Cerca e trova immobili

SVIZZERALe donne afghane fanno crescere le domande di asilo in settembre

24.10.23 - 12:32
Aumento del 32% dovuto a 700 richieste di persone già residenti da tempo nella Confederazione
Foto Imago
Fonte ATS
Le donne afghane fanno crescere le domande di asilo in settembre
Aumento del 32% dovuto a 700 richieste di persone già residenti da tempo nella Confederazione

BERNA - Sono cresciute del 32,2% in settembre - rispetto ad agosto - le domande di asilo presentate in Svizzera, per un totale di 3966. L'incremento è dovuto alle circa 700 richieste da parte di donne afghane già residenti da tempo nella Confederazione che, grazie a una prassi entrata in vigore in luglio, possono inoltrarne una nuova.

Dall'avvento al potere dei Talebani, in Afghanistan la situazione di donne e ragazze ha continuato a peggiorare in molti ambiti della vita, sottolinea la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) in una nota odierna.

Le numerose restrizioni e prescrizioni comportamentali loro imposte hanno gravi conseguenze sui diritti umani. Pertanto, una volta esaminati i singoli casi, di norma viene riconosciuta loro la qualità di rifugiate, precisa la SEM, ricordando che la Svizzera, come altri Stati europei, segue in questo ambito le raccomandazioni dell'Agenzia dell'Unione europea per l'asilo (EUAA).

Nel mese in rassegna il paese più rappresentato è stato l'Afghanistan (1486 domande, 749 in più rispetto ad agosto). Seguono la Turchia (846 domande, +69), l'Algeria (179 domande, +27), l'Eritrea (170 domande, -63) e il Marocco (157 domande, +44).

Aumentano domande in giacenza

Complessivamente in settembre la SEM ha liquidato in prima istanza 2357 domande, di cui 633 con una decisione di non entrata nel merito (in 542 casi in virtù dell'Accordo di Dublino). A 654 persone è stato concesso asilo e a 501 l'ammissione provvisoria. Il numero di casi in giacenza in prima istanza è aumentato di 1084 unità rispetto ad agosto, attestandosi a 14'729.

Sempre nel mese in esame, 1249 persone hanno lasciato la Svizzera sotto il controllo delle autorità o sono state rimpatriate o trasferite in uno Stato terzo. Berna ha chiesto ad altri Stati Dublino di farsi carico di 1356 richiedenti asilo e 160 persone sono state così trasferite nel paese competente. Contestualmente la Svizzera ha ricevuto 267 domande di presa in carico Dublino e 63 persone sono state trasferite nella Confederazione.

Ucraini e statuto S

Infine, 1888 persone provenienti dall'Ucraina hanno richiesto lo statuto di protezione S. Nel medesimo lasso di tempo il relativo documento è stato concesso a 1630 persone, mentre in altri 113 casi è stato negato perché non erano soddisfatti i criteri pertinenti.

In settembre lo statuto S è cessato in 1167 casi in quanto gli interessati hanno lasciato la Svizzera. Complessivamente, dalla sua attivazione è cessato in 17'077 casi, mentre in 4338 casi la fine dello statuto è in esame. A fine settembre le persone titolari dello statuto S erano in totale 65'746.

COMMENTI
 

Tirasass 4 mesi fa su tio
Chi titolo improprio (oggi voglio essere gentile)
NOTIZIE PIÙ LETTE