Cerca e trova immobili

CAMERE FEDERALIIl sistema Nutri-Score è semplicistico e deve essere cambiato

06.06.23 - 12:03
Gli Stati vogliono che siano eliminati gli effetti negativi, come la penalizzazione di prodotti naturali svizzeri
IMAGO / Panthermedia
Fonte Ats
Il sistema Nutri-Score è semplicistico e deve essere cambiato
Gli Stati vogliono che siano eliminati gli effetti negativi, come la penalizzazione di prodotti naturali svizzeri

BERNA - Gli effetti negativi determinati dal Nutri-Score devono essere evitati. Lo prevede una mozione adottata oggi dal Consiglio degli Stati per 33 voti a 8. Il dossier va al Nazionale.

Sistema semplicistico - Stando a Benedikt Würth (Centro/SG), intervenuto nel dibattito a nome della commissione, «quando si tratta di salute, il fattore decisivo è praticare una dieta equilibrata e non considerare ogni prodotto in modo isolato». A suo avviso, il Nutri-Score è semplicistico poiché non tiene sufficientemente conto del grado di lavorazione dei prodotti, della presenza di additivi, del concetto di sostenibilità, del metodo di produzione e dell'origine. Capita, ha aggiunto Würth, che prodotti altamente trasformati, contenenti grandi quantità di ingredienti sostitutivi e additivi, ricevano talvolta una valutazione migliore rispetto ai prodotti naturali. Insomma, il Nutri-Score penalizza molti prodotti naturali svizzeri, «come il formaggio, che contiene molti grassi», ha osservato Würth.

Queste carenze hanno un effetto nefasto sul mercato e richiedono un chiarimento legale secondo il "senatore" sangallese. Stando alla commissione, l'uso del Nutri-Score sui singoli prodotti dovrebbe rimanere facoltativo e di competenza degli operatori di mercato, non del governo.

Inoltre, le informazioni fornite dalla Confederazione devono rimanere basate sul principio di una dieta equilibrata, che si basa in particolare sulla piramide alimentare svizzera, e non sull'uso del Nutri-Score. L'uso del Nutri-Score deve essere compatibile con la legge sulla concorrenza e i suoi parametri devono essere resi pubblici, ha spiegato Würth.

La replica di Berset - Nella sua replica, il consigliere federale Alain Berset ha specificato che i parametri del Nutri-Score sono già pubblici, ma che il Consiglio federale può fare poco dal momento che il marchio appartiene alla Francia. Se la Svizzera dovesse adottare una normativa diversa, il Nutri-Score non potrebbe più essere applicato nella Confederazione.

Tra l'altro, ha aggiunto il "ministro" della sanità, il Nutri-Score non è una raccomandazione nutrizionale, ma solo uno strumento per orientare i consumatori nelle loro scelte di acquisto. Secondo il consigliere federale friburghese, inoltre, molte delle richieste della mozione sono già soddisfatte dalla legislazione in vigore. Berset ha anche affermato di trovare sorprendente che si chieda di legiferare in un settore in cui le aziende stanno adottando iniziative su base volontaria.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Taurus57 1 anno fa su tio
Non serve a nulla chi lo ha introdotto se lo tenga(francesi). Loro stessi ammettono che l'algoritmo non funziona. Guardatevi Report rai 3

Lo Scienziato 1 anno fa su tio
La critica espressa nei confronti del Nutri-Score riflette una concezione comune ma spesso erronea che "naturale" sia automaticamente sinonimo di "buono" o "sano". Questo concetto, noto come "fallacia naturalistica", è ingannevole. Non tutto ciò che è naturale è benefico o salutare. Ad esempio, molti veleni sono naturali. Allo stesso modo, non tutto ciò che è artificiale o lavorato è necessariamente dannoso. Molti farmaci salvavita, ad esempio, sono il risultato di processi di sintesi chimica molto complessi. Ciò che veramente conta in termini di nutrizione non è se un alimento è "naturale" o meno, ma piuttosto la sua composizione nutrizionale. Grassi saturi, zuccheri e sale in eccesso sono dannosi per la salute, indipendentemente da come vengono ottenuti. Al contrario, fibre, proteine, e carboidrati complessi sono benefiche. Un formaggio, per esempio, potrebbe essere completamente naturale ma se è ricco di grassi saturi, il suo consumo eccessivo può comportare problemi di salute come l'obesità e le malattie cardiovascolari. Riguardo alla questione degli additivi, è importante sottolineare che questi sono altamente regolati dalle autorità di sicurezza alimentare. Nonostante ci siano alcune preoccupazioni riguardo ad alcuni di essi, il loro uso è generalmente considerato sicuro a livelli normali di consumo. Inoltre, è errato presupporre che tutti gli additivi siano dannosi. Molti di essi svolgono un ruolo importante nel garantire la sicurezza, la freschezza e l'aspetto degli alimenti. È fondamentale ricordare che il Nutri-Score è stato pensato per aiutare i consumatori a fare scelte più salutari all'interno di categorie di prodotti simili, non per comparare categorie alimentari diverse tra di loro. Quando usato per confrontare, ad esempio, diversi tipi di formaggi o diversi tipi di snack, il Nutri-Score può diventare un potente strumento di salute pubblica. Questo perché contribuisce a guidare le scelte alimentari dei consumatori verso opzioni più salutari, sostenendo così la prevenzione di malattie croniche legate alla dieta, come obesità, diabete e malattie cardiovascolari. Di conseguenza, dovremmo evitare di cadere nella trappola del pensiero 'naturale = buono, artificiale = cattivo', e concentrarci invece sulla scelta di prodotti con un buon profilo nutrizionale. Questo non significa solo utilizzare strumenti come il Nutri-Score, ma anche educare le persone su come adottare una dieta equilibrata e nutriente, che include una varietà di alimenti provenienti da diverse fonti.

Nina 1 anno fa su tio
Risposta a Lo Scienziato
👏👏👏

Ultravisitor 1 anno fa su tio
Questa costante de-responsabilizzazione del cittadino, quasi fossimo nati ieri, mi fa credere che il futuro proposto dal film "Idiocracy" non sia così lontano. Un po' di buon senso gente
NOTIZIE PIÙ LETTE