutte riparate o in fase di riparazione.


Keystone

Il ruolo dei Cantoni - I Cantoni definiscono le istituzioni del settore sanitario che potranno emettere certificati Covid e designano come emittenti personale specializzato (nei centri di vaccinazione e centri di test, negli ospedali e studi medici, nelle farmacie ecc.) che provvederà all'emissione dei certificati su richiesta delle persone vaccinate, guarite o testate e risultate negative.

La Confederazione mette a disposizione un sistema per l'emissione, la verifica e la revoca dei certificati Covid, che permette la connessione ai sistemi informatici esistenti (ad es. i sistemi usati nell'ambito della vaccinazione e dei test) in modo che sia possibile anche emettere certificati digitali. Essa coadiuva i Cantoni nell'introduzione della soluzione e dei relativi adeguamenti a livello organizzativo.

Conservazione, verifica e validità - Il sistema comprende in particolare l'applicazione "COVID Certificate" per la conservazione e l'applicazione "COVID Certificate Check" per la verifica dei certificati. Entrambe saranno messe gratuitamente a disposizione negli app store ufficiali di Google e Apple.

Grazie all'applicazione "COVID Certificate", i titolari di un certificato potranno avere con sé la versione digitale ed esibirla in qualsiasi momento. Il certificato Covid che si trova nell'applicazione è equiparato a quello in formato cartaceo.

Con l'applicazione "COVID Certificate Check" è possibile verificare i certificati Covid su carta o nell'applicazione "COVID Certificate": la persona che effettua la verifica può visualizzare soltanto il nome, il cognome, la data di nascita e l'indicazione della validità del certificato Covid. Per questo bisognerà comunque presentare un documento identificativo.

Proprio in merito alla validità, Lindemann ha precisato che il certificato sarà valido per 180 giorni (prorogabili) per le persone vaccinate o guarite (a partire dall'11esimo giorno successivo a un test negativo), mentre per chi si sottopone a un test varrà 72 ore.


admin.ch

Protezione dei dati e compatibilità Ue - Il sistema per l'emissione di certificati che l'UFIT mette a disposizione tiene conto degli aspetti legati alla protezione dei dati. I dati personali non sono salvati a livello centrale dall'Amministrazione federale e quelli necessari per la firma elettronica del certificato vengono cancellati dal sistema della Confederazione non appena il certificato è stato generato e trasmesso.

Inoltre, la soluzione elvetica è compatibile con il sistema dell'Ue, ossia il "certificato digitale COVID dell’UE", e permette il riconoscimento reciproco dei certificati.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tio1949 1 mese fa su tio
Parere personale. Se hai bisogno di un pass per dimostrare che sei libero,Non lo sei!
Don Quijote 1 mese fa su tio
Se non l’altro, la crisi CV19 ha evidenziato il livello d’intelligenza, buon senso e ponderazione dei vari governi, un branco di scimmie sostenuto da una buona fetta della popolazione che in fatto di perspicacia segue a ruota. Poveri noi!
Ro 1 mese fa su tio
Si legge: " Certificato Covid per tutti entro fine mese. Le persone vaccinate, guarite o testate lo potranno ottenere da lunedì in formato cartaceo o elettronico " E adesso vacci a capire qualcosa.
bdany79 1 mese fa su tio
Detto tutto detto niente……
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-03 00:22:24 | 91.208.130.85