Polestar 2 Long Range Dual motor e pacchetto Performance: un portento!

TEST DRIVEPolestar 2 Long Range Dual motor e pacchetto Performance: un portento!

18.01.23 - 06:00
Non abbiamo parole per descrivere questa vettura con Performance pack da 476 cavalli e 680 Nm di coppia.
Omar Milani
Fonte Omar Milani
Polestar 2 Long Range Dual motor e pacchetto Performance: un portento!
Non abbiamo parole per descrivere questa vettura con Performance pack da 476 cavalli e 680 Nm di coppia.

La Polestar è una casa automobilistica svedese controllata da Volvo Cars. È specializzata nella produzione di automobili ad alte prestazioni, automobili elettriche e componenti tecnici ed estetici per i modelli Volvo esistenti. Nata nel 1996 come scuderia automobilistica privata con sede a Göteborg, in Svezia, negli anni ha gradualmente accresciuto la sua relazione con Volvo, diventandone una divisione nel 2015 e iniziando a produrre modelli con il proprio marchio nel 2017.

A novembre 2022 hanno presentato la Polestar 3, che promette molto bene e speriamo di provarla presto. Nella Svizzera italiana non è ancora così tanto conosciuta, infatti durante il nostro test ci chiedevano spesso che marca fosse. Grazie a Polesar Svizzera abbiamo avuto tra le mani una Polestar 2 Long Range Dual motor per due settimane e abbiamo potuto testarla tra le nostre montagne. Ma vediamola insieme.

Omar Milani

Motore
La Polestar 2 ha a diversi modelli di motorizzazione: la versione a motore singolo da 224 cv e 231 cv o la versione dual motor a trazione integrale con 408 cv. Aggiungendo il pacchetto Performance è possibile guadagnare qualche cavallo in più.

Il modello provato in versione Dual motor e pacchetto Performance permette di avere 476 cavalli, una coppia di 680 Nm che permette di avere un accelerazione da 0 a 100 km/h in 4.4 secondi. Sprintosa, ve lo assicuro. La velocità massima, invece, che può raggiungere i 205 km/h, è poco interessante in un'elettrica.  

La versione Single Motor ha un pacco batterie di 61 kWh, mentre la versione Long Range ha una capacità di 75 kWh che le dà un autonomia di circa 480 km (WLTP). Sulle nostre strade, a temperature estive, abbiamo calcolato di non riuscire a percorrere più di 400 km con un'andatura molto tranquilla e il recupero energetico al massimo.

La ricarica del modello Long Range Dual motor Performance può avvenire in corrente alternata a 11 kW (in circa 8 ore) e in corrente continua a un massimo di 155 kW (da 10 all'80% in circa 35 minuti).

Omar Milani

Dimensioni
Lunga 4,6 m, larga 1,95 m questi i primi dati della Polestar 2 che rimane spaziosa, soprattutto nel baule, comodo e in grado di contenere ben 440 litri. Nel cofano è presente un vano, non molto grande, ma in grado di trasportare una piccola borsa.

Omar Milani

Il peso di 2'113 kg non ha minimamente alcun impatto sulle prestazioni.

Esterni
Il suo design colpisce subito per le linee muscolose, da berlina sportiva, impreziosite da piccoli dettagli come il logo Polestar inserito sulla griglia.

Omar Milani

Il largo cofano fa da apripista a un abitacolo dall'altezza ridotta, con vetri affusolati e un posteriore che in realtà nasconde un comodo baule da crossover. Gli specchietti senza cornice, i cerchi in lega da 20" (forniti Performance Pack), uno splendido tetto panoramico che avvolge l'intero abitacolo, le pinze Brembo dorate (Performance Pack), sono alcuni degli elementi di design che la rendono unica.

Omar Milani

Le linee aerodinamiche le conferiscono un coefficiente di penetrazione molto basso.

Interni

Tanto spazio per guidatore e passeggero anteriore, il tetto risulta un po' basso e potrebbe dar fastidio alle persone molto alte. I materiali utilizzati sono di buona qualità. Le cinture di sicurezza in giallo (incluse nel pacchetto Performance) donano un certo stile agli interni. I sedili riscaldati sono comodissimi, anche in lunghi viaggi non abbiamo percepito alcun problema.

La plancia ha forse troppa superficie nera smaltata ma nell'insieme è ben rifinita. Il quadro strumenti digitale è ampio, perfetto per visualizzare anche la mappa di navigazione. Al centro abbiamo uno schermo da 11,2" montato verticalmente in stile Volvo. Subito sotto abbiamo un comodo pad di ricarica per il telefono, due porte USB-C, un selettore di marcia di design, tasti funzione essenziali e un comodo bracciolo. Un abitacolo minimale, ma elegante. 

Il volante riscaldato ha tutta una serie di funzioni che permettono di controllare i sistemi ADAS di livello 2. 

Omar Milani

Infotainment di ultima generazione basato su Android Automotive con integrazione nativa con dispositivi Android di Google Assistant, Google Maps, Google Play Store. Se non siete fan di Android potete sempre utilizzare Apple CarPlay, che funziona solo tramite cavo. Interfaccia molto comoda e semplice da usare.

Tecnologia
Il livello tecnologico è molto elevato: la Polestar 2 riconosce il guidatore e si apre appena si avvicina e si accende appena ci si siede a bordo. Non c’è un vero pulsante d’avviamento. Alcuni ADAS sono optional, come il Pilot Lite Pack che include funzioni come il Driver Assistance con Adaptive Cruise Control e Pilot Assist, una telecamera panoramica a 360 gradi, sensori di parcheggio, e Driver Awareness che include il Blind Spot Information System (BLIS) con il supporto alla sterzata, Cross Traffic Alert con supporto alla frenata, e Rear Collision Warning.

Come va?
Arriviamo al concessionario, la apriamo ed entriamo. Bella, curata e molto minimalista. Non ci sono troppi pulsanti, nemmeno per il climatizzatore che può essere configurato unicamente dall'infotainment. Guardiamo nell'abitacolo e non troviamo da nessuna parte il tasto per accedere l'auto. Infatti non c’è. Basta sedersi al posto di guida, cambiare la marcia in Drive e l'auto si accende. Quando si vuole scendere si può impostare velocemente la marcia Parking per poi aprire la portiera, la vettura si spegne subito in modo automatico. Partiamo e notiamo immediatamente che, anche a un minimo tocco dell'acceleratore, lo scatto è fuori dal comune. Basta premere un po' di più e l'accelerazione aumenta ulteriormente. Con un affondo dell'acceleratore completo si hanno delle prestazioni che la rendono immediatamente l'auto elettrica, a prezzo contenuto, più interessante in assoluto. Si ha a disposizione una guida estremamente divertente. È possibile personalizzare sia la risposta dello sterzo, che si fa più pesante e preciso con la modalità Intenso, sia quella del freno motore, che dalla disattivazione completa arriva al One Pedal.

La Polestar 2 si guida meravigliosamente con un solo pedale, è una delle elettriche che ci ha dato più soddisfazione e con questo livello di recupero si possono conservare parecchi kWh di energia e abbassare l'usura delle pastiglie dei freni che potrebbero non consumarsi mai. Confortevole, sportiva e dinamica in ogni situazione. Grazie alle diverse modalità di guida Normale o Sportivo la Polestar 2 ha raggiunto un altissimo grado di soddisfazione.

Prezzo modello Single motor di base CHF 51'900. Modello provato CHF 61'400.

Che dire della Polstar 2 Dual motor Performance Pack? A parte la superficie liscia in Black che si sporca e si rovina facilmente, è un portento in tutto, ma sorprende per le prestazioni decisamente da supercar! A ogni affondo deciso del pedale si ha la sensazione di essere lanciati come un missile su 4 ruote.  Vi sembrerà strano, ma nonostante gli eccessivi compromessi minimalisti, sul fronte della qualità dei materiali e dello stile risulta la migliore vettura elettrica, a prezzo contenuto, che abbiamo provato fino a oggi. Soprattutto per prestazioni, comodità e prezzo / prestazioni. È una muscolosa berlina dal carattere intenso che pone al centro il comfort la tecnologia. 

COMMENTI
 
Azteco 2 sett fa su tio
61'400.- ............. per tutti !
KeepCalm 2 sett fa su tio
Hanno dimenticato di scrivere " i benestanti " dopo per tutti :-)
Panoramix il Druido 2 sett fa su tio
L'ho provata pure io, è una gran macchina!
NOTIZIE PIÙ LETTE