Al tunnel del Ceneri mancano 365 giorni… anzi no, sono 363
Tipress
+5
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
33 min
La Delta non ferma i set ticinesi
In arrivo altre tre produzioni importanti. La Ticino Film Commission: «Richiesta aumentata con la pandemia»
CANTONE
33 min
«Con le tende forate, ma tanta voglia di vacanza»
Il maltempo non frena i campeggiatori. In Ticino le cancellazioni ci sono, ma meno del previsto.
LUGANO
8 ore
Fischi a Valenzano Rossi: il PLR Lugano li condanna «fermamente»
La sezione cittadina ha espresso «massima solidarietà» alla municipale contestata il 1° d'agosto.
LUGANO
11 ore
«Non la prendo sul personale»
Karin Valenzano Rossi fischiata in piazza Riforma si toglie qualche sassolino dalla scarpa
CANTONE
11 ore
Trentasettenne ritrovato
L'uomo era scomparso ieri a Castagnola
LOCARNO
13 ore
Ci mancavano le zanzare
Dopo gli allagamenti è boom nel Piano di Magadino. La Confederazione ha inviato una missione insetticida
FOTO
CANTONE
14 ore
Oltre ottanta bambini e ragazzi in colonia
Dopo le restrizioni dell'estate 2020, l'appuntamento a Rodi-Fiesso è tornato nell'abituale veste
Ticino
15 ore
I personaggi senza volto di Chiara Pulselli
Una nuova opera sta per prendere forma sulle pareti luganesi grazie ad Arte Urbana Lugano
MORBIO INFERIORE
15 ore
Un buono acquisto per gli abitanti di Morbio Inferiore
Si tratta di un simbolico aiuto alle famiglie e anche di un sostegno alle attività economiche locali
URI / CANTONE
15 ore
Più di due ore per superare il San Gottardo
Al portale nord della galleria sono stati raggiunti i 16 chilometri di coda, a quello sud si è arrivati a sette
CANTONE
15.12.2019 - 15:580
Aggiornamento : 17:12

Al tunnel del Ceneri mancano 365 giorni… anzi no, sono 363

È scattato oggi il conto alla rovescia in vista della messa in esercizio della galleria. Battezzato un altro treno Giruno

Pendolari

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - Oggi per i mezzi pubblici è scattato l’orario 2020. Ma in Ticino si guarda già al futuro: il 13 dicembre 2020 alle 6.03 il primo treno sfreccerà infatti attraverso la galleria di base del Ceneri, decretando quello che da tempo viene definito come un cambiamento epocale per la mobilità nel nostro cantone. Il conto alla rovescia è scattato poco fa, per mano del CEO FFS Andreas Meyer e Christian Vitta, presidente del Consiglio di Stato ticinese. Ed è stato battezzato il treno Giruno “Ceneri 2020”.

All’appuntamento con la messa in esercizio ufficiale del tunnel, mancano esattamente 363 giorni. Ma oggi le FFS sono incorse in una svista: sul display del conto alla rovescia ne vengono indicati 365. «Sarà corretto al più presto» hanno assicurato.

Vitta: «Opportunità da cogliere» - Il consigliere di Stato Christian Vitta ha ribadito che dal dicembre 2020 il Ticino sarà più piccolo: «Il Sopra e il Sottoceneri saranno più vicini, il Monte Ceneri sarà un po’ più basso». Il tunnel di base contribuirà infatti soprattutto a ridurre i tempi di percorrenza tra i tre poli urbani ticinesi (Lugano, Bellinzona e Locarno). «Si schiuderanno nuove e numerose opportunità, che dovremo però saper cogliere».

Meyer: «C’è molto da fare» - «Sono qui per annunciare che tra un anno in Ticino cambierà la mobilità» ha detto invece il CEO FFS Andreas Meyer, che stamani si trovava invece a Ginevra per l’inaugurazione del Léman Express, la più grande rete celere regionale transfrontaliera d’Europa. «Sento la gioia e l’attesa per il Natale, ma quello dell’anno prossimo, quando in Ticino sarà inaugurato il tunnel di base del Ceneri».

Meyer ha comunque sottolineato che sino ad allora «c’è ancora molto da fare». Sul fronte delle merci, le FFS hanno cominciato a misurare la puntualità dei convogli. E per quanto riguarda il traffico passeggeri, a settembre 2020 proprio in Ticino - in occasione dei festeggiamenti per il tunnel del Ceneri - avrà luogo una riunione con i capi di tutte le ferrovie, «con le quali dobbiamo cooperare per essere pronti alle nostre sfide».

Hanno parlato anche i sindaci di Lugano (Marco Borradori), Bellinzona (Mario Branda) e Locarno (Alain Scherrer), che a loro volta hanno definito il Ceneri 2020 come una svolta per il Ticino. «Ma sarà necessario investire, perché non resti un’infrastruttura fine a se stessa».

Cassis assente giustificato - Oggi in stazione a Lugano erano presenti numerose personalità poitiche, sia ticinesi sia dei cantoni d’oltre San Gottardo. E avrebbe dovuto intervenire anche il consigliere federale Ignazio Cassis, che alla fine era però assente per motivi di salute.

Il treno Giruno battezzato oggi a Lugano si chiama “Ceneri 2020”. Si tratta del secondo convoglio battezzato in Ticino (il primo, presentato a Bellinzona, si chiama “San Gottardo”). Il terzo sarà invece battezzato “Sempione”. Gli altri 26 porteranno i nomi dei cantoni svizzeri. Il treno “Ceneri 2020” da oggi circola tra il Ticino e le destinazioni d’oltre San Gottardo. Poi i collegamenti arriveranno anche a Milano. E in futuro fino a Bologna e Genova.

Tipress
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Bayron 1 anno fa su tio
Bella notizia!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-03 06:33:20 | 91.208.130.89