Immobili
Veicoli

MEZZOVICO-VIRAI conti chiudono con un avanzo di esercizio

04.05.20 - 11:17
Anno positivo per la 15esima volta consecutiva
tipress
I conti chiudono con un avanzo di esercizio
Anno positivo per la 15esima volta consecutiva

MEZZOVICO-VIRA - Anche il 2019 si conferma un anno positivo per i conti dell’Amministrazione comunale di Mezzovico-Vira, che chiudono con un avanzo d’esercizio di 253'288 franchi ciò che fa ben sperare in vista di questo 2020 sicuramente denso di incognite.

Il risultato positivo del 2019 tiene pure conto di un ammortamento straordinario di 243'000 franchi non previsto in sede di preventivo.

La «stabilità del gettito fiscale delle persone fisiche e giuridiche, l’importante introito dell’imposta alla fonte oltre alla consueta e consolidata gestione oculata delle risorse finanziarie del Comune hanno permesso di ottenere questo traguardo», sottolinea il Municipio in una nota odierna. 

Come indica il Sindaco di Mezzovico-Vira e responsabile delle finanze Mario Canepa, «gli investimenti hanno spaziato dalle infrastrutture comunali, al rifacimento del cimitero di Mezzovico, alla sostituzione delle sottostrutture e urbanizzazione in diverse zone del paese, al risanamento delle selve castanili, e alla fase progettuale di numerose opere che in accordo con il Consiglio comunale intendiamo portare a compimento per migliorare ulteriormente i servizi alla cittadinanza e alle aziende attive sul nostro territorio».

Il Comune può continuare a disporre di un capitale proprio importante che si attesta a quasi 6.5 milioni di franchi, ciò che «potrà permettere di sopportare eventuali futuri deficit di gestione corrente con una relativa tranquillità».

Il Sindaco Mario Canepa rammenta ancora che «lL’Esecutivo comunale, in questo momento difficile legato alla pandemia Coronavirus – COVID-19, ha deciso che a emergenza terminata deciderà concretamente e in maniera ponderata gli aiuti finanziari atti ad attenuare l’impatto di questo periodo negativo compatibilmente con la nostra autonomia decisionale e con le opere previste che intendiamo comunque realizzare e che in un momento di crisi giocano un ruolo importante contribuendo al rilancio economico del nostro Cantone.»

NOTIZIE PIÙ LETTE