Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
22.12.2020 - 18:360
Aggiornamento : 23.12.2020 - 08:43

Reazioni allergiche al vaccino? Con Astrazeneca forse no

È possibile che le persone colpite abbiano reagito al glicole polietilenico (PEG), che stabilizza il preparato

Il vaccino BioNTech-Pfizer, comunque, non provoca reazioni allergiche generali. Chi è allergico ad alimenti, polline, acari, polvere, animali, insetticidi, lattice o altri farmaci può farlo.

BERNA - Orticaria, mancanza di respiro o problemi circolatori: dopo l'approvazione del vaccino contro il coronavirus BioNTech-Pfizer in numerosi Paesi sono state segnalate reazioni allergiche. È d'obbligo dire che le reazioni allergiche più acute sono state riscontrate in persone con preesistenti gravi allergie, che devono sempre portare con sé un kit di emergenza con adrenalina. Lo ha precisato Peter Schmid-Grendelmeier, direttore del reparto di allergia all'ospedale universitario di Zurigo, in un comunicato del Centro Allergia Svizzera (aha!).

La cosiddetta anafilassi è accompagnata da mancanza di respiro, disturbi gastrointestinali o anche problemi cardiocircolatori. Nel peggiore dei casi, sussiste un rischio di morte. Tuttavia, le persone vaccinate si sono riprese dopo un trattamento immediato.

Non è chiaro cosa esattamente possa aver scatenato le allergie al vaccino BioNTech-Pfizer. È possibile che le persone colpite abbiano reagito al glicole polietilenico (PEG), che stabilizza il vaccino. L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) sconsiglia la vaccinazione alle persone allergiche a uno dei principi attivi del preparato.

Per gli allergici - secondo Schmid-Grendelmeier - offre una speranza il vaccino di Astrazeneca, che non contiene PEG. Il vaccino di Moderna contiene invece questa sostanza.

Nessuna reazione allergica generale - Il vaccino BioNTech-Pfizer non provoca reazioni allergiche generali, come hanno dimostrato i confronti tra i gruppi di intervento e i gruppi di controllo negli studi di omologazione. Tuttavia, gli individui con gravi reazioni ai vaccini sono stati esclusi dagli studi.

È importante che il personale specializzato prima di somministrare il vaccino chieda alle persone se abbiano avuto reazioni allergiche in passato. «Inoltre, il personale addetto alle vaccinazioni deve essere sempre preparato alla possibilità di gravi reazioni allergiche, vale a dire anafilattiche», ha detto Schmid-Grendelmeier.

Le persone allergiche ad alimenti, polline, acari, polvere, animali, insetticidi, lattice o altri farmaci possono essere vaccinate, secondo le linee guida dei Centri statunitensi per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC), così come le persone con una storia familiare di anafilassi o complicazioni precedenti da iniezioni di vaccini o farmaci. Per sicurezza, le persone vaccinate dovrebbero rimanere in osservazione fino a mezz'ora dopo la vaccinazione, ha detto Schmid-Grendelmeier.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-29 16:12:07 | 91.208.130.86