Immobili
Veicoli
Reuters
ULTIME NOTIZIE Economia
ITALIA
7 ore
La carica dei 500mila: guardavano Sky senza pagare il servizio
Smantellata un'organizzazione dedita alla diffusione illegale via internet dei segnali criptati delle PayTv
STATI UNITI
8 ore
Le chitarre di Lennon e la bozza di “Hey Jude” all'asta ma tranquilli: non sono reali
Perché sono degli NFT, a metterli in vendita uno dei figli di John, Julian: «Bello condividere l'eredità di famiglia»
SVIZZERA / SPAGNA
11 ore
Ecco gli NFT di Picasso: «Un omaggio alla sua creatività»
I membri della famiglia del celebre artista hanno deciso di mettere in vendita delle opere digitali (NFT)
CANTONE
13 ore
Nuovi record per Interroll
Le vendite sono salite in un anno del 20,6%, mentre le nuove commesse sono aumentate del 43,9%
EL SALVADOR
14 ore
«Rimuovete il Bitcoin quale valuta legale»
Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha esortato il Governo salvadoregno a fare marcia indietro
REGNO UNITO
17 ore
«Annunci fuorvianti», rimosse le pubblicità di un latte vegetale
Affermazioni contenute nelle pubblicità non erano sufficientemente precise e risultavano ingannevoli per i consumatori
STATI UNITI
19 ore
Microsoft sopra le attese, ma cala a Wall Street
Il colosso di Redmond ha sperimentato un aumento dei ricavi del 20%. L'utile netto è salito del 21%.
ITALIA
1 gior
Da Milano a Cagliari senza Green Pass, passando da Barcellona
Per viaggiare in aereo su suolo italiano bisogna essere vaccinati o guariti, lo stesso non vale se si passa dall'estero
SVIZZERA
1 gior
Holcim saluta il cemento, che va in Irlanda del Nord
Il gruppo elvetico sta riducendo la sua presenza nel settore del cemento
SVIZZERA
03.01.2022 - 14:550

Auto: vendite stabili nel 2021, ma inferiori al periodo pre-pandemia

Tuttavia la domanda è aumentata notevolmente rispetto al 2020

BERNA - Le vendite di automobili in Svizzera sono rimaste stabili nel 2021, restando ancorate a valori sensibilmente inferiori a quelli pre-pandemia: sono state immatricolate 238'481 vetture nuove.

Rispetto al 2020 si registra un aumento dello 0,7%, ma nel confronto con il 2019 va messa a referto una flessione del 23,4%, emerge dai dati pubblicati oggi dall'associazione degli importatori Auto-Svizzera.

L'organizzazione ricorda come il 2021 sia stato caratterizzato da difficoltà di consegna, a causa della carenza di componenti elettronici nella produzione di veicoli e delle restrizioni ai trasporti internazionali. Il bilancio presenta però anche aspetti positivi: per esempio la domanda è aumentata notevolmente rispetto al primo anno della pandemia.

La quota delle motorizzazioni ibride o alternative ha fatto un balzo al 45%, contro il 28% dell'anno precedente. Contemporaneamente i propulsori a benzina sono calati dal 50% al 42% e i diesel dal 22% al 14%. Si conferma peraltro l'amore degli svizzeri per la trazione integrale: la quota delle vetture 4x4 si è attestata al 48%, solo lievemente più bassa del 50% dell'anno prima.

«Dall'inizio della crisi dei chip i produttori e gli importatori di veicoli hanno costantemente favorito i modelli a trazione elettrica nella produzione e nella consegna», osserva Christoph Wolnik, portavoce di Auto-Svizzera, citato in un comunicato. «Questa strategia ha dato i suoi frutti negli ultimi mesi e si riflette ora anche nelle cifre annuali». Le immatricolazioni di vetture con trazione alternativa hanno raggiunto per la prima volta un numero a sei cifre, 106'149.

Inoltre per la prima volta le auto puramente elettriche hanno superato il 10%, issandosi al 13,3%: una percentuale che, stando a Wolnik, pone la Svizzera sicuramente fra i primi dieci paesi europei nel campo e forse anche tra i primi cinque. Ora bisogna assicurarsi che l'espansione delle opzioni di ricarica possa tenere il passo con l'elevato tasso di crescita: è anche una sfida per il mondo politico, sostiene l'addetto stampa.

Come sempre interessante è la classifica dei singoli marchi: primeggia Volkswagen (26'400 vetture vendute nei dodici mesi), davanti a Mercedes (21'600), BMW (20'900), Skoda (18'700), Audi (17'000), Seat/Cupra (12'800), Toyota (10'600), Renault (8800), Ford (8400) e Hyundai (8200). Segue il marchio forse più conosciuto nel settore dell'auto elettrica, Tesla (6500), che presenta una crescita annua del 7%, superata comunque - fra i principali attori del mercato - da Hyundai (+29%), Toyota (+21%) e Audi (+15%).

Riguardo al 2022 Auto-Svizzera spera che si possano superare i problemi di consegna. «I tempi lunghi e le relative incertezze stanno causando difficoltà all'intero settore», spiega Wolnik. «Non siamo abituati al fatto che la domanda di veicoli nuovi sia significativamente più alta dell'offerta». L'associazione ritiene comunque che la situazione potrebbe migliorare al più tardi nella seconda metà del 2022. Questo permetterebbe anche un ulteriore aumento delle immatricolazioni di vetture a trazione alternativa, cosa che è un obiettivo dichiarato di Auto-Svizzera.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-27 03:09:34 | 91.208.130.89