CANTONE
20.09.2018 - 11:390

Arriva la prima Giornata della lingua dei segni

Con un video la Federazione svizzera dei sordi intende sensibilizzare la popolazione sul tema del riconoscimento

BELLINZONA - Domenica 23 settembre sarà una giornata importante per le persone sorde di tutto il mondo. Si celebrerà infatti per la prima volta la Giornata internazionale della Lingua dei segni. La Federazione svizzera dei sordi coglie l’occasione per ricordare che purtroppo la Svizzera è rimasta uno dei pochi paesi europei a non avere ancora riconosciuto ufficialmente le lingue dei segni nazionali.

In Svizzera le lingue dei segni sono tre: la Lingua dei segni svizzero-tedesca (DSGS, Deutschschweizer Gebärdensprache), la Lingua dei segni francese (LSF- Langue des signes française) e la Lingua italiana dei segni (LIS). Praticate quotidianamente da oltre 10'000 persone non sono riconosciute ufficialmente dalla Confederazione e ciò complica di molto il processo di inclusione delle persone sorde nella società.

La Federazione svizzera dei sordi (SGB-FSS) propone quindi un filmato con il quale intende sensibilizzare la popolazione sul tema del riconoscimento e chiede ai sordi in primis di mobilitarsi per esigere il riconoscimento della loro lingua materna come un diritto.

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-17 22:11:21 | 91.208.130.85