Immobili
Veicoli

SVIZZERAZero alcol al volante... anche in Svizzera?

21.10.21 - 07:15
Ci sta pensando il Parlamento dell'Unione europea. Ma la proposta trova sostenitori anche nel nostro paese
Tamedia
Zero alcol al volante... anche in Svizzera?
Ci sta pensando il Parlamento dell'Unione europea. Ma la proposta trova sostenitori anche nel nostro paese

BERNA - Dal 1. gennaio del 2005 in Svizzera il tasso alcolemico massimo consentito al volante è dello 0,5 per mille. Lo stesso vale per la maggior parte dei paesi europei. Ma ora l'Unione europea (Ue) potrebbe fare un passo in più: la tolleranza zero.

Una misura che, una volta adottata nei paesi dell'Ue, potrebbe arrivare anche in Svizzera. E qui il sostegno al provvedimento non sembra mancare. Tra i favorevoli - come riferito dal Tages Anzeiger - si conta per esempio la Fondazione per la sicurezza stradale RoadCross, secondo cui una riduzione del tasso alcolemico massimo porterebbe a un «notevole» incremento della sicurezza per tutti gli utenti della strada. Tale effetto è già stato osservato quando sedici anni fa la tolleranza è scesa dallo 0,8 allo 0,5 per mille: gli incidenti della circolazione erano diminuiti del 40%. Ne è convinto anche il consigliere nazionale PS Matthias Aebischer: «Se il tasso alcolemico massimo viene uniformato in tutta Europa, lo dovrà fare anche la Svizzera: quindi 0,0» afferma.

L'Ufficio prevenzione infortuni (Upi) ritiene invece che una modifica verso il basso del tasso alcolemico al volante non porterebbe a una diminuzione degli incidenti tra «i conducenti esperti». Marc Kipfer, portavoce Upi, spiega che sono pochi gli incidenti riconducibili a un tasso alcolemico compreso tra lo 0,1 e lo 0,5 per mille. Sono casi dovuti piuttosto a distrazione o velocità eccessiva.

La tolleranza zero oggi vale già per i neo-conducenti, durante i primi tre anni dall'ottenimento della licenza di condurre. Una proroga di questa scadenza non servirebbe a molto, conclude Kipfer.

NOTIZIE PIÙ LETTE