tipress
CANTONE
13.05.2021 - 20:000
Aggiornamento : 14.05.2021 - 06:42

«Qui ballano tutti, tranne noi»

Le discoteche ancora una volta escluse dagli allentamenti. Alcune aziende sull'orlo del fallimento

Paolo Franzi (Underground): «In Ticino pochi locali, l'impressione è di essere stati dimenticati»

LUGANO - Una volta erano le ultime a chiudere, in pista fino all'alba. Adesso sono le ultime a riaprire. Ormai lo si è capito, ma la delusione «è comunque forte». Le discoteche sono le grandi escluse nelle danze a cui ha dato il via ieri il Consiglio federale: gli allentamenti previsti per fine maggio toccano un po' tutti i settori, compresi i grandi eventi fino a 300 persone, con l'espressa eccezione delle «manifestazioni di ballo».

La notte insomma è ancora lunga per chi lavora nel campo, come Paolo Franzi della discoteca Underground di Lugano. «Abbiamo chiuso i battenti ad ottobre e temo che durerà ancora fino ad agosto». Una brutta notizia, anche perché «abbiamo ricevuto aiuti di rigore per soli quattro mesi». Ondata dopo ondata i mesi sono diventati otto e «la luce in fondo al tunnel è ancora lontana» ammette l'imprenditore. «L'impressione è che tutti stiano già festeggiando, tranne noi».   

Franzi e colleghi hanno dovuto attingere ai risparmi personali per coprire le spese fisse. «Bollette e affitto pesano molto sul bilancio, e spesso i padroni delle mura non dimostrano grande comprensione». Una situazione «insostenibile alla lunga» che avrebbe già portato alcune società sull'orlo del fallimento. «La gente vorrà avere senz'altro dei luoghi dove andare a festeggiare dopo la pandemia. Il rischio è che alcuni non riaprano più» conclude Franzi. «In Ticino le discoteche a differenza di bar e ristoranti non fanno numero: e la sensazione è di essere stati un po' dimenticati».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 4 mesi fa su tio
È tornata l'inquisizione, le discoteche sono luoghi di ritrovo per atei, untori e forse anche qualche strega!
Evry 4 mesi fa su tio
trovate delle alternative o un posto all'aperto e basta con le continue lagne, auguri
Diablo 4 mesi fa su tio
Mi piacerebbe chiedere a chi mette la faccina che ride , cosa ne pensa
ceresade36@gmail.com 4 mesi fa su tio
Mi spiace per i propitari di questi posti .lavoravano bene loro noi ci divertivamo un puo di svago adesso pero doviamo fare il valo a casa💃🕺👯‍♂️
GreenPick 4 mesi fa su tio
@ceresade36@gmail.com non sono i proprietari che hanno lavorato bene... ma è la confederazione che ha deciso che la gente non poteva più divertirsi... i piani di sicurezza c'erano ed erano efficaci... ma per un "bene comune" chiudiamo tutto...
Gus 4 mesi fa su tio
Tutti a piangere. Ma prima hanno pianto, senza indennizzi, i parenti dei morti
GreenPick 4 mesi fa su tio
@Gus la gente muore tutti i giorni per svariati motivi... ci sono motivi dove la gente morta è decisamente superiore ai morti di covid... eppure il mondo non si è mai fermato... e mai si fermerà...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 01:18:45 | 91.208.130.89