Segnala alla redazione
Ti Press
OSPITE
01.03.2017 - 12:000
Aggiornamento : 15:22

Presunto amianto presso l’asilo di via Terzerina, la commissione di quartiere prende l’iniziativa

Luca Campana, presidente commissione di quartiere, Pregassona

Un edificio privato, parzialmente disabitato, con tettoia fatiscente alla quale sono stati rimossi e sostituiti alcuni pannelli di plastica con lastre di Eternit, ha recentemente avuto ampio risalto mediatico, finendo in prima pagina su di un blog nostrano (TIO).

La commissione di quartiere di Pregassona, sollecitata da numerose segnalazioni, tra cui, diversi genitori preoccupati per la salute dei propri figli, ha deciso di agire prontamente; inizialmente  con un sopralluogo,   il quale ha mostrato una situazione anomala, che nello specifico mostra, sopra ad una struttura sufficientemente stabile,  un tetto “quello del deposito” che presenta  incognite relative alla sicurezza in quanto le lastre di eternit dal peso maggiore a quelle sottostanti più leggere, sono scivolate di circa mezzo metro avvicinandosi in modo ambiguo al perimetro della parcella dell’asilo.

Contattato il proprietario che si è reso disponibile fin da subito al colloquio, nonostante le riserve sul nostro mandato e per l’amarezza di essere stato, a suo dire, sbattuto in prima pagina “con tanto di fotografia dell’immobile”e dopo un  nutrito  scambio di idee  alimentate  dal nostro timore di una possibile contaminazione,  alla fine della discussione si è concordato che: entro la fine di marzo le lastre di eternit saranno sostituite con pannelli plastificati e in un futuro prossimo “non meglio specificato” la struttura dello stabile verrà parzialmente ristrutturata.

Riteniamo importante menzionare le ragioni del proprietario indipendentemente dai timori generati, in quanto pur avendo proposto noi della commissione di eseguire un’analisi di frammentazione delle lastre per capirne il contenuto, lo stesso ha deciso privatamente di sostituirle, anche se intatte e di recente produzione.

Abitualmente l’autorità locale invita i proprietari a programmare a medio termine, sempre per quanto riguarda i rischi da amianto, la sostituzione quando vi è una marcata compromissione dei materiali con il relativo smaltimento (conformità OTR) in sicurezza ( prescrizioni SUVA).

In Svizzera l’amianto è stato importato e usato fino al 1990. Finché è saldamente inglobato in altri materiali di costruzione ed integro, l’amianto (se presente) non rappresenta una minaccia.

Lo stesso inoltre, vorrebbe togliersi anche qualche sassolino dalla scarpa, precisando che non è solito lamentarsi per le frequenti  invasioni nella sua proprietà da parte di estranei (che posteggiano nel suo mappale) e di bambini che lanciano sassi sul caseggiato.

Ambasciatore non porta pena, qualche risultato positivo dunque sembra essere  stato raggiunto, la commissione di quartiere resta vigile sul caso concreto e soprattutto resta a servizio della popolazione.

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 04:00:35 | 91.208.130.89