Immobili
Veicoli

SvizzeraCapodanno turbolento: botti, armi e patenti ritirate

01.01.22 - 14:34
A una festa a Safenwil un uomo è stato colpito alla schiena con un colpo di fucile
Keystone
Fonte 20 Minuten
Capodanno turbolento: botti, armi e patenti ritirate
A una festa a Safenwil un uomo è stato colpito alla schiena con un colpo di fucile

BERNA - È stata una notte di scintille, ma non tutte sono scoppiate nel bene. Diverse persone sono rimaste ferite a causa dei botti di Capodanno, a Berna e Zurigo non sono mancate le aggressioni e nel canton Sciaffusa qualcuno è già riuscito a farsi ritirare la patente. Ecco tutti gli svolgimenti della prima notte dell'anno 2022.

Un uomo è stato raggiunto alla schiena da un colpo di arma da fuoco. È successo durante una festa privata che si stava svolgendo a Safenwil, nel Canton Argovia. Si presume che il tiratore sia uno svizzero di 26 anni e che abbia sparato con un fucile ad aria compressa. Il 31enne colpito è stato trasportato in ospedale e non sono note le sue condizioni. Come riporta 20 Minuten, i due si conoscono. Il pubblico ministero responsabile ha aperto un'inchiesta penale per lesioni alla persona.

Gli incidenti più comuni, riferiscono i diversi uffici di polizie cantonali su territorio elvetico, sono legati ai fuochi di artificio, ai petardi e più in generale ai botti. Più in particolare a Zurigo una persona è stata raggiunta da un petardo e una 61enne e un 71enne sono stati arrestati. Sempre a Zurigo, una 21enne verso le 04:30 è stata raggiunta da degli agenti dopo essere stata esposta in modo ravvicinato all'esplosione di un botto. I suoi capelli erano leggermente ustionati. Sempre legati ai botti, in diversi cantoni i pompieri sono dovuti intervenire per spegnere piccoli incendi dovuti a petardi lasciati nelle bucalettere e nei cestini della spazzatura o a fuochi d'artificio che hanno colpito le pareti di alcuni edifici o dei muretti.

Le aggressioni riportate dai diversi uffici di polizia cantonale del Paese sono numerose, e numerose sono anche le persone finite in ospedale, come due componenti di una famiglia dopo essere stati assaliti da dei giovani. L'arma più utilizzata è stata il coltello, anche se a Berna una persona ha aizzato il proprio cane per mordere un uomo a una gamba. La capitale, in generale, ha sofferto la notte trascorsa. Le segnalazioni per rumore sono state una trentina, come anche gli alterchi. Poco dopo la mezzanotte un ragazzo è stato ferito a un occhio e trasportato in ospedale e anche per un uomo sono state necessarie delle cure mediche, dopo essere stato ferito con una coltellata.

In un comunicato, la polizia cantonale di Sciaffusa ha riportato che tutte le operazioni svolte durante la notte, «sono riconducibili al problema dell'ARF: alcool, rumore, fuochi d'artificio». A parte alcune feste «degenerate» che sono state subito placate grazie anche alla collaborazione delle persone che si trovavano sul posto, nel Sciaffusa una persona, «probabilmente la prima dell'anno in Svizzera», si è vista ritirare la patente dopo che degli agenti l'avevano intercettata mentre guidava in modo pericoloso e in stato di ebbrezza. Fermato un minuto dopo la mezzanotte, l'uomo è stato portato in ospedale per degli accertamenti e un'ora dopo ha stabilito «un record inglorioso».

Nonostante i vari incidenti registrati, è stata una notte relativamente tranquilla. Le polizie di Soletta, San Gallo e Zurigo hanno dichiarato che gli interventi non hanno superato il carico abituale.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA