Immobili
Veicoli

CONFINE«La situazione è difficile, ma gli allarmismi non servono»

10.11.20 - 18:31
Il direttore generale della Asst Lariana ha corretto il tiro del direttore sanitario dell'Ospedale Valduce.
Keystone
CONFINE
10.11.20 - 18:31
«La situazione è difficile, ma gli allarmismi non servono»
Il direttore generale della Asst Lariana ha corretto il tiro del direttore sanitario dell'Ospedale Valduce.
La presa a carico dei pazienti, fra parecchie difficoltà, continua a essere assicurata.

COMO - «L'ospedale non è al collasso e continua a garantire cura e assistenza ai propri pazienti». Lo precisa Fabio Banfi, direttore generale di Asst Lariana, che gestisce l'ospedale Sant'Anna, struttura Hub-Covid, che ha a disposizione circa 320 posti letto affetti da coronavirus.

Tra i ricoverati vi sono 125 ventilati, di cui 27 in terapia intensiva, e 185 non ventilati. Nell'ambito dell'Azienda Socio Sanitaria Territoriale (Asst) Lariana vi sono 25 pazienti anche a Cantù, di cui 6 in terapia intensiva e 25 a Mariano Comense nella degenza di transizione. Nei pronto soccorso in attesa di ricovero vi sono 33 pazienti al Sant'Anna, 31 a Cantù e 2 a Menaggio, per un totale di 426 pazienti assistiti.

La situazione è ovviamente difficile anche nelle strutture private accreditate, come l'ospedale Valduce, che ha 31 posti letto Covid ed è saturo, come ha denunciato oggi Claudio Zanon, direttore sanitario che a La7 ha parlato di «situazione ampiamente compromessa e molto difficile».

«La situazione è difficile - aveva già ammesso ieri Banfi - e certamente non abbiamo bisogno di allarmismi e drammatizzazioni eccessive che non fanno altro che demotivare e alimentare conflitti e ingovernabilità. Serve equilibrio e serve che ognuno faccia la propria parte, a tutti i livelli. Serve una forte rete ospedaliera territoriale, un'alleanza, una sinergia vera tra strutture pubbliche e private accreditate. Serve che nessuno si sottragga di fronte all'emergenza in corso».

Record di casi a Varese - Anche nella vicina Provincia di Varese la situazione è critica. Per la prima volta si registrano oltre tremila casi di coronavirus in un solo giorno, per la precisione 3'081. I sette ospedali di Varese e dintorni in questi giorni stanno fronteggiando la seconda ondata della pandemia senza 284 contagiati fra medici, infermieri, tecnici, operatori sanitari e personale amministrativo. All'ospedale Circolo di Varese si consumano 15'000 litri di ossigeno al giorno.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO