Immobili
Veicoli

BERNACosa fare per tornare al ristorante alla fine di marzo

25.02.21 - 14:34
Nella migliore delle ipotesi se ne parla per il 22 marzo.
20minuten
BERNA
25.02.21 - 14:34
Cosa fare per tornare al ristorante alla fine di marzo
Nella migliore delle ipotesi se ne parla per il 22 marzo.
Secondo un infettivologo, ora è necessaria una particolare cautela per renderlo possibile.

BERNA - Il Consiglio federale non ha ceduto alle pressioni dei Cantoni. I ristoranti e le loro aree esterne rimangono chiusi. Almeno nella prima fase di queste riaperture. Berna ha promesso un ulteriore allentamento per il 22 marzo. I ristoranti, per allora, dovrebbero essere in grado di riaprire le loro terrazze, ma solo se verranno soddisfatti determinati criteri (vedi box).

«Situazione fragile» - «La situazione epidemiologica è fragile, le nuove varianti si stanno diffondendo rapidamente e i numeri stanno ricominciando a salire», ha commentato il presidente della Confederazione Guy Parmelin, spiegano le ragioni di questo cauto approccio. Il ministro della Salute Alain Berset ha confermato le previsioni di gennaio della la task force: «I numeri, tra la metà e la fine di febbraio, stanno aumentando. Questa è la realtà dei fatti».

Una sfida per ognuno - Secondo l'infettivologo Philippe Eggimann, la Svizzera ha ora un'opportunità unica per prevenire la terza ondata. «La popolazione deve stare particolarmente attenta. Se tutti aderiranno rigorosamente alle misure, come è stato alla fine di dicembre, riusciremo a ridurre il numero di casi e, anche grazie all'aiuto delle vaccinazioni, potremo riaprire per il 22 marzo».

Secondo l'infettivologo, le persone dovrebbero continuare a limitare severamente i contatti sociali e aderire rigorosamente alla regola delle cinque persone. Le mutazioni, d'altra parte, sono più contagiose. «Chiunque ricominci a festeggiare e incontrare amici mette a repentaglio tutti i nostri successi. Accettando misure più severe, invece, contribuirà ad alleviare la situazione il più rapidamente possibile».

Eggimann spiega che l'aumento dei casi degli ultimi tre giorni è attribuibile alle mutazioni. «Gli ospedali nei cantoni di Neuchâtel e Vaud stanno già registrando un aumento dei ricoveri a causa delle nuove varianti», ha sottolineato.

«Pianificazione completamente assente» - Nel panorama gastronomico, invece, il Consiglio federale incontra disappunto. Il presidente di Gastro-Suisse Casimir Platzer ha definito le decisioni uno «schiaffo in faccia». Per lui, tenere ancora chiuse le terrazze non è una soluzione.

Anche Elias Wagner, proprietario del ristorante Moosmatt a Lucerna, afferma: «Manca completamente una pianificazione». Il ristoratore non sa cosa deve acquistare e come debba organizzare il lavoro dei suoi dipendenti nell'ottica di una riapertura. Wagner vorrebbe che le autorità fornissero indicazioni maggiori. «Mettiamo di poter aprire a marzo, la consumazione deve essere consentita anche all'interno. Nessuno verrà a congelarsi in terrazza».

Linee guida
Il Consiglio federale prevede una seconda fase di allentamenti per il 22 di marzo. Potrebbero ripartire, seppur in forme ridotte, gli eventi culturali e sportivi al pubblico. Anche l'obbligo dello smart working dovrebbe essere revocato e gli sport indoor nuovamente consentiti. Per la valutazione della prossima fase di apertura, però, il Governo federale ha fissato delle linee guida rigorose: il tasso di positività dovrebbe essere inferiore al cinque per cento; il tasso di occupazione delle unità di terapia intensiva con pazienti Covid-19, inferiore a 250 posti letto occupati e il numero medio riproduzione R degli ultimi sette giorni inferiore a 1. Inoltre, per il 17 marzo l'incidenza su 14 giorni non dovrebbe essere superiore a quella del 1 marzo.

COMMENTI
 
Tato50 1 anno fa su tio
Avere i soldi per pagare la cena e prendere l'auto ;-))
ugo202230 1 anno fa su tio
Si il 22 ma di quale anno? Basta sentire le ultime notizie (CDT di oggi) tra Como e Varese i casi di contagio sono stati 3394 (nell’ultima settimana) pari ad un aumento del 77%. Meditiamo gente e chiediamo nuovamente a tutti quelli che entrano nel nostro territorio, frontalieri compresi, un tampone negativo, le aziende si prendano a carico questo onere nel rispetto della salute nostra e dei lavoratori.
Gimmi 1 anno fa su tio
Bernesi!!Sveglia!
marco17 1 anno fa su tio
Una pandemia non si lascia pianificare: le misure da adottare dipendono dall'evoluzione dei contagi, dei casi gravi e dei decessi. Non dall'avvicinarsi della Pasqua o dalle paturnie di Gastrosuisse.
Fafner 1 anno fa su tio
«I numeri, tra la metà e la fine di febbraio, stanno aumentando. Questa è la realtà dei fatti». Ma se è di poco fa la notizia che tra il 15 e il 21 sono scesi dell'11%. Mettetevi poi d'accordo.
pillola rossa 1 anno fa su tio
L'infettivologo è anonimo, giusto per dare credibilità
joe69 1 anno fa su tio
Tu sei proprio polemico x partito preso... impara a leggere gli articoli.... invece di essere prevenuto a priori... "Secondo l'infettivologo Philippe Eggimann".... è scritto chiaramente!!!! Poi tu nn sei quello che dice sempre che Tio è di parte?? Mi spieghi allora perché vieni sempre a "leggere" e commentare le notizie che scrivono??? Tanto per fare polemica? 😉🤪😁
chris76 1 anno fa su tio
Anonimo? Io leggo Philippe Eggimann nell'articolo...
pillola rossa 1 anno fa su tio
Fatto printscreen. Hanno cambiato dopo il mio post. Prima si parlava di un infettivologo e poi di un dottor Eggimann, senza specificare che era lui l'infettivologo. Io leggo con attenzione le notizie. Tu invece sei concentrato solo su di me.
pillola rossa 1 anno fa su tio
Ti disturba che io dica la mia? Se uno è di parte non si può commentare da un altro punto di vista? Credi di essere l'unico che legge i miei post e che tutti sono interessati solo ai commenti dei portaborse e delle scimmie volanti?
Veveve 1 anno fa su tio
Sbrigatevi a vaccinare che siamo 3 gatti in CH! Non esiste che gli under 65 devono aspettare giugno😡! Vuol dire che la seconda dose diventa luglio... e l’estate è finita😡!!!
marco17 1 anno fa su tio
E tu sbrigati ad accendere il cervello prima di scrivere post inutili.
Tato50 1 anno fa su tio
Forse se avessimo anche i vaccini magari saremmo più celeri ;_(
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA