Tipress (archivio)
LOCARNO
08.08.2019 - 13:450

Concreti passi avanti per parco Balli e autosilo

Il Municipio di Locarno ha licenziato un messaggio per l'adozione di una variante al piano regolatore nel centro storico: «Più verde e più spazio per i cittadini»

LOCARNO - Il Municipio di Locarno - nella propria seduta settimanale - ha licenziato un messaggio per l'adozione di una variante al piano regolatore nel centro storico, volta a permettere la realizzazione di un'autorimessa e di un parco pubblico nell’area ex-Balli. «È un’occasione unica - precisa il vicesindaco Paolo Caroni - per creare un parco verde aperto a tutti nel cuore della Città Vecchia e per risolvere al contempo alcuni dei problemi del quartiere».

Come quello della scarsità di parcheggi. «Aumentando e riunendo i posti auto a disposizione grazie all’autorimessa sotterranea - continua il capodicastero pianificazione e mobilità - si manterrà una buona raggiungibilità di commerci e abitazione, ma si creeranno spazi più fluidi, fruibili e belli». Bello è il termine che più sta a cuore all'esecutivo locarnese che era divenuto proprietario dell'ex Parco Balli nel dicembre 2016. «Questa variante permetterà di offrire un’area di svago e ristoro nel cuore della Città e di riqualificare alcuni spazi pubblici e piazzette di Città Vecchia, spostando gli attuali posteggi nella futura autorimessa».

Il progetto - Il concetto pianificatorio prevede infatti la creazione di un parco mantenendo l’attuale area verde con i suoi elementi costitutivi (come la scalinata d’accesso dall’edificio limitrofo e la pregevole struttura denominata orangerie), e la costruzione di un’autorimessa interrata (indicativamente su due piani) edificata sotto una parte della superficie del parco così da permettere la posa di piante ad alto fusto. Accanto all’autorimessa verranno pure realizzati i servizi igienici pubblici, un centro di raccolta rifiuti differenziato e una fermata del trasporto pubblico.

Tale progetto non può prescindere dai vincoli finanziari a cui deve far fronte l’Amministrazione comunale. Per questo, le prossime fasi del progetto sono state elaborate anche con l’obiettivo di rendere sostenibile l’acquisto del mappale al prezzo del terreno edificabile, giustificando la spesa di 6 milioni di franchi per il mantenimento del parco in superficie. La palla ora passa al Consiglio Comunale che dovrà approvare il Messaggio. «In seguito - conclude il Municipio - sarà possibile dare avvio al concorso pubblico per individuare la miglior soluzione progettuale per realizzare quest’opera così importante e centrale per tutta la Città di Locarno».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-14 05:38:08 | 91.208.130.86