Immobili
Veicoli

SVIZZERATutte le decisioni prese oggi dal Governo federale

12.06.20 - 13:40
In un colpo d'occhio tutti i temi trattati dal'esecutivo nella seduta odierna.
Keystone (archivio)
Fonte ats
Tutte le decisioni prese oggi dal Governo federale
In un colpo d'occhio tutti i temi trattati dal'esecutivo nella seduta odierna.

BERNA - Nella sua seduta odierna il Consiglio federale ha:

- DISABILI E TRASPORTI: adottato la modifica di due ordinanze con cui sono state aggiornate le prescrizioni in materia di esercizio e sicurezza in ambito ferroviario e di concezione dei trasporti pubblici (TP) conforme alle esigenze dei disabili. Gli adeguamenti prevedono tra le altre cose l'istituzione di una piattaforma pubblica contenente informazioni sull'accessibilità ai disabili di tutte le fermate dei TP;

- MILITARI ALL'ONU: detto sì all'impiego di militari svizzeri presso le organizzazioni dell'ONU a Ginevra. La Confederazione continuerà così a sostenere le Nazioni Unite nel promovimento della pace a livello mondiale, traendo beneficio dell'esperienza dei soldati inviati. La loro prima missione sarà di attuare un sistema di informazione per lo sminamento umanitario;

- TRAFFICO REGIONALE: deciso che l'attuale sistema di ordinazione e finanziamento del traffico regionale dei viaggiatori (TRV) non va stravolto, ma senz'altro migliorato. Il Governo ha preso atto oggi della procedura di consultazione sul tema. Respinge però la richiesta di un più libero impiego delle eccedenze;

- MILITI E CIVILISTI: deciso che non solo i militi, ma anche chi ha prestato servizio civile durante l'emergenza legata al coronavirus, beneficerà d'indennità di perdita di guadagno (IPG) pari al 100% del salario. Il Governo ha modificato oggi l'Ordinanza COVID-19 indennità dei militari;

- APERTURA FRONTIERE: confermato che la Svizzera riaprirà le sue frontiere con tutti gli Stati UE/AELS e il Regno Unito dal 15 giugno. Tale decisione fa seguito all'annuncio fatto la settimana scorsa dal Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), visto il miglioramento della situazione legata al coronavirus. Niente riapertura è per ora prevista per gli Stati terzi;

- PREVENZIONE TABAGISMO: deciso che, a partire da agosto, i Cantoni potranno ricevere per i loro programmi di prevenzione del tabagismo dall'apposito fondo sussidi sotto forma di contributi forfettari a condizione che, oltre ad adempiere le esigenze richieste, presentino annualmente un rapporto sul loro impiego;

- ASILO E CORONAVIRUS: deciso che le misure prese per proteggere la salute di tutti gli attori coinvolti nella procedura d'asilo dal contagio del coronavirus saranno prolungate fino all'inizio di ottobre. Tali provvedimenti concernono in particolare il numero dei partecipanti alle audizioni e l'aumento della capacità di accoglienza dei centri della Confederazione;

- PEDICURE DIABETICI: stabilito che le prestazioni dei podologi dispensate ai diabetici dovranno in futuro essere rimborsate dall'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) a condizione che vengano fornite su prescrizione medica. Il Governo ha inviato il relativo avamprogetto in consultazione fino al 5 ottobre;

- COSTI OSPEDALIERI: stabilito che i pazienti non dovranno più partecipare ai costi di degenza ospedaliera per il giorno di uscita e i congedi. Il Governo ha posto oggi in consultazione fino al 5 ottobre una modifica dell'ordinanza sull'assicurazione malattie (OAMal);

- PACE E STABILITÀ CON UE: approvato gli obiettivi e le linee guida per il futuro impiego di esperti svizzeri in seno alle missioni civili dell'Unione europea. Il Governo intende definire il necessario mandato negoziale riguardante tali missioni, mediante l'invio di esperti, per la promozione della pace, fatto salvo l'esito della consultazione delle Commissioni della politica estera delle due Camere;

- PLURILINGUISMO: definito gli obiettivi strategici della politica in materia di plurilinguismo in seno all'Amministrazione federale per il periodo 2020-2023. Oltre agli obiettivi di base, ovvero l'equa rappresentanza delle comunità linguistiche (a livello di unità amministrative e dei loro quadri), il rafforzamento delle competenze linguistiche del personale e lo sviluppo della formazione, l'accento è posto sul coordinamento interdipartimentale e sulla promozione del plurilinguismo attraverso nuove misure d'incentivazione e di sensibilizzazione. Il documento fornisce dettagli sulla pianificazione dei lavori e prevede un bilancio intermedio (a fine 2021) e un rapporto quadriennale (a fine 2023).

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA