Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE / SVIZZERA
36 min
FNAC sbarcherà anche in Ticino
Prevista nel 2022 l'apertura di due filiali: a Balerna e a Lugano
MENDRISIO
1 ora
I negozi del Borgo tremano per i prezzi dell'autosilo
Una tariffa di 13 franchi per 5 ore di parcheggio. È polemica sulla struttura di Piazzale alla Valle.
LUGANO
1 ora
Gran premio ciclistico in città, ecco le restrizioni stradali
La gara avrà luogo questa domenica 27 giugno. La polizia indica limitazioni e sbarramenti.
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
I ticinesi guidano l'auto peggio di chiunque altro
A sud delle Alpi avviene il 20% in più di incidenti rispetto alla media nazionale, secondo i dati raccolti da Axa.
CANTONE
3 ore
«Dobbiamo aggiornare i vostri dati...», ma in verità vi rifilano un contratto
Torna l'inganno che prova a far sottoscrivere un abbonamento indesiderato fingendo di aggiornare la mappa della città.
RIVA SAN VITALE
9 ore
«Sono semplicemente allibito»
Lo sfogo del proprietario del veicolo affondato nel Ceresio. «Ragazzate? Non è un'attenuante»
CANTONE
13 ore
«I ticinesi diffidenti all'inizio, ma poi aperti agli stranieri»
Il Delegato all'integrazione Attilio Cometta passa il testimone e traccia un suo personale bilancio
CANTONE
14 ore
Un nuovo presidente per Pro Natura Ticino
Si tratta di Daniel Ponti, che sostituisce Claudio Valsangiacomo
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
15 ore
Le macerie dell'ex Macello davanti al Governo
Una cinquantina di persone hanno protestato davanti a Palazzo delle Orsoline durante la seduta di Gran Consiglio.
CANTONE
04.01.2021 - 07:410
Aggiornamento : 16:36

Non solo mamma, c'è anche il papà: è «un cambiamento ideologico»

Dal 1. gennaio è scattato il nuovo diritto al congedo, un «momento storico per la politica famigliare svizzera»

Ma il sindacato OCST ha intenzione di «vigilare su situazioni in azienda che potrebbero disincentivare l'utilizzo del congedo».

BELLINZONA - Il congedo paternità è realtà. Una gioia per i bimbi nati dalla mezzanotte del 1. gennaio 2021 e le loro famiglie. Un progresso sociale altamente celebrato, che rappresenta anche un cambio culturale importante per il nostro Paese. La società, infatti, passa dal non prevedere nulla (o quasi) al riconoscere il ruolo e l’importanza del papà “a casa” nei primi mesi di vita del bambino. Ed è proprio la reazione a questo mutamento a destare qualche preoccupazione.

Dal voto (era il 27 settembre) a oggi sono molte le domande poste da futuri padri al sindacato OCST. «Da parte nostra monitoreremo la situazione per evitare che questo momento di gioia si trasformi in uno strumento di pressione da parte di alcuni datori di lavoro allo scopo di disincentivare l’utilizzo di questo congedo», ha dichiarato il vicesegretario regionale Giorgio Fonio. Che aggiunge: «Io sono convinto che la stragrande maggioranza delle aziende è felice di poter contribuire, ma ci saranno alcune situazioni in cui i datori di lavoro faranno fatica a capire che il suo dipendente mancherà dal lavoro qualche giorno».

Ma si tratta di un (nuovo) diritto. Che come tale è "facoltativo": è cioè il lavoratore a decidere se e quando prendere congedo. E il neo papà potrebbe decidere di non usufruirne o di limitarsi a chiedere meno di dieci giorni, anche a causa di pressioni o paure. Ed è su queste situazioni che il sindacato intende vigilare. «La vera “problematica” è più che altro culturale, ideologica. Ma non dobbiamo dimenticare che è un enorme passo avanti - aggiunge Fonio -. E dieci giorni sull’arco di sei mesi non rappresentano un problema per le aziende. Mentre i papà potranno partecipare, ad esempio, alla prima visita dal pediatra o all’inserimento al nido». Per il datore di lavoro, inoltre, non rappresenta un costo: la compensazione è fissata all'80% del reddito attraverso il regime di indennità per perdita di guadagno.

«È un momento storico per la politica famigliare svizzera - conclude Fonio -. Che il 2021 sia davvero l’inizio di una società che riconosce non solo il ruolo della mamma, ma anche quello del papà presente nella vita familiare nel momento straordinario dell’arrivo di un bambino».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-19 5 mesi fa su tio
Un’altra aggravio per chi fa impresa, vorrà dire che il costo della vita aumenterà ancora di più e la competivita’ diminuirà isolandoci sempre più dal mercato mondiale. Sempre peggio.
seo56 5 mesi fa su tio
No comment!!
Volpino. 5 mesi fa su tio
Giusto perché i bambini in tenera età hanno bisogno di compensazione emotiva per crescere equilibrati, altrimenti diventano mammoni.
Ffc 5 mesi fa su tio
In merito ad un articolo precedente che non posso più commentare: Il Signore ti viene incontro? Di chi parliamo? Yahweh? Yahweh si occupava sono di Israele (Giacobbe) e dei suoi discendenti; del resto del mondo non glie ne fregava nulla e andava ammazzato. Se mi venisse incontro, sarebbe per starminarmi, cosa che faceva secondo quello che ci dice tutta la Bibbia. I suoi appetiti? Beveva 5 litri di vino al giorno e guarda caso il Vaticano é lo stato con più richieste di vino al mondo.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-22 09:30:53 | 91.208.130.87