ULTIME NOTIZIE Ticino
BLENIO
3 ore
«Rilanceremo il cioccolato della Cima Norma»
Gastronomia e cultura. Ecco l’affascinante progetto di Abouzar Rahmani, 39 anni, imprenditore di Morcote.
CANTONE
3 ore
«Annunciarsi in ritardo è da furbi»
La hotline per chi rientra da paesi a rischio Covid lavora a pieno ritmo. Ma non mancano i problemi
BEDRETTO
10 ore
Moto completamente distrutta dalle fiamme
L'incendio si è sviluppato oggi attorno alle 21 sulla strada del Passo della Novena
FOTO
LOCARNO
11 ore
Il festival ai tempi del coronavirus: è cominciato Locarno 2020
La 73esima edizione è stata inaugurata stasera al GranRex. Fino al 15 agosto saranno proiettati 121 film (anche online)
CANTONE / SVIZZERA
15 ore
Soggiorni linguistici: ESL chiude metà delle filiali
Per il futuro è inoltre prevista una collaborazione col tour operator Kuoni
CANTONE
15 ore
Il servizio postale? «Va rafforzato, non smantellato»
Il Partito Comunista prende posizione sulla proposta di Avenir Suisse di diminuire i giorni di consegna
BELLINZONA
17 ore
Con il martello dentro al Selecta
Qualcuno ha distrutto il vetro del distributore automatico, rubando parte del contenuto.
MENDRISIO
19 ore
Acqua potabile, 4,5 milioni per un nuovo pozzo
È la richiesta di credito avanzata dal Municipio per la captazione dalla falda in zona Prati Maggi.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
19 ore
Centauro ferito in via Lugano
La moto si è scontrata con un'auto, per poi finire contro un altro veicolo che circolava in senso opposto
CANTONE
20 ore
La Vallemaggia reclama le sue "G": «È una questione di sicurezza»
L'Associazioni dei comuni ha scritto a Swisscom denunciando la scarsa copertura della rete telefonica mobile.
CANTONE
20 ore
Mobbing in Procura federale: «Ci rimette il Ticino?»
Giorgio Fonio e Boris Bignasca interrogano il Consiglio di Stato in merito alla situazione denunciata da due dipendenti
FOTO E VIDEO
CALANCA (GR)
21 ore
Parco Val Calanca a gonfie vele: «Natura selvaggia e incontaminata»
Il progetto sta vivendo un'ottima (prima) stagione estiva e si candida come Parco naturale regionale.
CANTONE
23 ore
Affitti in calo, grazie al Covid
In Ticino e in particolare a Lugano le pigioni stanno calando
LUGANO
23 ore
Villa Castagnola punta sulla sostenibilità
Utilizzo di energia idroelettrica ed eliminazione della plastica monouso per il 135° compleanno del Grand Hotel
AIROLO
23 ore
Gottardo chiuso per una panne
Un veicolo ha bloccato la galleria. Traffico deviato
CANTONE
1 gior
Covid-19: tre nuovi casi in Ticino
Salgono a 3'445 i contagi registrati nel nostro cantone da inizio pandemia. Le vittime sono 350.
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
Oltre 570 auto truccate intercettate dalla polizia
Nel post-lockdown in tutta la Svizzera sono stati intensificati i controlli. In Ticino il fenomeno è stabile
LOCARNO
1 gior
Parte il Pardo, ma la città se n'è (un po') dimenticata
Vetrine spoglie e strade "nude" per un'edizione speciale che è luogo d'incontro online, ma non trascura le sale.
CANTONE
1 gior
Primo agosto in fattoria: in Ticino 3'200 ospiti
Quest'anno a causa della pandemia il brunch ha visto la partecipazione di 31 aziende
CANTONE
1 gior
«Albergatori ticinesi coscienziosi»
Per Trotta è importante fidelizzare la clientela. Un aumento ulteriore dei prezzi sarebbe stato controproducente
LUGANO
26.06.2019 - 06:020
Aggiornamento : 01.07.2019 - 12:00

Novanta alloggi per studenti e un ristorante al posto del teatro

In via Boscioro a Viganello è previsto un progetto immobiliare da 8,9 milioni di franchi. Saranno demoliti due stabili che ospitano, tra l’altro, lo spazio artistico indipendente Il Cortile

LUGANO - A partire dall’anno accademico 2020/21 il nuovo campus universitario USI-SUPSI di Viganello accoglierà ogni anno oltre un migliaio di iscritti. Nelle immediate vicinanze si scommette dunque sul business degli alloggi ammobiliati per gli studenti: in via Boscioro sorgerà infatti uno stabile di sette piani con novanta appartamenti monolocale, un ristorante e un’autorimessa disposta su due piani interrati con cinquanta parcheggi. L’investimento previsto è di 8,9 milioni di franchi.

Demolizione in vista - Un progetto, come si evince dalla domanda di costruzione della Lugano Campus SA in pubblicazione fino al prossimo 9 luglio all’ufficio tecnico cittadino, che prevede la demolizione di due edifici costruiti nella seconda metà del secolo scorso. E che in questo modo potrebbe mettere a repentaglio l’attività futura dello spazio artistico indipendente Il Cortile, che in uno degli stabili dispone di uno spazio teatrale con settanta posti a sedere e un palcoscenico di settanta metri quadri.

Quale futuro per Il Cortile? - Per ora il direttore artistico Emanuele Santoro si mostra comunque tranquillo: «Innanzitutto vediamo come prosegue il progetto. E capiremo fino a quando potremo continuare l’attività». Si parla di una realtà che propone una ventina di spettacoli all’anno. E che nell’ambito dei corsi teatrali per bambini e laboratori coinvolge tra le cinquanta e le sessanta persone. «Non è comunque una realtà che si può fermare così» ci dice ancora Santoro.

Il progetto - Tornando al progetto: tutti e novanta gli appartamenti - come descritto nella domanda di costruzione - saranno composti da un ingresso, una minicucina a parete, un bagno con doccia e una zona giorno/notte che si affaccia su un balcone. La struttura disporrà inoltre di un’area comune con zona relax e fitness a uso esclusivo degli studenti. Sul tetto saranno installati dei collettori solari e lo stabile sarà allacciato alla rete di teleriscaldamento.

Un’altra casa per studenti - Altri alloggi per studenti (con altri promotori) avrebbero dovuto sorgere, sempre a Viganello, all’angolo tra via la Santa e via Merlina. Anche in questo caso si trattava di uno stabile di sette piani (per 56 camere singole) e con autorimessa interrata. Per la sua realizzazione avrebbe dovuto essere demolita la struttura che attualmente ospita il ristorante/pensione La Santa. La relativa domanda di costruzione era stata pubblicata la scorsa estate, ma per ora i promotori hanno ritirato il progetto a causa di due opposizioni e soprattutto di una questione pianificatoria.

Qualidomus SA
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-18 1 anno fa su tio
Bel progetto, mirato a studenti, direi che questa è la direzione se si vuole una città universitaria, un plauso ai promotori.
Michele Dotta 1 anno fa su fb
altro scempio edilizio ...... ma dove sono i nostri pianificatori? possibile che oggigiorno sia ammesso qualsiasi forma architettonica? questa costruzione sembra un insieme di cubetti lego .....
Axel12 1 anno fa su tio
Una casa per gli studenti servirà di sicuro ma il progetto è terribile più che alloggi per studenti sembra un albergo sul lungomare di Miami o di Riccione (tanto di moda negli ultimi anni). La vera architettura in Ticino è sempre più relegata a interventi di nicchia mentre le città vengono costruite da sti speculatori modaioli.
Sabina Campi 1 anno fa su fb
Non e' che stanno costruendo un po' troppo?
Ines Weber 1 anno fa su fb
Bello 🤗
Leonard Qakolli 1 anno fa su fb
Bekim Idrizi
Daniele Scano 1 anno fa su fb
Peccato leggere certi commenti, proponiamo Lugano come città universitaria e se arriva un progetto al passo con i tempi e le esigenze degli studenti si inizia a criticare senza sapere. Si scrive al posto del ristorante una biblioteca? Se si vede il progetto è previsto un ampissimo spazio di studio e socializzazione per studenti al piano terra, il ristorante sarà aperto ma ovviamente dedicato in primis ai ragazzi. Le finiture sono di estremo pregio, è un immobile che rispetta tutti i più alti standard energetici. Gli studenti vivranno in un bel posto e potranno fare una vera esperienza di Campus come avviene in tante città e in tante nazioni. Il tutto senza intaccare neanche un angolo di verde in città. E per quanto riguarda i commenti che serve solo a far lavorare le grandi aziende, è un progetto che nasce da ex studenti USI e SUPSI a cui piace l’idea di una vera città universitaria. Se vogliamo attrarre studenti il pubblico e il privato devono investire, ben vengano progetti funzionali all’obiettivo di un Ticino attrattivo.
Katja Patuzzo Pellini 1 anno fa su fb
Bel progetto e bellissima idea! Lugano DEVE stare al passo dell USI, che per fortuna cresce!
Antonio Cavadini 1 anno fa su fb
Il ristorante mancava ...in Ticino abbiamo 1 esercizio pubblico ogni 120 abitanti neonati compresi
Sarah Ninna 1 anno fa su fb
Invece di un ristorante, forse sarebbe stata meglio una biblioteca, o cmq un luogo di studio visto che gli alloggi sono per gli studenti.. No? Di ristoranti ce né sono fin troppi
Zico 1 anno fa su tio
Il ristorante avrà prezzi bassissimi perchè il resto ce lo metterà il comune o il cantone. concorrenza sleale? ma per il momento tutti zitti e mosca!
RobediK71 1 anno fa su tio
L importante investire sul sicuro
franco1951 1 anno fa su tio
Avanti tutta ad abbattere teatri e scuole di teatro, notoriamente covi di sovversivi!!! Ma va là, la cultura a Lugano pare significa LAC e basta, almeno i fatti dicono questo! Giù il Cittadella, demolito il Cortile e la sua scuola, spazzato via il MAT con i suoi 600 studenti. Finalmente tutto sotto controllo. Il Cortile l'ho visto nascere e crescere ed ha sempre proposto un'attività valida e interessante. Dapprima con spettacoli dialettali e poi con Santoro, un attore veramente in gamba. Tristezza, grande tristezza!
senzapretese53 1 anno fa su tio
la percentuale di sfitti in Ticino è più alta che nel resto della Svizzera, almeno secondo notizie apparse di recente; una situazione che non si presta al caso?
Consuelo Ermani 1 anno fa su fb
Bel progetto per una Lugano che vuole essere città universitaria, che purtroppo al momento non ha strutture con alloggi per studenti. Da apprezzare che non si vanno ad intaccare nuove aree verdi ma si demolisce uno stabile vecchio. Per l'attività teatrale amatoriale si troverà un nuovo spazio...
Caroline Meyer 1 anno fa su fb
Consuelo Ermani con tutti gli appartamenti sfitti che ci sono a Lugano e dintorni, direi che bastano.
Consuelo Ermani 1 anno fa su fb
Si tratta di un progetto dedicato alle esigenze degli studenti, con risto-bar comodo, sala fitness interna...in tutte le grandi città esistono le student house...se gli appartamenti proposti a Lugano e dintorni sono sfitti ci sarà un motivo: costi non proporzionali all'alloggio proposto, vetusti, scomodi all'Università...
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Eh certo vetusti ????? Ma si ę fatta un giro per lugano recentemente ??? Scomodi ???? Lugano non è una metropoli ( 64 000 abitanti circa). L' affitto inoltre si puo dividere.......non raccontiamoci favole , devono far lavorare le grosse imprese punto.
Riccardo Lopes 1 anno fa su fb
Laura Bernasconi io si, mi son fatto un giro per Lugano e posso dire che stanno buttando giù un po’ di palazzi per costruirne di nuovi e molti invece sono ancora da ristrutturare (soprattutto in zona università). Inoltre un po’ di conoscenti che studiavano all’università stavano in tuguri grandi come una piccola cameretta per un prezzo del tutto eccessivo. Io stesso vivo in un palazzo dove sono stati fatti dei lavori di assestamento in quanto presentava molte crepe e problemi di umidità, hanno aumentato il prezzo degli affitti e gli stessi problemi sono ricomparsi perché i lavori sono andati sul risparmio è scarsa qualità... la gente qui se ne approfitta. Quindi ben venga che qualcuno pensa agli studenti che arrivano da fuori o da altre parti del Ticino facendosi ore di viaggio.
Consuelo Ermani 1 anno fa su fb
Cara signora Bernasconi sono a conoscenza del tipo di affitti che girano a Lugano e dintorni : appartamenti monolocali a cifre spaventose, alloggi con muffa e vetusti spacciati per soluzioni "comode"...si informi meglio lei...grazie al cielo l'USI non "vive" di soli studenti autoctoni e non tutte le proposte immobiliari sono orrore e "chissà che interessi ci sono dietro". Una cosa che tiene viva la città é l'Università e la presenza di studenti visto che a livello turistico-culturale i numeri sono quelli che sono...
Claudia Pizzi 1 anno fa su fb
Tirano giù un teatro? Orrore.
Riccardo Lopes 1 anno fa su fb
Claudia Pizzi vada a vedere che teatro è e poi capirà che non è questa gran cosa. Il Cortile, per quanto io stesso ho partecipato ad uno spettacolo lì dentro, non è molto adatto ad accogliere tanta gente (ci sono dai 50 ai 70 posti a sedere massimo), è un buco e lo stabile è vecchio. Inoltre lì da parte stanno costruendo la nuova sede usi-supsi che come si può ben vedere accoglierà molti studenti siccome altre sedi verranno chiuse e centralizzate proprio lì. Ho conoscenti che sono in alloggi in zona molino nuovo e lasciano al quanto a desiderare, dunque ben venga questo progetto proprio dietro l’università.
Patty PozziMorelli 1 anno fa su fb
Claudia Pizzi diciamo che come teatro non era il massimo, non più a norma è molto piccolo.
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Fa e descfaa l' è tüt lauraaa , un altro orrore vetro cemento, come quella specie di cubicoli a Paradiso. Che ho poi scoperto essere un albergo de lusss 😂😂😂
Vania Bettosini 1 anno fa su fb
Un ristorante? Già tirano a campà quelli che ci sono... 🙄🤔
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-06 09:46:15 | 91.208.130.89