tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
7 min
Cinquanta abeti dentro il Municipio
Così Lugano ha festeggiato oggi l'accensione dell'albero, con un concerto in diretta streaming
LUGANO
43 min
Chiude lo Spazio 1929
Il coworking culturale di Lugano era «in difficoltà economiche» e abbassa la serranda
CANTONE / SAN GALLO
1 ora
Pronta al via, la SOB crea «oltre 200 posti di lavoro», ma non in Ticino
Dal 13 dicembre la società sangallese opererà sulla tratta panoramica del Gottardo.
CANTONE
2 ore
«Non giochiamoci nonni e genitori per un Natale»
Covid-19: l'imprenditore e musicista Antonio Andali ospite di piazzaticino.ch. Guarda la video intervista.
MENDRISIO
3 ore
2 gatti e 1 cane vittime di bocconi avvelenati, intervengono i bambini
Gli allievi della 5B di Arzo mettono in guardia la popolazione: «Sono orribili atti crudeli. Ci sono cuori che soffrono»
FOTO
MENDRISIO
3 ore
Mendrisio si veste di Natale
Nell'ambito dell'iniziativa “Ri-Fioriamo” sono stati distribuiti alberelli ai commercianti
CANTONE
4 ore
Diciotto giorni per donare
L'iniziativa "Sorridi con gli occhi" punta a permettere alle famiglie in difficoltà di passare un Natale sereno
FOTO E VIDEO
CANTONE
4 ore
Arriva la prima neve a sud delle Alpi
In giornata attesa qualche spruzzata anche in pianura.
FOTO E VIDEO
SERRAVALLE
4 ore
Tre minorenni dietro il rogo di una stalla
L'incendio era divampato il 5 settembre in via Mondate a Malvaglia.
CANTONE / BERNA
4 ore
Ceneri: dal 13 dicembre treni in galleria
Rilasciata alle FFS l'autorizzazione necessaria.
CANTONE
5 ore
Covid: faccia a faccia tra il mondo culturale ticinese e Bertoli
Al centro del colloquio la difficile situazione in cui si trova il settore della cultura a causa della pandemia.
LOCARNO
5 ore
“Fartiamo": ecco cosa cambia nel trasporto pubblico del Locarnese e valli
Linee potenziate in attesa dell’attivazione completa del servizio di trasporto attraverso il tunnel di base.
CANTONE
6 ore
Feste da brividi: si "scaldi" chi può
Guarda il live. Niente cene aziendali, niente aperitivi sociali, niente veglioni. Che dicembre ci attende?
CANTONE
6 ore
"Di più per te", potenziato il trasporto pubblico del Bellinzonese
Il nuovo modello è stato presentato questa mattina. Entrerà in vigore il 13 dicembre.
MASSAGNO
6 ore
Il disavanzo cresce, ma il moltiplicatore resta al 77%
L'Esecutivo di Massagno ha presentato il preventivo 2021, condizionato dalla pandemia
CANTONE
7 ore
Emergenza freddo, un aiuto a chi è in difficoltà
Il DSS ricorda il dispositivo attivo in caso di bisogno, sia per residenti che per stranieri.
CANTONE
8 ore
Il San Salvatore è pronto ad accogliere i turisti
Sabato 5 dicembre si potrà riprendere a fare su e giù dal crinale del “Pan di Zucchero” luganese.
CANTONE
8 ore
Un giapponese da quarantena
Lo scarabeo di Newman è diffuso ormai in tutto il Sottoceneri. L'Ufag creerà una "zona rossa" con misure di contenimento
CANTONE
9 ore
«Guido io? Guidi tu? Per la sicurezza di tutti: chi guida non beve»
Il DI torna a sensibilizzare la popolazione sui pericoli di mettersi al volante dopo aver alzato il gomito.
CANTONE
9 ore
Ticinesi sugli scudi agli SwissSkills
Si sono conclusi i campionati svizzeri delle professioni, che quest'anno si sono svolti in modo decentralizzato.
CANTONE
9 ore
Dieci nuove vittime del Covid-19 in Ticino
Nelle ultime 24 ore 27 persone sono state ricoverate in ospedale, mentre 29 lo hanno lasciato.
CHIASSO
10 ore
Pigioni commerciali: «Un colpo mortale da evitare»
Dopo la decisione del Nazionale, una mozione chiede al Municipio di attivarsi rapidamente
FOTO E VIDEO
FAIDO
10 ore
Incendio nel bosco domato nella notte
Le fiamme divampate sopra il paese di Cavagnago in località Deiro, ancora ignote le cause all'origine del rogo
CANTONE / CONFINE
10 ore
"Guerra degli sci", aspre critiche nei confronti di Lorenzo Quadri
Dalle fila del PD l'attacco al consigliere nazionale, definito foriero di «odio e discriminazione».
CANTONE
10 ore
Avviata l’annuale campagna di lettura dei contatori SES
Per quasi 30'000 contatori sarà possibile effettuare la lettura a distanza.
FOTO
CANTONE
11 ore
La "bella vita" dei magnaccia in Ticino
Auto di lusso, shopping sfrenato. Sui social i protettori delle prostitute si esibiscono. E intanto scattano le manette
LUGANO
12 ore
La regola d'oro sul lavoro: «Apritevi al cambiamento»
Aggiornamento delle competenze e nuovi approcci alla professione: questa è la direzione che ha intrapreso il cambiamento
STABIO
13 ore
Covid, contagi anche presso l'Istituto Santa Filomena
Sono 8 i residenti risultati positivi al virus. Quattro invece i collaboratori.
VIDEO
LUGANO
13 ore
Risse e degrado nel weekend della pensilina
Il Comandante Roberto Torrente: «Con i locali chiusi si ritrovano lì anche in 300. In barba alle norme anti covid»
LUGANO
20 ore
Aeroporto, il consiglio comunale dice sì alla transizione verso una gestione privata
Confermata l'idea del Municipio e la liquidazione di Lugano Airport Sa
LUGANO
23 ore
Brucia l'auto del medico: condannato
Un 58enne se l'era presa per un'operazione «andata male». Ed è finito davanti al giudice
LUGANO
1 gior
È la sola al mondo ad avere quella malattia: lo scopre dopo 7 anni
L’incredibile percorso di Silvia Arioli, classe 1982: «Ho trovato la verità solo perché sono caparbia e “del mestiere”».
CANTONE
1 gior
Nuovi treni regionali nonostante il Covid
Entreranno in servizio puntualmente, con il prossimo cambio d'orario.
LUGANO
1 gior
Delitto alla pensione La Santa: l'accusa è assassinio
Il 34enne austriaco dovrà rispondere davanti al giudice dei fatti avvenuti lo scorso 17 dicembre a Viganello.
FOTO E VIDEO
MAROGGIA
1 gior
Al lavoro senza sosta per demolire il Mulino
Continua l'intervento per la bonifica dell'area in cui restano i detriti dell'edificio devastato dall'incendio
CANTONE
1 gior
Val Mara, elezioni "in differita"
Il Consiglio di Stato ha deciso di rimandare il rinnovo dei poteri comunali a Maroggia, Melano e Rovio.
PAMBIO-NORANCO
1 gior
Sparisce un'urna tra le lapidi
Cimitero profanato. La denuncia è stata confermata da Marco Regazzoni, comandante della Polizia Ceresio Sud.
CANTONE
1 gior
Sfruttamento della prostituzione: arresti confermati
Due soggetti, già finiti in manette, avrebbero gestito un giro di "lucciole" presso diversi appartamenti.
CANTONE
1 gior
Pazienti oncologici col coronavirus monitorati a distanza
Si tratta di un progetto pilota dello IOSI, premiato al congresso della Società svizzera di ricerca sul cancro
CANTONE
1 gior
Salario minimo: sarà «fisso, garantito e prevedibile»
Il Governo adotta il nuovo regolamento. Viene anzitutto specificata la nozione di “stagista”
CANTONE
1 gior
«No alle aperture straordinarie dei negozi in dicembre»
Lo chiede una lettera aperta indirizzata al Consiglio di Stato dal sindacato UNIA
TENERO
1 gior
Va a fare la spesa e vince uno scooter
Estratta la fortunata vincitrice del concorso svolto al Mercato Resega e al Centro Commerciale di Tenero
LUGANO
1 gior
A mali estremi, estrema solidarietà
Successo «senza precedenti» per la raccolta benefica del Club Lions e Leo di Lugano a favore dei bisognosi
CANTONE
1 gior
Rientrano in gioco anche i cinque procuratori "bocciati"
La Commissione Giustizia e diritti ha proposto al Parlamento 27 nomi ritenuti idonei alla carica di procuratore pubblico
BELLINZONA
1 gior
Oltre 1,8 milioni per la “Fortezza di Bellinzona”
È il credito chiesto dal Municipio per una serie di interventi che contribuiscono a valorizzare il patrimonio Unesco
CANTONE
1 gior
Formazione dei docenti, la nuova offerta con alcune novità
Nell’offerta formativa 2021/2022 spiccano due nuovi Master
CANTONE
1 gior
«Messi in circolazione 2'000 chili di canapa e hashish»
Avviata nel 2017, l'indagine è stata condotta dalla Polizia cantonale in collaborazione con agenti spagnoli e italiani.
CANTONE
1 gior
Altri quattro decessi in Ticino, 128 i nuovi positivi
Da inizio pandemia sono 542 le vittime del coronavirus nel nostro cantone.
CANTONE
1 gior
La "rivoluzione" AutoPostale: 6 nuove linee e potenziamento delle corse
L'azienda ha acquistato 50 nuovi veicoli. Nuove assunzioni: 150 conducenti in più. Bus anche nelle zone finora scoperte
CANTONE
27.10.2020 - 18:570
Aggiornamento : 20:10

L'appello degli studenti: «Chiudiamo preventivamente le scuole»

Una petizione in questo senso è stata lanciata da alcuni ragazzi del CPS di Lugano.

La denuncia: «Giornalmente vengono dichiarate classi in quarantena. Sui mezzi pubblici poi si va contro a quelle che sono le direttive federali»

LUGANO - Una chiusura preventiva delle scuole post obbligatorie. A chiederlo, tramite una petizione online, è un gruppo di studenti del Centro Professionale Sociosanitario di Lugano.

«La didattica a distanza non è sicuramente efficiente come la classica didattica in presenza, a scuola, coi compagni. Ma prevenire è meglio che curare», recita l'attacco della petizione che al momento non ha raggiunto ancora il centinaio di iscrizioni.

«La situazione in Ticino, in Svizzera, in Europa e nel resto del mondo sta precipitando notevolmente e misure da parte del governo verranno prese a breve - si legge ancora nello scritto -. Per quanto la scuola non venga definita un luogo di contagio, giornalmente vengono dichiarate classi in quarantena, alunni, situazioni sui mezzi pubblici che vanno completamente contro a quelle che sono le direttive federali e alla salute pubblica e assembramenti accidentali o no che mettono a rischio la salute di tutti», viene poi fatto notare.

Sono gli stessi ragazzi a far notare quanto sia difficile rispettare e far rispettare tutte le norme anti covid. «Non vi è la possibilità di garantire la sicurezza in ambito scolastico per quanto riguarda la salute, nonostante le misure. Che non sempre vengono rispettate, perché non è possibile, per negligenza o disattenzione».

La petizione chiede ai ragazzi del post obbligatorio in Ticino di adattarsi alla situazione «in modo responsabile e di sollecitare il DECS, in collaborazione con la scuola, a iniziare al più presto la didattica a distanza e a occuparsi dei casi in cui l'apprendimento risulta difficile». Si propone infine di «adattarsi a quello che stanno già passando alunni in tutto il mondo, per questione di prevenzione, diminuendo il carico sui mezzi pubblici, gli assembramenti in luogo pubblico, e altre situazioni al momento spiacevoli».

Gli studenti chiudono con un messaggio carico d'ottimismo: «I ragazzi di oggi siano l'esempio».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Alessia Moretti 1 mese fa su fb
Ma perché non fare lezioni online?!? Ma ci vuole così tanto da comprendere....🙏🏻🙏🏻🙏🏻🙏🏻
Debora Balice 1 mese fa su tio
Sono pure io una ragazza di 17 anni e nella mia scuola/classe non abbiamo per niente difficoltà nel seguire le norme. Vi lamentate tanto poi quando uscite da scuola mangiate assieme,vi abbracciate e vi baciate. Se dovessero chiudere le scuole (sperando di no) finite le lezioni online siete fuori come nulla fosse su treni e bus. Se non volete andare a scuola state a casa a farvi mantenere dai vostri genitori.
Marco Seregni Giardiniere 1 mese fa su fb
Chi non vuole andare a scuola può sempre andare a lavorare!
Stefania Mantegazzi Bomio 1 mese fa su fb
Ms anche SI
Marcella Lanza 1 mese fa su fb
Sono proprio indisciplinati direi cavoli ! Troppo comodo far chiudere la Scuola ...e poi ?..??
Elena Reinhardt Dozio 1 mese fa su fb
Il problema non è la scuola, dove tutte le regole sono rispettate. Il problema sono i ragazzi che si vedono per pranzi, cene, feste, senza mascherine e senza distanze. E qui non sono più i docenti che devono controllare, ma i genitori. E quindi, dove siete genitori???!!! 🤔
Simo Malingamba 1 mese fa su fb
Elena Reinhardt Dozio esstto
Timo Nan 1 mese fa su fb
Piccoli lazzaroni crescono
Mery Bello 1 mese fa su fb
Timo Nan miii ma qd andavo a scuola io, rigorosamente a piedi o in bici e sia che c'era acquazzone o metri di neve (mica come oggi che molti son accompagnati in brumbrum dai genitori) che manco con 39 di febbre, ecc ci facevano stare a casa!!! .. Come se non bastasse in tutta la mia vita ho avuto forse un ora buca al max sennò col cxxx... trovavano sempre supplenze pur di farci fare lezione!!! E questi dopo essersi passati mesi a casa, esami decisi a tavolino vorrebbero ancora stare a poltrire? Se tutti facessimo così nessuno più lavorerebbe... Ma vabbè...
lollo68 1 mese fa su tio
Alle medie i ragazzi stanno di banco assieme senza mascherina finché non c'è una classe in quarantena. Preferisco che chiudano le scuole per due settimane invece di una piuttosto che gli studenti debbano nuovamente stare a casa. Li volete tutti dagli psicologi? La libertà è un diritto! Hanno bisogno di scuola, sport e divertimento (con testa)!
Saliba Malke 1 mese fa su fb
A Napoli son chiuse dal 2019
Leroy Furger 1 mese fa su fb
Saliba Malke ma sei sicuro? A me sembra sian chiuse da sempre🤣🤣🤣
Saliba Malke 1 mese fa su fb
Leroy jamm bell ja
Elena Xhanino P 1 mese fa su fb
Negli orari di punta ad ogni bus aggiungerne un'altro, e nei treni aggiungere carrozze !!!
Nadia Graber 1 mese fa su fb
Non sono solo i ragazzi a non rispettare le regole!
DeNise OrlaNdo 1 mese fa su fb
Pure noi la invocavamo 30 anni fa 😂😂😂
marco17 1 mese fa su tio
E se il personale chiedesse la chiusura dei supermercati e dei negozi di alimentari come reagirebbero coloro che vogliogno chiudere tutto? Nel caso di studenti, ossia di persone per le quali anche il contagio da coronavirus sarebbe senza conseguenze sanitarie, la richiesta sa tanto di persone egoiste e poco coraggiose.
Pamela Stöpfer 1 mese fa su fb
Ma perfavore... hanno giá fatto troppi mesi a casa... ed erano in giro... quindi cambia poco. Troppo facile.. chiudere le scuole Almeno stessero a casa... ma... tant’è.. a casa non ci stanno mica.
Moser Nathalie 1 mese fa su fb
Domanda e se si facesse un modello misto? In caso peggiorasse la situazione.. Ad esempio i genitori che possono stare con i figli (disoccupati, o per scelta, o chi come me è flessibile sul lavoro....) possono tenerli e chi invece causa lavoro non può si continua con la scuola? Si avrebbe il vantaggio di avere molti meno alunni a scuola, meno preoccupazioni di perdere il lavoro etc etc È solo una domanda non dico sia il too del top ma eventualmente sarebbe una soluzione se peggiorasse?
Chris Taiana 1 mese fa su fb
Solite scuse per non andare a scuola...😷🤣😷
Sandra Ferraro 1 mese fa su fb
Imparate a mettere la mascherina prima di tutto .Troppo menefreghismo se voi nn ci tenete alla vostra salute c'è chi ci tiene !!!
Andrea Sperelli 1 mese fa su fb
Spiegatemi per favore perché spero di non aver capito. I ragazzi, categoria a rischio zero, fanno petizioni per chiudere le scuole?
Arminda Armi 1 mese fa su fb
Hanno ragione , meglio perdere un anno di scuola , che la vita di un familiare. A mali estremi - estremi rimedi .
Cristina Pelizzari 1 mese fa su fb
Ma si.... chiediamo noi il telelavoro, sul divano in pigiama, così noi siamo tranquilli. Insegnami noi come si usa la mascherina sotto il naso...sul braccio o sotto al mento. In vacanza in giro per tutta l'estate ma poi magicamente ci ricordiamo del nostro amico covid. Non vi agitate è comunque colpa dei ragazzi, non di noi adulti (genitori).
Emilio Vladimir Bertetto 1 mese fa su fb
😆😆😆 ovvio!
Raffaele Derungs 1 mese fa su fb
Chiedere di chiudere le scuole e poi trovarli in giro senza maschera è un controsenso. Fa pensare solo che non vogliano andare a scuola e restare a casa
Volpino. 1 mese fa su tio
Purtroppo né i Cantoni, né la Taskforce intendono chiudere le scuole, salvo qualche sorpresa dal CF. Penso che domani si parlerà prevalentemente dei soliti concetti di prevenzione e mascherine.
Güglielmo 1 mese fa su tio
....saltom ados...
Jessica Lafranchi Schmid 1 mese fa su fb
Ma per favore 🤦‍♀️
gabola 1 mese fa su tio
la voia da fan...
Marusca Busacca-Buletti 1 mese fa su fb
No comment!!! 🤦‍♀️
Paola Gregorio 1 mese fa su fb
Come al solito i titoli sono fuorvianti. 100 allievi non fanno la totalità dei ragazzi che frequentano le nostre scuole. Anzi credo che la maggior parte di loro preferisca la scuola in presenza. In riferimento poi a chi ha scritto (ora non vedo più il post) che gli allievi delle scuole professionali non possono essere considerati al pari dei liceali, vorrei dire di farsi un bagno di umiltà...non farebbe male! Beata ignoranza!
Duca72 1 mese fa su tio
Tenerli 8 ore incollati davanti al PC come fanno in Germania Francia Italia ecc ecc.
Flora Flora 1 mese fa su fb
Ma vaf...😡
Veveve 1 mese fa su tio
Deborah Deby....non vedo proprio cosa ci sia di più importante dell’istruzione dei nostri figli...la salute non è un diritto la salute ce l’hai o non ce l’hai ma non è un diritto perché se così fosse allora tutti quelli che muoiono di altre malattie?
Il Dave 1 mese fa su fb
Quale CPS? tutte le scuole sanitarie si chiamano CPS....
Clara Rodrigues 1 mese fa su fb
Sì chiudete e poi dove andate durate la giornata?? In giro a fare niente?? Si per che non c'è il lockdown per stare chiusi a casa, perciò in giro corrette anche il rischio di prenderlo sto vírus
Paola Gregorio 1 mese fa su fb
Clara Rodrigues a prescindere dal fatto che spero non si debbano chiudere, perché ne andrebbe della loro istruzione, se dovessero farlo dovranno fare lezione online, 8 ore al giorno. Non è che se ne vanno a spasso.
matrix61 1 mese fa su tio
Bene chiudete le scuole così avremo più gente per le strade!
Roby Gianettoni 1 mese fa su fb
Si può anche andare scaglionati o a mezzegiornate!
Gabri Tes 1 mese fa su fb
Te credo: ancora un po’ di vacanza... Essere promossi senza fare niente. Lo chiederei anche io fossi in loro!!
Manuela Bassi 1 mese fa su fb
Gabri Tes mi stupisce questa notizia perché da quel che sento da mio figlio non e’proprio così..anzi! Vogliono continuare ad andare a scuola anche perché se dovessero rimanere a casa rischiano di perdere l’intero anno scolastico!
Mariaa 1 mese fa su tio
Io non sono disposta a rinunciare, così subito, a un mio diritto di proseguire la mia formazione scolastica. È inutile girarci in torno, ma la scuola a distanza, esperienza che ho già fatto per alcuni mesi, non rende abbastanza da permettere di arrivare pronti agli esami finali a giugno....inoltre bisogna precisare il fatto che se due persone o più della stessa abitazione sono collegate alla rete internet per poter seguire le lezioni, sarà più il tempo che passeranno fuori da esse rispetto al tempo che passeranno dentro. Io non ho possibilità di perdere un anno a vuoto solo perché alcuni ragazzi stanchi di andare a scuola hanno firmato una petizione per starsene a casa. Durante questa pandemia l’economia generale del paese e dell’individuo singolo è generalmente calata...io non posso permettermi finanziariamente di perdere un anno a vuoto. I contagi principalmente partono da luoghi diversi dalla scuola, ovvero, dai ristoranti, dai bar, dai mezzi pubblici, dalle famiglie stesse...ecc... non si può dire che TUTTI i ragazzi non fanno attenzione alle norme, perché non è vero, sono d’accordo sul fatto che diverse persone non le rispettano...ma non si può dire che sono TUTTI. Per capire, davvero, cosa penano gli allievi, non stava stanza pubblicare un petizione di neanche 100 firme che corrisponde neanche al primo anno del LiLu2!!!!! Bisognerebbe fare un sondaggio e da questo, ne sono certa, risulterebbe che la maggioranza di allievi vuole fare lezione di presenza. Io non sono disposta a mettere da parte il mio futuro, adesso che ancora è possibile seguire le lezioni di presenza. Sono d’accordo invece su quanto si dice del disastro dei mezzi pubblici, che è una situazione davvero inverosimile per un momento del genere, e mi sembra adir poco vergognoso e negligente il fatto che non si è ancora attuato niente per cercare di migliorare la situazione.
Tiziano Bossalini 1 mese fa su fb
Ma che studenti Dite la verità il governo lo vuole ma vuole far passare che sono gli studenti che chiedono Falso GLI STUDENTI VOGLIONO UNA SCUOLA IN PRESENZA È stato un fallimento la scuola a distanza diciamolo una volta per tutte e nessuno la rivuole
Deborah Peverada 1 mese fa su fb
E ciospi quando è piu bello stare a 🏡 casa carpe diem 🤣🤣🤣
Don Quijote 1 mese fa su tio
il virus può rimanere attivo per due anni come per i prossimi 40, pensate di poter continuare a vivere in questa maniera così a lungo? Ha un bassa mortalità paragonato a tante altre malattie per le quali non si ferma il mondo.
Veveve 1 mese fa su tio
E poi scusate senza voler necessariamente far polemica ma gli studenti sono del liceo o delle commerciali ... qui l’appello arriva da un centro professionale che già dal nome... studenti x modo di dire!
Arnaud Laurent 1 mese fa su fb
Ma stiamo scherzando spero ? Io Zoom a casa no grazie !
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 mese fa su fb
Arnaud Laurent 😡
Sonia Sangiorgio 1 mese fa su fb
Manuela Prest Colombo 1 mese fa su fb
Ma anche no ..mascherine e regole ..e poi che fanno tutti in giro ..
Daniele Tiraboschi 1 mese fa su fb
Manuela Prest Colombo cocó cocó coccodéeeeeee
Cristina Nidola 1 mese fa su fb
Potrebbe andare bene per il post obbligatorio ma non x scuola dell obbligo
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Cristina Nidola qui Cristina ci sono persone che pensano che non vogliamo che chiudono perché dobbiamo posteggiare i figli,non perché ci sono cose più importanti,quelli che danno contro sono quelli che hanno i figli con la media del 6 e se ne fregano degli altri.
Cristina Nidola 1 mese fa su fb
Deborah Deby sono d accordo con te
Dario Mario 1 mese fa su fb
Mi permetto un commento mi ero ripromesso di non farne piu' ma mi sento parte in causa. La scuola é importantissima, é importante che sia in presenza, ma é altresi' importante che chi é ai vertici della scuola non sia un "Beluga" Spiegatemi: i ragazzi attendono il Bus e qualsiasi età abbiano indossano la mascherina, poi sempre gli stessi ragazzi prendono il Bus e tengono la mascherina, arrivano a scuola ed il tragitto dal Bus a scuola é con la mascherina, arrivati in classe gli obblighi finiscono, durante la ricreazione anche, in pratica passano tutto il tempo della scuola a diretto contatto con tutti e poi....al ritorno torniamo alla mascherina... Scusate ma mi sento preso per i fondelli, cosa diavolo costa che l'elevatissimo genio del signor Bertoli, finalmente dia le dimissioni e qualcuno più lungimirante metta semplicemente delle regole di comportamento coerenti e chiare...Cosi' salveremmo la scuola. Sapete invece cosa succederà che come al solito ci prenderanno per i fondelli sino alla fine per poi non avere ne le risorse ne i metodi per continuare in modo decoroso il percorso scolastico. Indipendentemente dalla gravità di questa pandemia se si chiede a tutti di mettere stà cavolo di mascherina, proviamo a farlo tutti per 15 giorni in modo serio, se poi i risultati non ci saranno si farà altro, ma se alcuni portano la mascherina, altri non la portano, ci si dimentica di disinfettarsi le mani perché ormai é diventato noioso, e via dicendo, rischiamo che da questa situazione ne usciremo tra lungo tempo. Regole chiare ed uguali per tutti, cosi' tutti potremo mantenere il nostro lavoro e finalmente tornare a vivere serenamente. scusate lo sfogo
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 mese fa su fb
Dario Mario 👏🏾
Veveve 1 mese fa su tio
I mie genitori erano ragazzini ai tempi dell’asiatica e raccontano che la vita trascorreva normalmente senza tutte le storie e paranoie che facciamo al giorno d’oggi...anche all’epoca sono morte tante persone ma nessuno ha mai chiuso scuole e tolto libertà alle persone... erano altri tempi , vero, ma l’evoluzione non sempre è una cosa positiva!
Andrea Rossetti 1 mese fa su fb
Non vedono l’ora eh?
Francesco Bevilacqua 1 mese fa su fb
Ma non scherziamo nemmeno...in Italia ci sono milioni di studenti abbandonati a se stessi che sognerebbero di andare a scuola...e questi parlano di chiusure! Questo significa che hanno fritto il cervello anche a molti giovani...moooolto male!
Francesco Cec Moretti 1 mese fa su fb
Bravi poi cosa fate? Tutti al parchetto?
Luca Civelli 1 mese fa su fb
Non sarebbe meglio abolirle? E quattro politico a tutti naturalmente...
Veveve 1 mese fa su tio
Quelli che chiedono di stare a casa sono quelli che ....voglia di farne...saltami addosso!!!
Veveve 1 mese fa su tio
La scuola deve continuare assolutamente! Primo perché ci sono pochissimi contagi e anche se ogni giorno ci fossero 3 o 4 classi in quarantena che problema c’è? Tante altre continuerebbero a studiare e dopo 10 giorni di quarantena che sono poi 6 effettivi di scola si riprende normalmente! Già Stiamo rovinando il futuro dei nostri ragazzi per...lasciamo stare.. ma il diritto allo studio deve essere garantito e non solo per medie ed elementari ma anche e soprattutto liceo &co! La didattica a distanza e’ una farsa! L’abbiamo visto la primavera scorsa.. per carità, i docenti hanno dato veramente l’anima x i ragazzi ma non basta! E’ del futuro dei nostri ragazzi che stiamo parlando!
MrBlack 1 mese fa su tio
@Veveve Non è un problema di per se una quarantena di una classe per una decina di giorni, perfettamente d’accordo. Il problema è che il virus non si ferma ai ragazzi, ma lo portano in famiglia.
Elena Bianchi 1 mese fa su fb
Le malattie e le pandemie sono sempre esiste,educhiamo e spieghiamo ai nostri ragazzi cosa significa questa parola! Educhiamo a prevenire ma non solo per ciò che riguarda l’ambito scolastico!!!!!!
Christian Rossini 1 mese fa su fb
Si come no, poi il personale che lavora nelle mense( ristorazione) si ritrova a casa, prima di voler chiudere le scuole, imparino a tenere le distanze sociali e a usare le mascherine, poi ne parliamo
Zigher Pintele 1 mese fa su fb
Christian Rossini er paga le cur be lusctess ciau chef
Jennifer Lüscher Bösch 1 mese fa su fb
Christian Rossini come fanno a mantenere le distanze se i banchi sono tutti vicini??!!
Christian Rossini 1 mese fa su fb
I banchi saranno anche vicini( non così tanto) nelle pausa però non hanno nessuno problema a stare ammassati senza mascherina, punti di vista
Katy Miller 1 mese fa su fb
https://youtu.be/fqHEcPbhBow
MrBlack 1 mese fa su tio
D’accordo con i ragazzi. Se la situazione è seria, queste sono le misure che contribuiscono a rallentare la diffusione del virus senza creare problemi ai genitori che devono accudire i figli, e non danneggiano l’economia. Sgrava il trasporto pubblico, evita contatti e assembramenti tra i ragazzi prima e dopo le lezioni, ed evita che il virus venga portato in famiglia. Solo vantaggi per tutti. Misura da prendere prima di altre che andrebbero a danneggiare dei settori economici.
Federica Spanu 1 mese fa su fb
Ragazzi prima di dire di chiudere le scuole imparate a mettere le mascherine sul mezzi pubblici! Ci sono ancora troppi ragazzi che se ne fregano e viaggiano tranquillamente su bus e treni senza mascherine! E lo dico perchè lo vedo con i miei occhi! Troppo facile stare a casa......
Marilena Decarli 1 mese fa su fb
Federica Spanu cmq hanno ragione che sui mezzi pubblici è uno schifo, sono ammassati come se dovessero andare al macello. Vergognoso
Federica Spanu 1 mese fa su fb
Marilena Decarli quello sono io la prima a lamentarmi!😂 sui mezzi pubblici è veramente una vergogna che non riescono ad organizzare le cose meglio!
Elena Bianchi 1 mese fa su fb
Marilena Decarli quello da sempre.....
Susi Chiappini 1 mese fa su fb
Federica Spanu ai ragione
Marilena Decarli 1 mese fa su fb
Elena Bianchi beh da diversi anni
Giovanna Delmenico 1 mese fa su fb
Federica Spanu e non solo la mascherina sui mezzi pubblici, ma anche quando sono in giro tra di loro!
Federica Spanu 1 mese fa su fb
Giovanna Delmenico pienamente d'accordo!
Trajce Mircev 1 mese fa su fb
Federica Spanu eh beh solo colpa dei ragazzi e non degli adulti che non credono nel virus😅
Federica Spanu 1 mese fa su fb
Trajce Mircev ci sono a che adulti che non rispettano... ma sto parlando in base all'articolo...
Roberto Oliboni 1 mese fa su fb
E fanno bene!!
Manuel Pruiti 1 mese fa su fb
Si dai i genitori non vedono l’ora di vederli giocare tutta la notte a Fortnite 🤣
Matteo Matteo 1 mese fa su fb
Manuel Pruiti si ma leggi bene chi ha scritto la petizione 😂😂
Mara Ceregatti 1 mese fa su fb
Purtroppo in svizzera le scuole sono state aperte senza un minimo di sicurezza,noi ci lamentiamo dell'Italia per tanti motivi ma, almeno in questo momento ,la scuola è sicura,se poi dobbiamo parlare dei mezzi o dell'esterno degli istituti si potrebbe scrivere un romanzo !
Federica Spanu 1 mese fa su fb
Mara Ceregatti non penso che tutte le scuole non abbiano le giuste sicurezze... mia figlia al asilo trovo che si siano organizzati molto bene... infatti per il momento non ci sono problemi... noi genitori abbiamo praticamente sempre avuto la mascherina nel portarli e prenderli e trovo che la direzione abbia curato ogni dettaglio...
Federica Spanu 1 mese fa su fb
A dei bimbi del asilo non puoi pretendere che capiscono che devono tenere distanze o mascherine, ma trovo che l'idea di separare le classi sia già molto buono... anche il giardino dove escono a giocare è stato diviso e ogni classe ha il suo pezzo in modo che se ce un caso va solo la classe in quarantena e non tutto l'asilo. Sono per me piccoli accorgimenti che fanno la loro piccola parte... poi premetto che sono pienamente d'accordo che sui mezzi pubblici è veramente uno schifo!
Mara Ceregatti 1 mese fa su fb
Federica Spanu sisi sicuramente è un ottima scelta,io parlo delle scuole di primo e secondo grado in realtà..mezzi di trasporto definirli ridicoli,assurdi è poco
Federica Spanu 1 mese fa su fb
Mara Ceregatti io parlo per le mie conoscenze, altre scuole non so come sono organizzate... capisco anche i ragazzi che hanno paura della situazione... ma anche li quando vedo che si ammassano in gruppi di 20 ragazzi senza mascherina mi viene il nervoso... non è giusto che quelli che hanno paura devono stare alle "regole" di quelli che se ne fregano e fanno questi gruppi in giro...
Mara Ceregatti 1 mese fa su fb
Federica Spanu esatto,in più ,e parlo per l'Italia,ti fermano se ti vedono con la mascherina abbassata in macchina,ma fuori da scuola nessun controllo
Gladys Gj 1 mese fa su fb
Mara Ceregatti quello non è vero, da noi hanno riaperto con il tempo pieno alle elementari a giugno, hanno ripreso in agosto e finora nessuna quarantena da nessuna parte. Speriamo continui così onestamente. 🤞🤞
Lara Perucconi Nascimento 1 mese fa su fb
Già adesso ci son giovani che se ne fregano di mettere la mascherina e fanno assembramenti...figurati se dovessero restare a casa che poi a casa non ci starebbero😱
Pamela Crivelli 1 mese fa su fb
Lara Perucconi Nascimento ciao cara, non sono del tutto d’accordo .... se stanno a casa devono fare scuola a distanza non è che sono in ferie, come per la prima ondata!
Lara Perucconi Nascimento 1 mese fa su fb
Pamela Crivelli purtroppo non è andata così per la maggior parte delle scuole, poche ore di lezione al mattino online e poi liberi tutto il giorno e NON a casa x la maggior parte
Cristina Nidola 1 mese fa su fb
Lara Perucconi Nascimento confermo è andata così
Pamela Crivelli 1 mese fa su fb
Questo non lo so, io parlo per la mia esperienza!
Simona Righetti 1 mese fa su fb
Lara Perucconi Nascimento vero...poche lezioni in diretta....i miei avevano perso il ritmo della giornata🥺
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 mese fa su fb
Lara Perucconi Nascimento 👍
Sandra Radaeli Nicoletti 1 mese fa su fb
Pamela Crivelli da casa non imparano quasi niente, somente ripetizione de cose anno già fato alla scuola, sono contra la chiusura delle scuole
Pamela Crivelli 1 mese fa su fb
Mi dispiace ma da parte mia è funzionato tutto a meraviglia e mio figlio frequenta scuole superiori ! A questo punto spero facciano nuovamente chiusura, io la penso così!
lecchino 1 mese fa su tio
Ecco altri che sperano nel regalo di fine anno..... Somar generation!
Daiana Micheletti 1 mese fa su fb
Però con L obbligo di stare chiusi in casa in solitaria, poi vediamo se ancora vogliono le scuole chiuse! 😂
Jennifer Lüscher Bösch 1 mese fa su fb
Daiana Micheletti scuola a distanza è scuola e viene fatto l appello esattamente come a scuola in presenza! Inoltre quello che uno fa nel tempo libero è la scelta di ognuno ma almeno non sono in 23 e soprattutto i ragazzi intelligenti possono scegliere di stare a casa senza avere il rischio di venir contagiati da ragazzi che se ne fregano
Daiana Micheletti 1 mese fa su fb
Jennifer Lüscher Bösch Se funzionasse a dovere ti direi di sì ma ne ho sentite di tutti i colori , quindi sono scettica
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Ma anche no,nessuna chiusura delle scuole un'altra volta, ci sono ragazzi che hanno bisogno della scuola di aiuti. Quelli in difficoltà si sono sentiti abbandonati. Massi dai chissenfrega tanto la scuola non è necessaria🤬 Elementari e medie devono andare avanti.
Jennifer Lüscher Bösch 1 mese fa su fb
Deborah Deby 99% domani Berna le chiude le superiori ed era ora
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Jennifer Lüscher Bösch pos obbligatoria può starci,il resto no. Allora non capiscono un ....il doppio . Stò virus di mmm si riprende cosa facciamo apriamo lasciamo alla deriva ragazzi con difficoltà poi riapriamo torniamo indietro, poi richiudiamo?andiamo avanti così per quanto tempo?! Oltre alla psicologia dei bambini e ragazzi anche all'apprendimento
Jennifer Lüscher Bösch 1 mese fa su fb
Deborah Deby ma quelli sono cavoli dei ragazzi! Ma almeno quelli intelligenti hanno la scelta di stare a casa senza venir contagiati dai ragazzi senza testa
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Jennifer Lüscher Bösch sarà perché ne vedo di tutti i colori ogni giorno, ma non è la soluzione che può andare avanti per molto tempo
Alba Chiara 1 mese fa su fb
Guardi che ci sono , esistono anche Bambini che hanno fatto la didattica a distanza ed é andata molto molto bene . Esistono anche allievi che seguono, e non sono pochi...La scuola non può in ogni caso rimediare a tutte le derive.
Sonia Sangiorgio 1 mese fa su fb
Deborah Deby 👍👍👍
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Alba Chiara beh si vede che non hai figli con difficoltà di apprendimento, se no non scriveresti un commento del genere. Contenta per quelli che se la sono cavata alla grande,meno per i genitori come me che tra lavoro e difficoltà nelle studio dei figli non sapevano più dove sbattere la testa.
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Alba Chiara qui non si intende rimediare proprio a nulla,non stiamo parlando di posteggio ma di ragazzi con difficoltà scolastiche dove un genitore per quanto possa impegnarsi non è un'insegnante di sostegno, potrei provare magari su cepu magari mi danno il diploma per affrontare determinate situazioni.
Karin Paini 1 mese fa su fb
Deborah Deby pensiamo magari anche a dei ragazzi che hanno i genitori senza (o con poca) istruzione scolastica... Con la didattica a distanza rischiano di perdersi x strada...
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Karin Paini anche esatto è stato anche quello un pensiero, ma ci sono persone che la fanno facile chiudere.
Ilaria Eppi 1 mese fa su fb
Alba Chiara e per i figli del personale ospedaliero, dei negozi e tutti i servizi necessari che sono obbligati a lavorare ai quali annullano la quarantena come la mettiamo? Dopo giornate intere di lavoro senza poter vedere i figli crede che la didattica a distanza funzioni? Non crede che forse si vorrebbe poter riposare ed giocare o passare del tempo coi propri figli? Senza dover ancora alle 18.00 recuperare tutto il programma ?!?!
Alba Chiara 1 mese fa su fb
Ma non critico... Fra l'altro lavoro nel social sanitaire..con turni irregolari, anche la sera....🤦🏻‍♀️Mettere questi avvenimenti gravi nel contesto attuale senza precedenti e inedito, che altro potevano fare se non la didattica a distanza ( con le sue lacune, senz' altro)... Con il sistema sanitario al limite...🤔 e i ragazzi studiavano da casa di giorno...Chi con più difficoltà, chi meno ma con impegno tutti sulla stessa barca. E nessuno ha avuto privilegi, é stato ed é ancora difficile per tutti ! Salvo i soliti ignoti privilegiati , ma sono pochi....Ognuno ha la sua situazione particolare e personale , e ognuno deve fare la sua parte e prendersi le proprie responsabilità e un minimo di solidarité.
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 mese fa su fb
Deborah Deby 👍
Alba Chiara 1 mese fa su fb
Si , in effetti per loro la scuola aveva aperto delle classi dove i bambini / raggazzi potevano fare i compiti, bricolage, col lunch da portare a mezzogiorno. Qui in Svizzera romanda, mi sembra anche in Ticino.
Arminda Armi 1 mese fa su fb
Deborah Deby Ma anche NO.
Nicodemo Cannavò 1 mese fa su fb
Deborah Deby infatti si parla di superiori...
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Alba Chiara accudimento, io sono una di quelle che ha dovuto ricorrere a quello, lavorando nel ramo prima necessità oltretutto con turni anch'io.
Paola Gregorio 1 mese fa su fb
Deborah Deby se i genitori hanno saputo fare il loro lavoro sì! In generale mi sembra che abbiate una bassissima considerazione dei giovani. Sarò fortunata, ma ho dei figli responsabili, lo hanno dimostrato nel primo lockdown e continuano a dimostrarlo ora seguendo tutte le direttive. Se devo essere sincera vedo molti più adulti che ragazzi comportarsi male!
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Paola Gregorio i miei hanno 12 e 9 anni ,non penso proprio che mentre ero al lavoro durante il lockdown i miei fossero a zonzo per il centro di Lugano. I miei mettono la mascherina ecc,ma io vedo adolescenti tutti i giorni alla deriva ,con genitori che se ne fregano . Per i ragazzi che hanno difficoltà chiudere non è la soluzione giusta. Tu sei una di quelle che se ne frega se i figli degli altri hanno difficoltà a scuola,da come scrivi mi pare di capire che del mjo concetto da mamma non sia chiaro oppure disinteressato da parte tua.
Deborah Deby 1 mese fa su fb
Paola Gregorio ah ok,quello concordo, sul fatto di genitori che se ne sbattono,ma come al solito ci vanno di mezzo tutti ☹per colpa delle mele marce
Paola Gregorio 1 mese fa su fb
Deborah Deby purtroppo sì! Per carità, io spero non chiudano. Mio figlio ha appena iniziato la scuola post obbligatoria, stanno ancora facendo ripasso per recuperare quanto perso da marzo! Immagino comunque che non siano decisioni facili da prendere in ogni caso!
Lacramioara Luca 1 mese fa su fb
Deborah Deby brava elementari e medie devono andare a scuola
Ilaria Eppi 1 mese fa su fb
Alba Chiara sono anch’io in Svizzera Romanda e lavoro al CHUV i bimbi sono stati accolti in strutture diurne eccezionali ma di compiti non ne facevano era « solo baby sitting » ma io ho figli piccoli per i più grandi con più compiti forse effettivamente c’era un accompagnamento diverso... cmq sono forse stata un po’ aggressiva ma era solo una riflessione ....
Paola Gregorio 1 mese fa su fb
Ilaria Eppi purtroppo è vero. Inoltre c’è da considerare che a marzo c’era un lockdown generalizzato, quindi molti genitori erano comunque presenti a casa (anche se spesso dovevano lavorare!), quindi queste strutture accoglievano relativamente pochi ragazzi. Oggi invece tutti lavorano, quindi se chiudessero le scuole, soprattutto quelle dell’obbligo, sarebbe improponibile questa situazione, perché queste strutture sarebbero stracolme....
Pry Pry 1 mese fa su fb
che senso ha continuare a fare scuola (e parlo dei post obbligatori) con la mascherina e le distanze se poi su treni e bus ci si ammassa? se ogni gioro ci sono 2,3 classi in quarantena?
Yolanda Iuliano 1 mese fa su fb
Pry Pry non solo nei mezzi publici,tanti ragazzini in giro senza mascarina e senza rispetto per gli altri.
Pry Pry 1 mese fa su fb
Yolanda Iuliano lo so ma purtroppo li si puo fare poco 😩😩
Jennifer Lüscher Bösch 1 mese fa su fb
Pry Pry nelle scuole post obbligatorie niente distanza purtroppo
Ste Croce Poelgeest 1 mese fa su fb
e poi dicono vietati gli assemblamrnti di più di 15 persone... ma su un bus quanti ce ne sono??????mah....mi sembra un controsenso unico!
Cinzia Valsangiacomo Tomamichel 1 mese fa su fb
Sicuramente sarebbe una scelta saggia! Perlomeno non continuerebbero a perdere lezioni.
Dario Arcotti 1 mese fa su fb
Strano che i docenti non si siano ancora fatti sentire dopo ben due mesi di lavoro..
Christian Rossini 1 mese fa su fb
Dario Arcotti sono i primi che vogliono che chiudano, lavorando in una scuola, ne sento di ogni
Nathalie Bassi Savio 1 mese fa su fb
Christian Rossini non è così
Christian Rossini 1 mese fa su fb
Punti di vista
Nathalie Bassi Savio 1 mese fa su fb
Christian Rossini sono docente e ti assicuro che a nessuno dei miei colleghi piace la dad
Christian Rossini 1 mese fa su fb
Anche io ci lavoro in una post obbligatoria, non come maestro, e ne ho sentite tante
Tiffany Ty 1 mese fa su fb
Christian Rossini non so dove tu viva, io sono in Ticino. A maggio abbiamo ripreso in presenza alternando i gruppi. Allucinante! Bambini che non capivano più nulla, chi stava a casa poi quando veniva a scuola non riusciva a reggere i tempi perché lavorando da casa giustamente le cose si fanno con i propri ritmi, smettendo e ricominciando a piacere. Da settembre tutti in presenza; con le dovute regole e gli accorgimenti del caso. Tutto funziona benissimo! I genitori sono più attenti se i figli non stanno bene, i bambini sono finalmente più sereni ed hanno nuovamente una routine che gli permette di apprendere davvero e con gli insegnanti. I genitori non possono e non devono sostituirsi a noi docenti; non è corretto! I genitori che devono fare home working come possono seguire davvero bene i propri figli ed eseguire tutto quello che farebbero in ufficio senza “distrazioni”? Alunni della scuola dell’obbligo hanno la necessità di essere seguiti, sia per attività cartacee sia durante le attività al computer. Hanno il diritto di essere seguiti dai docenti di sostegno e di continuare con le lezioni di LIN (gli alloglotti). La DAD non è funzionale a lungo termine per loro e lascia delle lacune davvero importanti. Nel post obbligatorio si spera che gli studenti siano abbastanza maturi da seguire e studiare anche senza l’aiuto dei genitori. Ti assicuro inoltre che per i docenti lavorare in DAD è tutto fuorché bello e piacevole, ancora peggio se si hanno figli in casa. Quindi.....la geniale uscita di Dario Arcotti: “strano che i docenti non si siano ancora fatti sentire dopo ben 2 mesi di lavoro” lascia davvero il tempo che trova... i docenti, quelli che amano il proprio lavoro vogliono arrivare a fine giugno in presenza!
Christian Rossini 1 mese fa su fb
Tiffany Ty capisco quello che vuoi dire, io parlavo delle post obbligatorie( certi mie commenti di questo post sono sparti) lavorando a stretto contatto con alunni delle scuole post obbligatore, e vedendo come si comportano, sia in mensa e sia all’esterno, mi pareva una scusa la raccolta firme, e poco coerente
Lara Colombi 1 mese fa su fb
Christian Rossini ola cugi! Non so per le post obbligatorie ma il resto speriamo non lo chiudano. Egoisticamente non per i risultati, anche se molti fanno fatica a recuperare il tuo cuginetto è un segia, ma ne hanno bisogno. Così anche per lo sport e i contatti.
Sylvia Martins 1 mese fa su fb
Prima deve ser il bar e ristoranti. Deve ser solo aperta il negozio i prima necessità.
Dario Arcotti 1 mese fa su fb
Ma dai ?? 😂😂
Marcello Vaianella 1 mese fa su fb
Ma che novità 🤣🤣🤣🤣🤣
Marco Merli 1 mese fa su fb
Quante volte già cinquant'anni fa, l'avevo detto.
Alessia Donzelli 1 mese fa su fb
Eh beh.... 🙄🙄🙄
Alex Ghisla 1 mese fa su fb
Alessia Donzelli aspettano ancora e meglio 🙈🤣
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 19:50:08 | 91.208.130.87