Immobili
Veicoli

SVIZZERAVaccini, quasi 2000 casi di effetti indesiderati

07.05.21 - 15:13
Colpite pIù le donne che gli uomini. Le persone che sono decedute avevano gravi patologie pregresse
Keystone
Vaccini, quasi 2000 casi di effetti indesiderati
Colpite pIù le donne che gli uomini. Le persone che sono decedute avevano gravi patologie pregresse

BERNA - Dall'inizio delle somministrazioni ad oggi i casi sospetti di effetti indesiderati legati in qualche modo ai vaccini anticovid sono esattamente 1953. Le segnalazioni sono state esaminate in collaborazione con i centri regionali di farmacovigilanza, soprattutto con il centro di riferimento ticinese presso l’Ente Ospedaliero Cantonale. 870 notifiche si riferiscono a Pfizer e 1061 al vaccino anti-COVID-19 di Moderna.

Sono state soprattutto le donne ad aver indicato effetti collaterali (69,2%). Nel caso degli uomini la percentuale si è attesta al 27,8%. Le persone colpite avevano in media 64,8 anni (fascia d’età 16-101), di questi il 38,1% aveva un’età pari o superiore ai 75 anni. Nei casi classificati come seri l’età media era di 67,7 anni. In 76 casi seri le persone sono decedute a differenti intervalli di tempo dalla vaccinazione. Si tratta di anziani che avevano in media 82 anni e nella maggior parte dei casi gravi patologie pregresse. "Queste notifiche - viene spiegato da Swissmedic - sono state analizzate con particolare accuratezza e, in alcuni casi, non sono ancora disponibili i risultati delle autopsie. Nonostante un’associazione temporale con la vaccinazione, in base all’attuale stato delle conoscenze, a provocare il decesso sono state malattie che si manifestano a prescindere dalle vaccinazioni come infezioni, eventi cardiovascolari o malattie polmonari e respiratorie".

Le reazioni più comuni notificate nei casi classificati come seri sono state febbre (90), cefalea/emicrania (51), dispnea (48), herpes zoster (48), affaticamento (38), dolori muscolari (37), malessere (34), ipersensibilità (33)/reazioni anafilattiche (17), nausea (32), brividi di freddo (31), vomito (31) e aumento della pressione sanguigna (31). Dalle valutazioni del 20 aprile 2021 sono stati notificati altri 31 casi di herpes zoster, che sono saliti a un totale di 92 casi. Sono in corso ulteriori indagini per determinare se le notifiche sono indizi di una relazione causale tra le vaccinazioni e la comparsa dell’herpes zoster.

NOTIZIE PIÙ LETTE