Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
23.09.2020 - 16:180

Carovane per l'idrossiclorochina: «I dati smentiscono»

La richiesta di Plaquenil si è alzata a partire da marzo. Ma negli ultimi due mesi è tornata ai livelli pre-Covid.

Il farmacista cantonale: «Allora si pensava fosse efficace contro il coronavirus, ma poi è stato smentito».

MENDRISIO - Un pulmino con 15 italiani a bordo raggiunge il canton Ticino. Obiettivo: farmacia. Quando passano la frontiera, al ritorno, a bordo ci sono 250 flaconi di Plaquenil e/o Hidroxychloroquine dottor EB. L'idrossiclorochina, per intenderci. È lo scenario raccontato su la Repubblica, di cui vi abbiamo riferito stamattina. Le cose, però, stando al farmacista cantonale non stanno esattamente così.

«In Ticino nei mesi di luglio e agosto non si registra un aumento delle vendite di Plaquenil - spiega Giovan Maria Zanini -. Il volume di vendita è tornato allo stesso livello di un anno fa e dei mesi pre Covid». Una situazione diversa rispetto al periodo primaverile: in effetti, a partire da marzo, c’era stato un incremento molto marcato della richiesta. «Tanto è vero che per garantire l’approvvigionamento dei malati cronici, abbiamo dovuto introdurre un contingentamento». Un sistema - poi annullato lo scorso mese - che dava la precedenza alle persone malate croniche rispetto a chi lo richiedeva per il coronavirus.

Il Plaquenil (antimalarico) è un medicamento usato come terapia di base di alcune affezioni articolari infiammatorie, come la poliartrite cronica. Può frenare il decorso della malattia e diminuire la durata e l'intensità delle crisi acute. «Per ottenerlo è necessaria la ricetta medica - aggiunge il farmacista cantonale -. Anche se italiana». Nel mese di marzo si pensava che il farmaco potesse essere efficace contro il Covid-19. «Veniva usato anche negli ospedali e tanti medici lo prescrivevano». Oggi l’indicazione è di non usarlo se non per studi clinici. Sono comparsi elementi sulla sua non efficacia, come pure sulla tossicità. Il rapporto tra rischi e benefici è considerato negativo.

Zanini, in conclusione, ricorda alla popolazione che «il fai-da-te, con i medicamenti, non va mai applicato».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Didimon 1 anno fa su tio
Solo Trump lo faceva?
pepsip 1 anno fa su tio
Questo medicinale è pericolosissimo!!! Si, per BigPharma, perché costa solo 4 Euro a scatola. Esiste da 70 anni e cura milione di persone quindi essendo diventato un generico non ci guadagna più niente nessuno e quindi da gennaio e diventato addirittura tossico. Vi siete mai chiesto perché i paesi Africani a parità di casi hanno avuto la metà della mortalità dei paesi europei? Informatevi... Perché a Marsiglia dove si cura con l'idrossiclorochina la mortalità è 5 volte inferiore a quella di Parigi o della Germania? (France soir). Stranamente uno studio Italiano dimostra che l'idrossiclorochina riduce del 30% la mortalità ma l'agenzia del farmaco ne vieta ancora l'utilizzo. (European Journal of internal medecine). La verità si trova sempre seguendo il soldo. Ricordatevelo! Lo studio pubblicato su EJINME: https://www.ejinme.com/article/S0953-6205(20)30335-6/fulltext Un intervista che può aiutarvi ad aprire gli occhi: https://www.youtube.com/watch?v=xYiJB-shu70
pillola rossa 1 anno fa su tio
@pepsip Concordo! Mi ricorda la caccia alla cannabis.
feede 1 anno fa su tio
comprate comprate, comprate medicamenti... ahah
momo73 1 anno fa su tio
Quoto alla grande don Quijote! Gente che inventa scuse su scuse pur di non uscire a cena assieme! Hanno fritto il cervello al popolino. Ma che la comperino pure l’idrossi, sarà selezione naturale.
Don Quijote 1 anno fa su tio
Invece di andare in farmacia a prendere veleni anti covid, farsi una corsa e comprare un paio di carote, no! Non capita solo a me, sento amici che mi dicono di aver interrotto ogni tipo di relazione con alcuni loro conoscenti perché sono diventati irrazionali, aggressivi e paranoici a causa delle padellate mediatiche sul CV19.
miba 1 anno fa su tio
@Don Quijote ....e poi è anche comparsa una nuova specie, alias i fondamentalisti del coronavirus, dei tamponi, delle mascherine e dei vaccini...:):):)
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-24 21:15:07 | 91.208.130.89