Immobili
Veicoli

BERNAFrontalieri con l'auto privata per lavorare, lo chiede una mozione

24.11.22 - 10:23
Il problema, attuale, pone innumerevoli lavoratori e ditte svizzere di fronte a sfide finanziarie, logistiche e legali.
tipress
Fonte ats
Frontalieri con l'auto privata per lavorare, lo chiede una mozione
Il problema, attuale, pone innumerevoli lavoratori e ditte svizzere di fronte a sfide finanziarie, logistiche e legali.

BERNA - Un frontaliere dovrebbe poter lavorare se necessario utilizzando il proprio veicolo privato e non per forza quello dell'impresa che lo impiega. È quanto auspica una mozione del "senatore" Martin Schmid (PLR/GR) che il Consiglio federale raccomanda al plenum di accogliere.

Con oltre 360 mila frontalieri impiegati in Svizzera, questo problema pone innumerevoli lavoratori e ditte svizzere di fronte a sfide finanziarie, logistiche e legali.

Secondo le disposizioni vigenti, spiega Schmid, l'utilizzo di veicoli privati esteri in Svizzera è ammesso per uso proprio, ma vietato per uso commerciale. In pratica, i frontalieri o i soggiornanti settimanali residenti nell'UE possono utilizzare in Svizzera il loro veicolo imposto e immatricolato all'estero per il tragitto per recarsi al lavoro, ma non durante il tempo di lavoro.

Nel settore delle pulizie, stando al consigliere agli Stati, è consuetudine che gli impiegati si rechino sul luogo di lavoro, ovvero all'immobile da pulire, direttamente da casa, portando anche il materiale necessario, come detergenti e macchine. Nell'ambito del loro rapporto di lavoro, i collaboratori ricevono un'adeguata indennità per l'utilizzo dei loro veicoli privati. A causa delle prescrizioni in vigore tale modo di procedere non è ammesso per i frontalieri e i soggiornanti settimanali, deplora Schmid.

Per le ditte interessate, l'acquisto di veicoli aziendali propri, o addirittura di bus navetta per i collaboratori, non solo rappresenta un notevole onere finanziario, ma le pone anche di fronte a delle sfide logistiche: poiché la maggior parte di esse impiega un gran numero di persone, parcheggiare i veicoli di tutti i collaboratori presso la propria sede richiede troppo spazio. Inoltre, l'utilizzo comune di alcuni veicoli da parte di più collaboratori è difficilmente gestibile dal punto di vista organizzativo, a causa della grande variabilità degli incarichi. Tale situazione, a detta del deputato grigione, riguarda anche altri settori, come ad esempio quello delle costruzioni.

I richiesti adeguamenti delle disposizioni doganali, a parere di Martin Schmid, non solo migliorerebbero le condizioni commerciali delle ditte interessate, ma rafforzerebbero anche la certezza del diritto per i lavoratori e i datori di lavoro. Inoltre, una simile soluzione sarebbe molto più rispettosa delle risorse rispetto, ad esempio, all'acquisto di innumerevoli veicoli aziendali aggiuntivi.

COMMENTI
 
Lorenzo62 5 gior fa su tio
Ci può stare, evidentemente senza rimborso spese che è già ampiamente compensato dallo stipendio svizzero rispetto a quello italiano. Inoltre bisogna considerare che se gli si rimborsa la benzina di lì a poco vorranno i cambi gomme e i tagliandi pagati da noi. Purtroppo è nella loro indole
Swissabroad 5 gior fa su tio
Spiegati meglio, quale sarebbe la loro indole ? Ovviamente affermazione che tende a generalizzare. No perché se per esempio io ti do del somaro non è che devo per forza pensare che tutta la tua stirpe lo sia.
Geni986 6 gior fa su tio
Proposta solo ed esclusivamente in nome della competitività... Il problema di fondo, qui come altrove, sono le CONDIZIONI DI LAVORO! Se tutte le imprese di pulizia garantissero un adeguato tempo per svolgere i lavori, per l'organizzazione e le trasferte, scaricando i costi sui clienti, sarebbero tutti più sereni. Chiaro che TUTTE le imprese di pulizia dovrebbero comportarsi così. Ma vorrebbe dire addio concorrenza spietata sulle spalle dei lavoratori. Quindi no! Guai! Lasciamo che il libero mercato regoli tutto. Che sta andando e andrà sempre tutto bene... 🤷‍♂️
Sarà 5 gior fa su tio
Nel caso di imprese di pulizia c'è inoltre il rischio di chi se ne va in giro con prodotti chimici nel baule...
Mattiatr 5 gior fa su tio
Mah, i prodotti chimici sarebbero comunque nel baule, che sia auto svizzera oppure italiana, tedesca, austriaca o francese.
Muntin 6 gior fa su tio
in settimana lascio la mia casa a un frontaliere così risparmia ancora. basta con queste trovate
vulpus 6 gior fa su tio
Ma quale riduzione di costi e di traffico. In Ticino c'è chi da anni predica la limitazione dei frontalieri e il loro traffico, ma non hanno mai concluso nulla. Sui cantieri sarebbe sufficente che le imprese che assumono frontalieri impongano loro un numero massimo di veicoli privati sul cantiere. Giocoforza mettersi assieme e sicuro che lo farebbero. Ma quanto propone il senatore si potrebbe dedurre che faccia lavorare qualche frontaliere con veicolo targato all'estero e che si abbia beccata qualche multa per questo ( del tipo nascondi la vettura che non ci sono i permessi...)
Webster 5 gior fa su tio
Mio padre 60 anni fà aveva una fabbrica nel Medrisiotto e aveva un pulmino che ogni mattina andava oltre frontiere a raccogliere i frontalieri e li portava a casa la sera. Erano circa una sessantina. Non aveva uno spirito ecologista, perché all'epoca ciò non esisteva, ma semplicemente a quei tempi dolo pochissimi frontalieri possedevano l'auto. Mi domando perché non si possa obbligare le aziende a fare altrettando oggi! Si possono organizzare benissimo dei pulmann anche creando un pool tra aziende.
Swissabroad 5 gior fa su tio
Non so di quale azienda si tratti. Il mio di padre, circa cinquant'anni fa, faceva esattamente quello che tu hai descritto, in una ditta di Castel San Pietro. Guidava il furgoncino e accompagnava a casa le frontaliere (erano quasi tutte donne) che risiedevano tra le province di Como e Varese.
Meganoide 6 gior fa su tio
Come al solito i commenti sono contro i frontalieri a prescindere, senza capire che qui la questione è relativa alla riduzione di costi, traffico (e inquinamento) che si potrebbe ottenere permettendo di usare l'auto privata per lavoro anche ai non residenti. Piuttosto farei notare che la "adeguata indennità" che si percepisce per l'uso dell'auto propria (in Ticino di 0,70 franchi al Km) non copre assolutamente i costi.
Sarà 5 gior fa su tio
Che si spostino con l'auto privata o quella aziendale inquinano comunque. Il fine di questa mozione è unicamente di risparmiare sull'acquisto di auto aziendali. Non è prendersela con i frontalieri, ma in questo modo si aumenta ulteriormente la concorrenza tra il costo di un frontaliere e un residente, con conseguente ulteriore dumping salariale. Se assumono residenti il problema non si pone. Oppure, se sono veramente preoccupati per l'ambiente, organizzino dei trasporti aziendali. Permettendo di utilizzare il veicolo privato per lavoro si preclude a priori di condividere l'auto con colleghi per recarsi al lavoro, generando quindi più traffico.
Sarà 6 gior fa su tio
Notevole onere finanziario? Assumono frontalieri per risparmiare sugli stipendi e ora vogliono ulteriori agevolazioni per ridurre i costi... E' ovvio che una cosa simile andrebbe a svantaggio dei lavoratori residenti. Inoltre l'organizzazione di bus navetta sarebbe auspicabile! "soluzione sarebbe molto più rispettosa delle risorse rispetto, ad esempio, all'acquisto di innumerevoli veicoli aziendali aggiuntivi" E alle risorse dei lavoratori residenti chi ci pensa?
M70 6 gior fa su tio
risolvere il problema non assumendo più frontalieri. .. meno traffico e finalmente lavoro per i residenti
Swissabroad 6 gior fa su tio
Bisogna ve ne sia un numero sufficiente e saperle svolgere però, certe professioni... muratori, medici, camerieri...pensi di trovarli tutti in Ticino ? Mi chiedo in che mondo vivi...
Aka05 6 gior fa su tio
Tu pensi che i residenti siano sufficienti a coprire il lavoro dei frontalieri? Ammesso poi che lo vogliano fare…
F/A-19 6 gior fa su tio
Considerazione totalmente sbagliata, non so che lavoro fai ma dimostri di non conoscere per niente il mondo del lavoro, e poi dove li vai a prendere 80’000 ticinesi oltre a quelli che già lavorano per far funzionare il cantone? Cosa fai, assumi i pensionati e qualche invalido?
MissKirova 6 gior fa su tio
Quindi la sostituzione dei residenti con i frontalieri meno costosi è una leggenda metropolitana?!? Specialmente nel terziario!
Swissabroad 5 gior fa su tio
@MissKirova dal Tagikistan. Chi parla di leggenda metropolitana, chi ha detto questo. Diciamo solo che per far andare avanti la'economia ticinese sarebbe letteralmente impossibile non rivolgersi ai frontalieri. Secondo te esiste in Ticino un numero sufficiente di disoccupati per sostituire i frontalieri nell'edilizia ? Oppure nel settore medico ? E ancora nella ristorazione, oppure nell'ambito delle pulizie e del facility management, Leggi meno fumetti o Il Mattino della Domenica che più che altro è un magazine che barcolla tra il fetish e il delirio tragicomico.
gruzi 6 gior fa su tio
Bei pistola che circolano in quel di Berna
gruzi 6 gior fa su tio
ipoteticamente 360'000 veicoli ?
RobediK71 6 gior fa su tio
Vorrebbe dire una macchina a frontaliere , il traffico ?
prophet 6 gior fa su tio
Solitamente le grosse aziende che si affidano a pulizie esterne hanno nei loro stabilimenti un locale appositamente dedicato per tenere tutto il materiale di pulizia. Inoltre mi chiedo come sia lontanamente immaginabile che qualcuno faccia avanti e indietro, oltretutto varcando una frontiera, con prodotti di pulizia (quindi prodotti chimici) nel proprio baule...baule di auto che certamente non sono adibite al trasporto di sostanze chimiche...per favore...
dan007 6 gior fa su tio
Logico il contrario anche e penalizzato per i ricchi che dichiarano auto di lusso in Svizzera per non farsi baciare dal fisco italiano quindi è normale auto Svizzera resta in Svizzera allora cambiate le regole. Quando affitto un auto a Milano non posso lasciarla a lugano quindi ho si cambia questo paradosso oppure lasciamo così e ognuno prende l’auto sua e basta
Swissabroad 6 gior fa su tio
Puoi lasciarla a Lugano anche se la affitti a Milano stai sereno. Paghi un sovrapprezzo ma puoi.
Rusky 6 gior fa su tio
ecco un altro di area liberale che guarda solo pro saccoccia. Nessuno ti obbliga ad assumere frontalieri.
F/A-19 6 gior fa su tio
Ma senza certi profili molte ditte non potrebbero esistere, il Ticino offre poco ed i nostri giovani sono restii a rimboccarsi le maniche ed a sporcarsi le mani. Personalmente ho fatto molti tentativi con i nostri ma ho rimediato molte delusioni.
Suissefarmer 6 gior fa su tio
se una ditta non dovrebbe esistere bhe perché tenerla aperta? se una cosa non va e la si continua a mantenere solo danni a lungo tempo porterà, guarda dove siamo finiti
Swissabroad 6 gior fa su tio
Uuuu non dirlo altrimenti qua certi si offendono...è la verità ma brucia sentirlo dire. Hai pienamente ragione. Esempio ospedali: come sarebbe possibile trovare solamente ticinesi per tutte le mansioni in tutti gli ospedali del cantone ? impossibile. Mica tutti studiano medicina, anzi. E dalla Svizzera interna se scendono a sud (qualcuno c'è) deve sapere parlare l'italiano. Quanti sono ???
Rusky 6 gior fa su tio
dalla Svizzera tedesca non „scende“ nessuno perchè la paghetta media nelle cure pari a Fr 4mila netti se va bene … è quella in Svizzera tedesca ma lavorando al 50% ahaaa
Swissabroad 5 gior fa su tio
@Rusky detto Rusconi. Ti sei risposto da solo. E poi non biascicano l'italiano, quindi ?
F/A-19 6 gior fa su tio
Una ditta esiste perché i lavori sono richiesti, senza tutte queste ditte di artigianato sono indispensabili per fare girare la ruota altrimenti si ferma tutto, solo in un bacino Lombardo-Veneto con milioni di profili si trovano le persone giuste. Te capii?
matthias87 6 gior fa su tio
se è un frontaliere solo che si reca sul cantiere mi sta bene. ma di solito sono almeno in due e questo aumenta il traffico. e poi in Ticino se guardi fuori dai cantieri e sempre pieno di macchine targate it. perché come sempre la polizia questi controlli non li fa preferisce guadagnare solo con i radar, creando mal contento al proprio cittadino. uguale la Suva che avvisa prima di fare i controlli
Luisssss 6 gior fa su tio
Forse dovrebbero lasciare nel loro paese migliaia di Frontalieri.... Così questi problemi che creano inutilmente i nostri bei politici di Berna, " scaldasedie" Non sussisterebbero....
navy 6 gior fa su tio
Quando tutti i residenti prenderanno i propri stracci e porteranno domicilio nei paesi limitrofi il Consiglio Federale così come tanti politici liberali e liberisti tasseranno i quattro milionari rimasti in CH….così che andranno anche loro. Politica federale così come ticinese in mano a gente incomprensibilmente limitata.
NOTIZIE PIÙ LETTE