ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 min
Un'iniziativa per semplificare la legge sulle commesse pubbliche
MENDRISIO
2 min
Per due settimane via Confine a senso unico
CANTONE
10 min
Terreni agricoli, l’UDC: «Il Governo si faccia avanti a Berna»
CANTONE
23 min
Dopo i funghi tocca alle castagne. E sarà un'ottima annata
MURALTO
1 ora
"Diversamentelago” approda sul bacino svizzero del Verbano
BELLINZONA
1 ora
«La Polcom è di nuovo sulla bocca di tutti e non è una novità»
LUGANO
1 ora
«Vogliamo correggere l’immagine distorta delle cliniche private»
PARADISO
2 ore
In piazza si celebra Bacco
BELLINZONA
3 ore
Acqua potabile, arrivano nuovi erogatori
BELLINZONA
3 ore
Anche il PS condanna il radar di Camorino: «Così si creano inutili attriti con la polizia»
LOCARNO
3 ore
Dibattito dei GLR sul clima per le elezioni federali
LUGANO
4 ore
La boxe maestra di vita: «Quando cadi ti devi rialzare subito»
LUGANO
4 ore
Premiati i vincitori del concorso Prix SVC
LUGANO
4 ore
Ca’ Rezzonico, Beltraminelli nel Consiglio di Fondazione
CANTONE
5 ore
Donne rappresentate equamente nelle liste elettorali, c’è la mozione
CANTONE
20.09.2018 - 11:390

Arriva la prima Giornata della lingua dei segni

Con un video la Federazione svizzera dei sordi intende sensibilizzare la popolazione sul tema del riconoscimento

BELLINZONA - Domenica 23 settembre sarà una giornata importante per le persone sorde di tutto il mondo. Si celebrerà infatti per la prima volta la Giornata internazionale della Lingua dei segni. La Federazione svizzera dei sordi coglie l’occasione per ricordare che purtroppo la Svizzera è rimasta uno dei pochi paesi europei a non avere ancora riconosciuto ufficialmente le lingue dei segni nazionali.

In Svizzera le lingue dei segni sono tre: la Lingua dei segni svizzero-tedesca (DSGS, Deutschschweizer Gebärdensprache), la Lingua dei segni francese (LSF- Langue des signes française) e la Lingua italiana dei segni (LIS). Praticate quotidianamente da oltre 10'000 persone non sono riconosciute ufficialmente dalla Confederazione e ciò complica di molto il processo di inclusione delle persone sorde nella società.

La Federazione svizzera dei sordi (SGB-FSS) propone quindi un filmato con il quale intende sensibilizzare la popolazione sul tema del riconoscimento e chiede ai sordi in primis di mobilitarsi per esigere il riconoscimento della loro lingua materna come un diritto.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 15:20:44 | 91.208.130.89