Keystone (archivio)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
9 min
Covid-19: Due nuovi decessi in Svizzera
La percentuale di positività sale al 4.6%, rispetto al 3.4% degli scorsi giorni.
SVIZZERA/ITALIA
1 ora
Sommaruga e Conte discutono sul coronavirus
Durante i colloqui si parlerà anche di trasporti transfrontalieri e questioni climatiche
SVIZZERA
2 ore
Bisognerà “insegnare” la guida automatizzata ai neopatentati (e non solo)
Lo sostiene l'upi in uno studio recente: «Un cambiamento che non avverrà dall'oggi al domani»
BERNA
2 ore
Ciberattacco a Swatch
Nel fine settimana il colosso orologiero ha riscontrato «chiari segnali in di un'aggressione informatica in corso».
SVIZZERA
2 ore
Iceberg sciolti da bere
Il premio denigratorio Sasso del Diavolo di quest'anno è stato assegnato all'acqua Berg.
SVIZZERA
2 ore
L'ha uccisa con il calzascarpe
A processo un 67enne kosovaro
SVIZZERA
2 ore
Città di Zurigo coinvolta nella schiavitù
La sindaca: «Non dobbiamo chiudere gli occhi sul passato coloniale della città»
SVIZZERA
2 ore
Covid, ecco chi ha lavorato di meno
La settimana lavorativa in Svizzera è scesa a 28 ore in media, durante il lockdown. Ma con differenze nei vari settori
SVIZZERA
3 ore
Thomas Klühr lascerà i vertici di Swiss alla fine del 2020
Lo ha comunicato l'azienda questa mattina, l'addio dopo 4 anni come CEO per «motivi personali»
SVIZZERA
3 ore
Dai social alle news, il web è dove i giovani si fanno un'opinione
Lo sostiene l'UFCOM. In Ticino le testate d'informazione online convincono più i 15-29enni che nel resto della Svizzera
SVIZZERA / ITALIA
4 ore
Stadler Rail fornirà i nuovi tram di Milano
L'ordine ha un valore di 187 milioni di franchi
SVIZZERA
4 ore
Gerhard Pfister: «Poche chance per l'accordo quadro con l'Ue»
«Il ruolo della Corte di giustizia dell'Unione europea nell'accordo quadro è tossico»
GRIGIONI
4 ore
28enne accusato di 37 reati contro il patrimonio
In questi mesi l'uomo ha danneggiato due celle, causando danni per oltre 18mila franchi
VAUD
5 ore
Sciatori già sulle piste grazie alla copiosa nevicata
Non accadeva da vent'anni. Nel weekend sono caduti ben 70 centimetri di neve fresca
SVIZZERA
6 ore
Tra droni, robot e tecnologia, ci aspetta «un futuro destabilizzante»
La tecnologia militare è spesso ispirata a videogiochi, film e libri, come ci spiega Quentin Ladetto, di Armasuisse.
SONDAGGIO
ZURIGO
15 ore
Animali domestici, quanto mi costano?
Cani, gatti o cavalli: possederli richiede tempo e denaro.
GRIGIONI
19 ore
Cerca di fermare i cavalli, bimba perde parte del dito
Stava tenendo una cordicella di recinzione, quando uno degli animali ha sfondato l'ostacolo
GRIGIONI
19 ore
Detenuto trovato morto in cella
Si tratta di un 23enne afghano
BERNA
20 ore
Fanno esplodere un bancomat, ripresi da un cellulare
Tre esplosioni per arrivare al distributore automatico dei soldi. Due ladri per un colpo perfetto
SVIZZERA
20 ore
Le riserve salveranno le finanze pubbliche
La pandemia comporterà una forte contrazione delle entrate fiscali e una crescita della disoccupazione
VAUD
21 ore
Attacchi ai bancomat, fermati in Francia quattro sospetti
Quattro i casi nel canton Vaud, altrettanti nel canton Friburgo
GIURA
21 ore
Continua la lotta giurassiana al 5G: «Depositata una petizione»
Il collettivo "Jura non 5G" ha raccolto oltre 4'300 firme contro l'antenna che dovrebbe essere posata a Delémont.
ZURIGO
21 ore
Identificato l'uomo caduto dalla finestra di un bordello
È un giovane di 28 anni la vittima dell'incidente avvenuto venerdì mattina nel centro storico di Zurigo.
SVIZZERA
22 ore
Posto di lavoro: aumenta l'incertezza fra gli over 50
Lo conferma un sondaggio effettuato dallo specialista del settore Rundstedt
NIDVALDO
23 ore
Sbaglia la manovra e precipita: morto un parapendista
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio a Wolfenschiessen. Per il giovane di 22 anni non c'è stato nulla da fare.
SVIZZERA
1 gior
Altri 782 casi, 26 ricoveri e 2 decessi in 72 ore
Il 3.4% dei tamponi effettuati tra venerdì e domenica è risultato positivo al Covid-19.
SVIZZERA
1 gior
Tumore al seno: «Fondamentale il sostegno dei familiari»
La Lega contro il cancro ha deciso di concentrare la propria attenzione sui congiunti delle malate.
SVIZZERA
1 gior
L'ex tassista ai vertici della Seco
Boris Zürcher ha fatto una carriera fuori dal comune. Oggi guida la Divisione lavoro a Berna. Lo abbiamo intervistato
FRIBURGO
1 gior
Sgominate due bande di ladri
Due persone ree di aver svaligiato vari appartamenti in Romandia e a Berna sono state arrestate.
SVIZZERA
1 gior
Congedo paternità, per UBS sono quattro settimane
Il colosso bancario si vuole dimostrare un datore di lavoro attrattivo
VAUD
1 gior
Deraglia un treno alla stazione di Echallens
Fortunatamente non c'erano passeggeri a bordo, ma non sono mancati i disagi.
ZURIGO
1 gior
Sospettata di aver commissionato l'assassinio della madre: assolta
Il Tribunale distrettuale di Meilen ha invece condannato per il crimine un 37enne.
SVIZZERA
1 gior
Le donne avrebbero abbattuto i jet
Il 55% delle votanti di sesso femminile avrebbe fatto a meno dell'acquisto dei nuovi aerei militari.
SVIZZERA
1 gior
La domenica "nera" dell'UDC sui quotidiani elvetici
I giornali svizzero-tedeschi parlano di «schiaffo» e «fiasco» per i democentristi che hanno perso 4 oggetti su 5.
BERNA
10.12.2019 - 18:050
Aggiornamento : 22:17

Parla il nuovo Mister FFS: «Il Ticino vittima del suo successo»

Vincent Ducrot, nuovo CEO delle FFS: «Sono un ferroviere, ascolterò i desideri dei dipendenti». Guadagnerà il 20% in meno del suo predecessore: «Non fa niente». E sul Ticino: «Treni pieni? Parliamone»

di Redazione
EHS/20 MINUTEN

BERNA - «Sicurezza, puntualità e pulizia sono per me prioritari». Così ha esordito Vincent Ducrot, nuovo CEO delle FFS oggi in conferenza stampa. 

Dei tre punti, qual è il più importante?
«Sicuramente la puntualità. Lì bisogna fare molto. Di certo non sarà un processo che avverrà dall’oggi al domani. Molto dipende dalla pianificazione dei cantieri e dal materiale rotabile. Ci sono certamente margini di manovra sui quali intervenire per migliorare le prestazioni delle FFS».

Si è descritto come un uomo innovativo. In passato le FFS sono state criticate in fatto di innovazione e accusate di trascurare invece la ferrovia tradizionale. Come pensa di conciliare innovazione e tradizione?
«Sono un ferroviere e credo che si tornerà alle radici della ferrovia. Ma sono anche molto pragmatico. Se innovazione deve esserci questa deve andare incontro alle esigenze degli utenti. Quindi non ci saranno sorprese o miracoli da parte mia. Resto per le cose pragmatiche e per l’innovazione orientata alla clientela».

Come si immagina le FSS fra 20 anni? Come fornitore di servizi di mobilità oppure deve focalizzarsi sulle ferrovie?
«Il nostro marchio di fabbrica sono le ferrovie. Fra 20 anni ci saranno ancora. Il sistema ferroviario resta quello più affidabile e sicuro. Ma non escludo che si possa guardare anche oltre i propri confini e affrontare nuovi campi. Un’azienda in fondo deve anche svilupparsi».

Come pensa di comportarsi con il personale dell’azienda?
«Certamente ascolterò le richieste dei dipendenti. Una delle mie forze è stata quella di essere sempre vicino alle persone. In fondo sono i dipendenti che fanno l’azienda, e per me è importante che le 33000 persone che lavorano alle FFS si sentano soddisfatte. Ma ovviamente sono anche un manager e devo far quadrare i bilanci dell’azienda e questo a volte puo’ causare dolori al personale. Ma è un aspetto da mettere in conto e siamo preparati».

Spesso i dipendenti hanno espresso critiche nei confronti delle FFS . Si sentono poco orgogliosi di appartenere a questa azienda. Come pensa di riconquistare la loro fiducia?
«Con la trasparenza. È un valore sul quale credo molto. Parleremo con i dipendenti e affronteremo insieme problemi e soluzioni. Sono sicuro che torneranno ad essere fieri del loro lavoro».

La Consigliera federale Sommaruga  vuole che il Governo controlli ancor di più le FFS. Quanto è grande il suo raggio d'azione in queste condizioni?
«Penso che se facciamo bene il nostro lavoro e i clienti scelgono la qualità dei treni, allora vuol dire che abbiamo già  raggiunto tanto. Per il resto ognuno farà i suoi compiti. Io sono il CEO delle FFS e devo assicurarmi che le cose procedano nel migliore dei modi. Sono in buoni rapporti con Simonetta Sommaruga. Apprezzo il suo lavoro, e sono contento di aver scambi di opinioni con lei affinché l’azienda possa beneficiarne ed evolvere».

Dunque non sente la pressione della politica,  o il fatto che lei guadagni meno del suo predecessore?
«Nessun problema. Se c'è un limite di velocità sull'autostrada devi attenerti ad esso. Ci sono regole da accettare. Per quanto mi riguarda non c’è discussione su questo aspetto». (Ducrot guadagnerà il 20% in meno rispetto al suo predecessore n.d.r.)

Ha detto in un’intervista che la questione dei treni pieni si concentra su pochi orari di punta. Come pensa di affrontare questo problema?
«È un tema complicato che ho dovuto già affrontare in passato. Abbiamo sviluppato diverse idee. Ma trovare una soluzione è davvero difficile. Bisogna accettare la situazione per quella che è. La gente purtroppo preferisce viaggiare negli orari di punta, anziché quando i treni sono vuoti. Offriremo treni con maggiore capienza. Il nostro destino saranno i treni lunghi 400 metri».

La sensazione che si  ha in Ticino è quella di sentirsi un po’ abbandonati dalle FFS. L’utenza lamenta ritardi e soprattutto treni sempre molto pieni. Come pensa di affrontare questo problema?
«È una sensazione sbagliata. Per le FFS tutti i Cantoni hanno piena importanza. Da romando sono molto sensibile alle regioni di periferia. Il Ticino è anche vittima del suo successo. Grazie alla galleria di base il traffico viaggiatori è cresciuto tantissimo, e questo è solo un bene. Se ci sono problemi bisogna ovviamente mettersi a tavolino e analizzarli e trovare una soluzione».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Asdo 9 mesi fa su tio
Il problema non sono i viaggiatori che "vogliono" andare durante l'ora di punta. Il problema sono i viaggiatori che DEVONO perché tutti i settori non cambiano orario. Si parla di interconnessione tra le aziende agli stessi orari e son d'accordo... E difatti devo ancora capire perché le scuole non spostino di un'ora prima o dopo i loro programmi.
tazmaniac 9 mesi fa su tio
"Il Ticino è anche vittima del suo successo. Grazie alla galleria di base il traffico viaggiatori è cresciuto tantissimo" ...questa è una ca.. una grande strepitosa, spaventosa ca...ataaa! Da buon romando falso e ipocrita non si smentisce...i problemi dei treni pieni in Ticino ce li abbiamo da ben prima si costruisse la galleria... se questo è il nuovo CEO FFS e questa è la sua visione della situazione stiamo freschi...
Nadia Claudio Robbiani 9 mesi fa su fb
E meno male che è un ferroviere!! Avanti un altro 😳
Floriana Zamaroni 9 mesi fa su fb
Il.Ticino è vittima della situazione creata da loro
Dora Bapst-Weidmann 9 mesi fa su fb
Bisogna andare al lavoro/scuola per le 10.00/10.30 quando i treni sono vuoti!!! come abbiamo fatto a non pensarci????!!! 🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️
Arminda Armi 9 mesi fa su fb
Io non partirei negativa , le intenzioni non mi sembrano sbagliate, c è la volontà di affrontare i problemi, di dialogare col personale ,e di andare in contro all utenza . Che altro dire ,prima di criticare il nuovo corso ,lasciamogli il tempo necessario , Poi la cosa che mi piace è che si definisca un ferroviere e questo è senz altro positivo a stimolare i dipendenti . Certo ,miracoli non potrà farne ,ma un passo alla volta si percorre un lungo cammino . Poi se la politica non metterà i bastoni tra le ruote ,qualche risultato migliore lo si vedrà.
Michele Blum 9 mesi fa su fb
Credo che non si possa giudicare il nuovo CEO prima ancora che si sia messo all'opera (ricordo che l'attuale amministratore delegato è ancora Andreas Meyer). Andrò pure controcorrente, ma a me pare che vada apprezzato il suo realismo. Invece di parlare in politichese vomitando false promesse, ha preferito dire le cose come stanno. In sostanza: le rotaie sono quelle, i treni sono quelli, più lunghi non è attualmente possibile, ci sono dei progetti che punteranno addirittura ai treni a doppio piano in Ticino, quindi qualcosa si sta muovendo ma non parliamo di Lego ma di materiale rotabile reale, ci vuole tempo, non aspettatevi miracoli, portate pazienza, altro non si potrebbe fare manco volendo. Fine. E per l'ora di punta: sì, chiaro, il 90% degli utenti OVVIAMENTE non sceglie di prendere il treno in quella fascia oraria per sport. Nessuno dice il contrario. Però è vero che è quello il problema di fondo e non si possono attaccare tre composizioni di treno a un unico convoglio. C'è un fattore tecnico, pratico e di sicurezza in ballo che lo rende impossibile, altrimenti già lo si farebbe. SÌ, Ducrot guadagna un botto per dire l'ovvio. Vorrei guadagnarli io quei soldi. Però come tutte le aziende, un CEO ci vuole ed è meglio averne uno che racconta banalità (che molti non capiscono) invece di utopie astratte.
Gus 9 mesi fa su tio
Sicuramente meglio lui dell'arrogante Meyer
Luigina Sauer 9 mesi fa su fb
Il genio, ma pf non fatemi ridere. Certe articoli fanno incavolare
Sandra Steffen 9 mesi fa su fb
Ma è serio?!?!
SosPettOso 9 mesi fa su tio
Per ciò che ha detto, ci sta tutto... Meyer avrebbe "migliorato la puntualità" portando da 3 a 5 i minuti che non vengono conteggiati come ritardo. La frase "...sono anche un manager e devo far quadrare i bilanci dell’azienda e questo a volte puo’ causare dolori al personale..." non fa presagire nulla di buono, ma potrebbe anche essere mal tradotta o estrapolata dall'intero discorso (tutti i leccapiedi di Meyer sono anch'essi "personale" e se questo fa repulisti, son dolori). Lasciamo che provi a far qualcosa prima di sparare a zero...
Ginetta Croce 9 mesi fa su fb
Io direi😂 di rivedere l orario di punta....per fare in modo che non siano così affollati....ma qualche carrozza in più???? 🧐
Rita Molina 9 mesi fa su fb
E prende anche bei soldini per fare il suo lavoro...mà!
albertolupo 9 mesi fa su tio
Parte un po’ con il piede sbagliato a mio modo di vedere.
Armando Tognetti 9 mesi fa su fb
È arrivato il Genio della lampada hehehe 😂 😂😂😂
Sara Zucconi 9 mesi fa su fb
FFS Sempre peggio!!! 💩 "la gente purtroppo preferisce viaggiare negli orari di punta". Ah be, con lui si che andremo lontani! #vaialavorarevah
Marta 9 mesi fa su tio
....per non parlare dei viaggi in piedi in vagoni dall'aria irrespirabile (non è più possibile aprire i finestrini) quando spesso la carrozza di prima classe è vuota o quasi...
SosPettOso 9 mesi fa su tio
@Marta Aprirli è sempre possibile: c'è quasi un martelletto ad ogni finestrino! Il problema è che poi non si richiude più....
Marta 9 mesi fa su tio
Viaggiare in treno è troppo caro, i biglietti vanno come minimo dimezzati. Come anche tutti gli abbonamenti.
Daniela Sofia Battaglia 9 mesi fa su fb
Volevo commentare , ma è già stato detto tutto 😂😂certo che ci voleva un altro genio 👏👏
Andrea Erba 9 mesi fa su fb
Un altro che sa da parte spunta il sole, nuovo direttore,storia vecchia!
Se Ba 9 mesi fa su fb
Brillante, per me è no.
Sergio Nobile 9 mesi fa su fb
Se uno inizia a lavorare o la scuola alle 8 non è che può prendere il treno 3 ore prima o 3 ore dopo per evitare di stare in piedi...cambiano i direttori ma la solfa è sempre la stessa! Per quanto io ami la ferrovia preferisco andare in macchina ultimamente!
Nesh online 9 mesi fa su fb
🙈
Giuseppe Finamore 9 mesi fa su fb
Questo sarà un altro fenomeno.
Sandrini Sirio 9 mesi fa su fb
Ma sbattetelo fuori prima che faccia altri danni
Luca Gilardi 9 mesi fa su fb
"La gente purtroppo preferisce viaggiare negli orari di punta, anziché quando i treni sono vuoti"... ma dove li trovano, nei ribassi?
Gianpi Veronio 9 mesi fa su fb
"Il Ticino è anche vittima del suo successo. Grazie alla galleria di base il traffico viaggiatori è cresciuto tantissimo, e questo è solo un bene" un bene per chi mi scusi?? Aaaah..
Sarah Chiaramonte 9 mesi fa su fb
Gianpi Veronio per l’economia della regione forse? Boh...
Flavio Boffi 9 mesi fa su fb
Gianpi Veronio intanto per le FFS...
spank77 9 mesi fa su tio
fa pensare che a molti basterebbe "solo" quel 20 percento in meno di stipendio all anno per vivere più che bene....
Nadine Ferrari 9 mesi fa su fb
«La gente purtroppo preferisce viaggiare negli orari di punta, anziché quando i treni sono vuoti»: quando l'ho letto a momenti casco dalla sedia... 😂😂😂😂😂😂
Flavio Boffi 9 mesi fa su fb
Nadine Ferrari purtroppo non mi scappa da 😂
Nadine Ferrari 9 mesi fa su fb
Flavio Boffi Nessuno ti obbliga. Comunque, a differenza di altri qua dentro, il mio commento non è certo un giudizio sulla persona (che non conosco) o sulle sue capacità: probabilmente intendeva altro ma si è espresso male oppure l'intervistatore ha tradotto/trascritto dal francese un po' a braccio... :D
Pietro Pre 9 mesi fa su fb
"La gente purtroppo preferisce viaggiare negli orari di punta, anziché quando i treni sono vuoti" No, caro il mio genio. La gente DEVE prendere il treno agli stessi orari per andare al lavoro e a scuola, per quello si chiama orario di punta. Non è questione di preferenze...
Silvano Cincinelli 9 mesi fa su fb
“La gente preferisce viaggiare negli orari di punta...” 😂😂😂👏🏻
Pecoratriste 9 mesi fa su tio
... Sono disoccupato e prendo 2700 fr al mese... Se qualcuno di ffs é stufo di lamentarsi e vuole fare uno scambio sono a disposizione.
Flavio Boffi 9 mesi fa su fb
Il Ticino non ha una sensazione sbagliata! In realtà la gente sta in piedi da più di 15 anni pagando per un posto a sedere...
GI 9 mesi fa su tio
Beh, certo che se quella "dei treni pieni" è "una sensazione sbagliata"...non possiamo aspettarci gran che.....ma vorrei essere tanto sconfessato....
Carlo Aiele 9 mesi fa su fb
Ma vai a dirigere il traffico
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-29 13:06:24 | 91.208.130.87