SJ Sharks
3
NJ Devils
2
fine
(0-2 : 2-0 : 0-0 : 1-0)
SJ Sharks
NHL
3 - 2
fine
0-2
2-0
0-0
1-0
NJ Devils
0-2
2-0
0-0
1-0
 
 
12'
0-1 ZAJAC
 
 
16'
0-2 GUSEV
1-2 FERRARO
23'
 
 
2-2 SORENSEN
36'
 
 
3-2 COUTURE
61'
 
 
ZAJAC 0-1 12'
GUSEV 0-2 16'
23' 1-2 FERRARO
36' 2-2 SORENSEN
61' 3-2 COUTURE
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 28.02.2020 07:18
keystone-sda.ch (Chris Pizzello)
+ 20
ULTIME NOTIZIE Sport
SUPER LEAGUE
30 min
Servette d'assalto, il Lugano rischia
Davanti ai loro tifosi i granata - che vogliono "tentare" l'Europa - sono reduci da cinque successi consecutivi.
EUROPA LEAGUE
8 ore
Inter sì, Ajax a casa
Piegato il Ludogorets, i nerazzurri sono approdati agli ottavi di finale. Fuori i Lancieri, Porto, Benfica e Sporting.
SERIE A
8 ore
Juve-Inter (e altre) in silenzio, e il ciclismo...
L'allarme relativo al coronavirus ha spinto alla chiusura di cinque stadi e allo stop della gara ciclistica.
EUROPA LEAGUE
10 ore
Il Basilea non stecca
Già chiuso il discorso qualificazione all'andata, contro i ciprioti i renani hanno pensato a "gestire" il match.
NATIONAL LEAGUE
10 ore
Coronavirus: porte chiuse anche a Rapperswil
Come misura preventiva l'incontro di domani sera tra il Rappi e il Lugano si disputerà a porte chiuse
NATIONAL LEAGUE
11 ore
Terremoto a Losanna: cacciato Peltonen
A due giornate dalla fine della regular season i Leoni vodesi hanno firmato un incredibile ribaltone.
FORMULA 1
12 ore
«Vettel è la nostra prima scelta»
La Ferrari ha piena fiducia nel tedesco, nonostante una scorsa stagione al di sotto delle aspettative
TENNIS
13 ore
Piange Belinda
Contro la Kuznetsova, Belinda è rimasta a bocca asciutta
SWISS LEAGUE
13 ore
Rockets a porte aperte
La Raiffeisen BiascArena? Tutto a posto: non chiuderà precauzionalmente a causa del coronavirus
HCAP
15 ore
Ambrì-Davos senza pubblico: ecco le direttive del club biancoblù
Il rimborso del biglietto è possibile rivolgendosi al punto vendita in cui è stato acquistato
HCL
15 ore
Coronavirus, Lugano-Ambrì: istruzioni per l'eventuale rimborso dei biglietti
L’iter si differenzia a dipendenza del canale di acquisto del ticket
LOS ANGELES
28.01.2020 - 08:310

Non solo Bryant: da Petrovic a Marciano, quante lacrime per i drammi dello sport

Lo schianto nel quale ha perso la vita Bryant è solo l'ultimo di una lunga serie di incidenti con un campione come protagonista

LOS ANGELES (USA) - In auto, aereo o elicottero: il mondo dello sport è costellato di tragedie improvvise, legate ai motori, come quella nella quale ha perso la vita Kobe Bryant. La lista è lunga e comprende stelle mondiali e giovani promesse. Impossibile elencarli tutti, ma numerosi sono i casi che hanno fatto piangere migliaia di persone, proprio come sta succedendo in questi giorni con il cestista statunitense.

Ancora nel vecchio millennio un’altra stella NBA, Drazen Petrovic, morì tragicamente in uno schianto in auto. Era il ‘93 e il 28enne croato perse la vita in un incidente stradale quando la VW Golf guidata dalla fidanzata (con lui addormentato sul sedile passeggero) si scontrò con un mezzo pesante.


Keystone (foto d'archivio)

Il nuoto ricorda la morte di Camille Muffat, bronzo agli Europei 2008 nello stile libero, che il 9 marzo 2015 all'età di 25 anni rimase coinvolta in una collisione tra due elicotteri in Argentina. Lo stesso incidente uccise altre 9 persone, tra le quali la velista Florence Arthaud e il pugile Alexis Vastine. Non si può poi non citare il “disastro delle Ande”. Il 13 ottobre 1972 un aereo con a bordo 40 membri e giocatori della squadra di rugby dell’Old Christian di Montevideo, in rotta per il Cile, precipitò appunto sulla catena montuosa sudamericana. Nello schianto e nelle settimane seguenti persero la vita 29 persone. Tanti, troppi anche i calciatori periti nelle circostanze più imprevedibili. Il 3 settembre del 1989 Gaetano Scirea morì in un incidente stradale in Polonia. L'ex libero dell’Italia campione del mondo 1982 era in viaggio di lavoro per la Juventus: avrebbe dovuto visionare una partita del Gornik Zabrze. Nel 2002 toccò a Jason Mayele, attaccante del Chievo, che perse il controllo della sua auto. Nel 2001 una caduta in motorino vicino al centro sportivo del Bologna fu fatale a Niccolò Galli, figlio dello storico portiere di Fiorentina e Milan. Non si può poi dimenticare quanto accadde nel 1967 a Luigi Meroni. L'allora ala 24enne del Torino attraversò avventatamente Corso Re Umberto, fu investito (dal futuro presidente granata Romero) e morì quella stessa sera.


Keystone

Il caso più recente riguarda il bomber argentino Emiliano Sala, inabissatosi nella Manica poco più di un anno fa - il 21 gennaio 2019 - mentre volava a bordo di un Piper verso Cardiff per fare le visite mediche con la squadra che l'aveva appena acquistato. Tra le tragedie collettive rimarranno invece impresse per sempre nella memoria quella di Superga, che nel 1949 cancellò il Grande Torino, ma anche il disastro all’aeroporto di Monaco, dove nel 1958 morirono 23 persone dello staff del Manchester United tra cui 8 giocatori. Il caso più recente è ad ogni modo quello della Chapecoense: nel 2016 l'aereo che stava trasportando la squadra brasiliana in Colombia per disputare la finale della Coppa Sudamericana cadde. Solo 6 dei 77 passeggeri si salvarono. 


Keystone

Tra i pugili una morte violenta toccò a Marcel Cerdan, perito in un incidente aereo nel 1949 mentre andava a combattere negli Usa, ma soprattutto Rocky Marciano, una delle leggende del pugilato. Quello che molti ritengono il miglior pugile di tutti i tempi, scomparse nel 1969 il giorno prima del suo quarantaseiesimo compleanno: precipitò insieme con il pilota del suo aereo privato, durante un volo condotto in condizioni atmosferiche proibitive.

keystone-sda.ch / STF (Eric Gay)
Guarda tutte le 24 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-28 07:30:59 | 91.208.130.86