Cerca e trova immobili

RUSSIA Uccisi i detenuti dell'Isis che avevano preso in ostaggio due agenti

16.06.24 - 10:07
I fatti si sono verificati in un centro di detenzione della regione di Rostov
Depositphotos (toxawww)
Fonte Ats ans
Uccisi i detenuti dell'Isis che avevano preso in ostaggio due agenti
I fatti si sono verificati in un centro di detenzione della regione di Rostov

MOSCA - Sono stati uccisi i sei detenuti dello Stato islamico (Isis) che avevano preso in ostaggio due guardie carcerarie nel centro di custodia cautelare della regione di Rostov.

Stando all'agenzia di stampa russa Tass, inoltre, gli ostaggi sono rimasti illesi.

In precedenza le autorità russe avevano fatto sapere che i sequestratori dell'Isis devono comparire in tribunale con l'accusa di «terrorismo» e che avevano preso in ostaggio due agenti del penitenziario in cui risiedevano.

«Il capo della Direzione principale del Servizio penitenziario federale della Russia si trova sul luogo dell'incidente, così come i rappresentanti delle forze dell'ordine e l'ufficio del pubblico ministero», avevano dichiarato le autorità.

La Russia è stata ripetutamente il bersaglio di attacchi dell'organizzazione jihadista: l'ultimo in ordine di tempo risale al 22 marzo, quando alcuni uomini armati hanno aperto il fuoco in una sala concerti vicino a Mosca, uccidendo almeno 144 persone e ferendone centinaia.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE