Cerca e trova immobili

Valerio De Giovanetti «Vogliamo che le valli continuino a spopolarsi?»

08.11.23 - 15:56
Valerio De Giovanetti, Biasca: «Boicottano a scapito dell'utente il treno "color rame - Traverso o Treno Gottardo"?»
Ti Press archivio
Fonte Valerio De Giovanetti
«Vogliamo che le valli continuino a spopolarsi?»
Valerio De Giovanetti, Biasca: «Boicottano a scapito dell'utente il treno "color rame - Traverso o Treno Gottardo"?»

Perché per un minuto chi arriva con il treno Gottardo alla fermata di Biasca, e deve proseguire con il servizio Bus (PTT ed Autolinee) deve attendere 30 minuti! Addirittura per l’ultima corsa delle 21.13 direzione Val di Blenio l’attesa è di 90 minuti? A Biasca, secondo orari, il treno Gottardo in direzione Nord arriva puntuale sul binario 1 alla ora piena + 13 minuti. Non vi sembra che venga penalizzato sia il turismo di giornata, ma ancora più l’utente locale?

Il suo nome è “Traverso” ed è gestito dalla “SOB- Südostbahn”, con sede a San Gallo.

Con l’avvento di AlpTransit /Galleria di Base la Direzione della SOB aveva presentato un progetto, alternativo a quello delle Ffs, che sfrutta la linea del Gottardo. Un servizio pensato per pendolari, studenti e soprattutto turisti di giornata. Progetto che era ben viso dal Ticino ma avversato a Berna.

Il treno “color rame” a lunga percorrenza circola come "Treno Gottardo". Parte a cadenza oraria alternatamente da Zurigo, Lucerna e Basilea seguendo la linea storica panoramica del San Gottardo fino a Locarno e viceversa.

Dimenticanza dagli addetti, segnalazioni non ascoltate o mancanza di volontà d’intervenire o…. un “boicotto”?

Perché non adattare gli orari dei servizi Bus in partenza da Biasca? O più semplicemente: quei canonici 5 minuti concessi di attesa per ritardi, mantenerli e lasciar valutare l’autista del Bus se aspettare prestando attenzione anche sull’orario di arrivo del treno “color rame”? O ci sono direttive che non lo permettono? Quei pochi minuti di partenza ritardata possono essere facilmente recuperati sul percorso.

Vogliamo ricordare che secondo Berna la Storica linea del Gottardo con l’apertura della galleria di Base doveva essere ridimensionata al massimo ad un solo binario o smantellata!

Grazie al successo del treno “color rame” ed un grazie quindi alla Direzione della SOB che ci ha creduto, la linea dovrebbe essere mantenuta anche perché molto frequentata, sia dai turisti d’oltr’Alpe che vengono in Ticino, e moltissimo anche dagli studenti e dall’utenza delle valli specialmente della Leventina. Ulteriormente con i problemi attuali ; galleria di Base chiusa fino a settembre 2024 pegno l’isolamento!

Non sarebbe il caso di intervenire e non penalizzare l’utente che è quello che paga e sostiene l’economia? O vogliamo che le valli continuino a spopolarsi? .

COMMENTI
 

Raptus 3 mesi fa su tio
Abbiamo rimesso la decisione intorno alle cose più grandi ai più incapaci. Sarà la punizione del suo principio astratto dell'uguaglianza, che dispensa l' igno-rante di istruirsi, l'imbe-cille di giudicarsi, il bambino di essere uomo. Perché non riconosce la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza, cioè la fatica individuale: culminerà nel trionfo della feccia e dell'appiattimento
NOTIZIE PIÙ LETTE