Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch/STF (JEAN-CHRISTOPHE BOTT)
Diversi gli interrogativi.
VALLESE
12.08.2019 - 22:120
Aggiornamento : 22:59

Dispersi dopo la colata di fango: «Non aiuta mettere in guardia la popolazione»

Il sindaco di Chamoson analizza la situazione dopo la tragedia. Non sono ancora stati ritrovati un uomo di 37 anni e la sua bambina di sei

CHAMOSON - Le ricerche continuano senza sosta per trovare la piccola di sei anni e il suo papà (37) a Chamoson, dopo che, a bordo della loro auto, sono stati travolti da una colata di fango, domenica sera. Il fiume Losentse è esondato e la città, come già accaduto lo scorso, è stata travolta come da un potente flusso di lava.

Sollecitato da 20 Minuten, il sindaco Claude Crittin spiega perché la popolazione non è stata avvertita. «Può essere pericoloso mettere in allerta i cittadini, ad esempio con delle sirene. L’effetto sarebbe controproducente: molti si sarebbero messi in strada esponendosi maggiormente alle intemperie e alle calamità. Quando ci sono forti temporali è giusto stare in casa».

Già lo scorso anno, il 7 agosto 2018, uno straripamento del torrente Saint-André aveva interessato il comune. «Solo quest'anno abbiamo investito cinque milioni di franchi per la messa in sicurezza. Quel corso d'acqua, ieri, non è fuoriuscito dagli argini. Ci dobbiamo chiedere ora se sia necessario fare ancora di più, nonostante sia chiaro che un residuo di rischio rimarrà sempre».

«Il fiume che è straripato quest’anno - ha continuato il sindaco - era stato giudicato standard nella mappa dei pericoli. Sono sorpreso: come è possibile che un evento così raro - che di solito si manifesta ogni cento anni - si verifichi due anni di seguito? Questa è la grande domanda. Forse il rischio è aumentato».

Le speranze di ritrovare il 37enne e la figlia sono già state dichiarate nulle. «La valanga era incredibilmente forte, una massa incredibile», ha concluso Claude Crittin.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mag 2 anni fa su tio
Io penso solo alla ragazzina di 7 anni, vittima ignara di adulti ignoranti.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-29 13:47:16 | 91.208.130.87