Cerca e trova immobili

RIVIERAL'Antiracup spegne la sua undicesima candelina

10.07.24 - 10:55
Appuntamento sabato 13 luglio a Cresciano
Antiracup
Fonte Antiracup Ticino
L'Antiracup spegne la sua undicesima candelina
Appuntamento sabato 13 luglio a Cresciano

RIVIERA - Sabato 13 luglio, al Campo di calcio di Cresciano, a partire dalle 11 avrà luogo l’undicesima edizione di Antiracup Ticino, il torneo di calcetto popolare contro tutti i razzismi

«Antiracup Ticino - spiegano gli organizzatori - festeggia il suo undicesimo compleanno. Da un’idea nata nel 2012 da un gruppo di giovani ticinesi che partecipava a manifestazioni simili oltre Gottardo e in Italia, da ormai 11 anni è arrivato anche a Sud delle Alpi l’evento che riunisce sotto l’egida del divertimento tutti coloro che vogliono dare un calcio al razzismo, al sessismo e all'omofobia».

Partito «dal sogno di pochi giovani che volevano organizzare un evento diverso, di inclusione e divertimento, il torneo ormai può contare su una solida struttura organizzativa, l’Associazione Un Calcio Al Razzismo. E dal sostegno di numerosi volontari e simpatizzanti, i quali hanno reso il torneo di calcetto popolare un evento consolidato sul territorio e di grande successo».

Trenta squadre – fra cui diverse composte interamente da migranti – si daranno quindi battaglia questo sabato 13 luglio sul campo di calcio di Cresciano per vincere una delle ambitissime quattro coppe in palio: migliori migliori, migliori peggiori, miglior tifo e miglior divisa trash.

Sul posto ci sarà la possibilità sia di pranzare sia di cenare «a prezzi popolari: fra le 11:30 e le 14:30 sarà inoltre accesa la griglia, per chi volesse portarsi i propri cibi da casa. Durante tutta la giornata, allietata da musica di sottofondo, sarà attiva una fornitissima buvette».

Le partite inizieranno alle ore 11, mentre la finale per assegnare la coppa migliori migliori si terrà attorno alle ore 19.45, seguita da un aperitivo in musica, una cena popolare e una festa con musica fino all’una del mattino. Dalle 12 alle 18, il torneo sarà infatti allietato da una vasta selezione di musica militante - e non solo - a cura degli Antiracup Dj's All Star (Diggei Belzy, Zurito Da Bidea e Maury Selecta). A seguire, fino alle 20, un Dancehall Dj Set animato da Illuminatty Sound International. Dalle 20, una live con il reggae del grandissimo Shampoo More Faya, mentre alle 21 invece, si alzerà il ritmo con Urizi e il loro DnB Dj Set. Dalle 23, come da tradizione Antiracup, concluderemo la serata con un dissacrante Trash party, dove si ballerà fino allo sfinimento, animato dal nostro affezionatissimo Dj Zoccolo.

L'entrata è libera e tutto il ricavato «verrà impiegato per coprire le spese del torneo e per azioni che riguardano l'antirazzismo».

Antiracup Ticino non è solo una competizione sportiva, ma un'occasione di aggregazione e solidarietà. Il torneo si distingue per il suo spirito inclusivo, dove il calcio diventa uno strumento per promuovere la convivenza pacifica e lo scambio. La manifestazione attira ogni anno un folto numero di sostenitori e amici, desiderosi di trascorrere una giornata diversa, all'insegna della lotta contro ogni forma di discriminazione. Lo scopo primario della giornata non è il calcio, bensì quello di creare una comunità e far sentire chiunque vi partecipi parte di essa, senza stigmi o diffidenze. A riprova di ciò, le partite saranno interamente giocate senza arbitri, in quanto il fairplay è uno dei punti cardine della giornata.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE