Tio.ch/20 minuti - Pa.St.
ULTIME NOTIZIE Ticino
ARBEDO-CASTIONE
11 ore
Officine: «I terreni per il compenso agricolo ci sono?»
CAMORINO
11 ore
Asilanti in sciopero, l’appello a De Rosa: «Chiudete il bunker»
CEVIO
11 ore
Troppo caldo per la funivia San Carlo-Robiei
MURALTO
12 ore
Un telo nero per oscurare la scena del presunto delitto
CANTONE
13 ore
«Biometria 2020», quasi un milione per il progetto
BELLINZONA
13 ore
Con lo striscione in Parlamento per il diritto allo studio
CANTONE
14 ore
Sette milioni per sentieri e percorsi per mountain bike
CANTONE
14 ore
Il Fogazzaro fa scuola: stop alle autorizzazioni "infinite"
LUGANO
15 ore
«Altro che allarmismo, la canicola può uccidere»
CANTONE
16 ore
Mini-blocco dei ristorni: «Benino ma non benissimo»
TENERO
17 ore
Campofelice Camping Village entra nei migliori campeggi d'Europa
CANTONE
17 ore
Ristorni, il Governo trattiene i soldi dovuti da Campione
LUGANO
17 ore
Nuovi defibrillatori a Carabbia e Viganello
LOCARNO
17 ore
Droni, arrivano le nuove regole
LUGANO
18 ore
Lo IUFFP sarà alta scuola pedagogica
CANTONE
05.11.2018 - 10:310
Aggiornamento : 10:50

Il Cardiocentro sfiora le 15’000 firme

Consegnata oggi l’iniziativa per mantenere l’autonomia della struttura

BELLINZONA - Sono 14’824 le persone che hanno sottoscritto l’iniziativa “Grazie Cardiocentro”, che chiede la modifica della legge sull’Ente ospedaliero cantonale. Un’iniziativa che il primo firmatario professor Tiziano Cassina, vicedirettore sanitario del Cardiocentro, ha consegnato oggi alla Cancelleria cantonale a Bellinzona.

«Oggi piove, ma per noi è una giornata di sole: non pensavamo di raggiungere questo risultato» ha dichiarato il direttore e primario Tiziano Moccetti. «C’è il sostegno della popolazione di tutto il Cantone, in particolare di quella delle valli e dei comuni periferici. I cittadini hanno compreso l’importante contributo che il Cardiocentro ha dato nella cura delle malattie del cuore e la necessità di mantenere l’attuale filosofia dell’istituto».

Il Gruppo Grazie Cardiocentro è convinto che le Istituzioni - Governo e Gran Consiglio - avranno la sensibilità per cogliere il messaggio: «Il modello proposto per il futuro del Cardiocentro - si legge nel comunicato stampa - è diventato il progetto di migliaia e migliaia di ticinesi. Cittadini convinti come noi che la soluzione migliore per il futuro dell’ospedale del cuore passi da una collaborazione forte e virtuosa con l’EOC e non da una statalizzazione dell’istituto, attraverso l’assorbimento nell’Ente stesso».

L'iniziativa ha raccolto firme in ognuno dei 115 comuni ticinesi. «Un sostegno corale da tutti i distretti del Cantone, da Chiasso ad Airolo, da Bosco Gurin a Blenio. Il che certifica come il Cardiocentro sia un istituto apprezzato da tutti i ticinesi».

Tio.ch/20 minuti - Pa.St.
Guarda le 4 immagini
8 mesi fa Intesa sul progetto Mizar, il Cardiocentro: «Verseremo i 5 milioni»
8 mesi fa «Vogliono solo finire il lavoro iniziato 25 anni fa»
9 mesi fa Mail dell’EOC contro il Cardiocentro: «Un atto intimidatorio»
9 mesi fa Una mail di fuoco contro il Cardiocentro
9 mesi fa Cardiocentro: ecco l'iniziativa popolare
10 mesi fa Cardiocentro, sarà iniziativa popolare
11 mesi fa Il futuro del Cardiocentro passerà da un'iniziativa popolare
Cardiocentro, 25 anni di polemiche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-27 05:14:12 | 91.208.130.86