Tio.ch/20 minuti - Pa.St.
+ 1
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
1 ora
Il giorno dopo la manifestazione: «L’autogestione? Una realtà viva»
LUGANO
3 ore
A Lugano una notte tropicale da record
SONOGNO
3 ore
Un Pentathlon del boscaiolo baciato dal sole
CANTONE
4 ore
Tom Ford Distribution, «che dazi si applicano sui tessuti in Ticino?»
LOCARNO
5 ore
Un'auto ed un quad si scontrano nella rotonda dell'aeroporto, un ferito
CANTONE
7 ore
Edifici industriali dismessi: «I sussidi non bastano»
LUGANO
8 ore
La manifestazione dei molinari si è svolta «in maniera prevalentemente pacifica»
LUGANO
10 ore
Porte aperte all'aeroporto, tutti col naso all'insù
MASSAGNO
23 ore
È partito "Percorsi consigliati casa-scuola"
VEZIA
1 gior
I Giochi tradizionali svizzeri alla Tenuta Bally
LUGANO
1 gior
Fumogeni e insulti sotto lo stabile della Lega e contro la Polizia
CHIASSO
1 gior
Incidente di caccia: parte un colpo, muore un 50enne
LUGANO
1 gior
Oltre 500 «contro l'oppressione e il nulla che avanza»
BRISSAGO
1 gior
Incendio di un'abitazione, due persone intossicate
LUGANO
1 gior
Puigdemont a Lugano: «Siamo delusi dalla vigliaccheria dell’Unione europea»
CANTONE
05.11.2018 - 10:310
Aggiornamento : 10:50

Il Cardiocentro sfiora le 15’000 firme

Consegnata oggi l’iniziativa per mantenere l’autonomia della struttura

BELLINZONA - Sono 14’824 le persone che hanno sottoscritto l’iniziativa “Grazie Cardiocentro”, che chiede la modifica della legge sull’Ente ospedaliero cantonale. Un’iniziativa che il primo firmatario professor Tiziano Cassina, vicedirettore sanitario del Cardiocentro, ha consegnato oggi alla Cancelleria cantonale a Bellinzona.

«Oggi piove, ma per noi è una giornata di sole: non pensavamo di raggiungere questo risultato» ha dichiarato il direttore e primario Tiziano Moccetti. «C’è il sostegno della popolazione di tutto il Cantone, in particolare di quella delle valli e dei comuni periferici. I cittadini hanno compreso l’importante contributo che il Cardiocentro ha dato nella cura delle malattie del cuore e la necessità di mantenere l’attuale filosofia dell’istituto».

Il Gruppo Grazie Cardiocentro è convinto che le Istituzioni - Governo e Gran Consiglio - avranno la sensibilità per cogliere il messaggio: «Il modello proposto per il futuro del Cardiocentro - si legge nel comunicato stampa - è diventato il progetto di migliaia e migliaia di ticinesi. Cittadini convinti come noi che la soluzione migliore per il futuro dell’ospedale del cuore passi da una collaborazione forte e virtuosa con l’EOC e non da una statalizzazione dell’istituto, attraverso l’assorbimento nell’Ente stesso».

L'iniziativa ha raccolto firme in ognuno dei 115 comuni ticinesi. «Un sostegno corale da tutti i distretti del Cantone, da Chiasso ad Airolo, da Bosco Gurin a Blenio. Il che certifica come il Cardiocentro sia un istituto apprezzato da tutti i ticinesi».

Tio.ch/20 minuti - Pa.St.
Guarda le 4 immagini
11 mesi fa Intesa sul progetto Mizar, il Cardiocentro: «Verseremo i 5 milioni»
11 mesi fa «Vogliono solo finire il lavoro iniziato 25 anni fa»
1 anno fa Mail dell’EOC contro il Cardiocentro: «Un atto intimidatorio»
1 anno fa Una mail di fuoco contro il Cardiocentro
1 anno fa Cardiocentro: ecco l'iniziativa popolare
1 anno fa Cardiocentro, sarà iniziativa popolare
1 anno fa Il futuro del Cardiocentro passerà da un'iniziativa popolare
Cardiocentro, 25 anni di polemiche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-15 19:04:40 | 91.208.130.85