Cerca e trova immobili

KOSOVO«I soldati svizzeri Swisscoy non sono stati coinvolti»

30.05.23 - 10:46
Berna conferma che durante gli scontri di ieri al nord del Kosovo non erano presenti militi elvetici.
Reuters
Fonte ATS
«I soldati svizzeri Swisscoy non sono stati coinvolti»
Berna conferma che durante gli scontri di ieri al nord del Kosovo non erano presenti militi elvetici.

PRISTINA - Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha criticato aspramente oggi gli attacchi perpetrati ai danni di 30 militari della missione Kfor in seguito ai violenti scontri avvenuti ieri sera nel nord del Kosovo, esortando alla calma e alla pace all'interno del paese. Nessuno membro del contingente svizzero Swisscoy è rimasto ferito.

«La Svizzera sostiene gli sforzi per la normalizzazione delle relazioni tra Serbia e Kosovo», si legge in un Tweet pubblicato oggi dal DFAE. La Confederazione «condanna fermamente le azioni violente dei manifestanti» avvenute ieri a Zvecan e rivolte anche contro la Kosovo Force (Kfor) presente nella regione per garantire e per mantenere un contesto pacifico e sicuro. «Qualsiasi atto di provocazione dovrebbe essere evitato da tutte le parti coinvolte», ha aggiunto il DFAE.

In un altro tweet, la ministra elvetica della difesa Viola Amherd ha elogiato l'impegno della Kfor e ringraziato tutti coloro che stanno lavorando per la stabilità del paese. «Gli eventi in Kosovo dimostrano quanto sia importante il dispiegamento della Kfor», ha cinguettato la numero uno del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS).

La Forza Nato in Kosovo ha reso noto in un comunicato odierno che fra i 30 militari rimasti feriti, 11 fanno parte del contingente italiano e 19 di quello ungherese. Tutti hanno riportato lesioni multiple, comprese fratture e ustioni causate da ordigni incendiari esplosivi improvvisati.

Contattato da Keystone-ATS, il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) ha reso noto oggi che tra i militari feriti non ci sono tuttavia svizzeri. Una portavoce di Swissint, il centro di competenza dell'esercito per la promozione della pace all'estero, ha fatto sapere che «i soldati che si trovavano sul luogo degli eventi a Zvecan fanno parte del battaglione di riserva tattico del Kosovo (KTRBN), il quale ha il compito di disperdere gli assembramenti di persone».

«La Svizzera non svolge alcun compito in questo ambito. Di conseguenza, nessun membro della Swisscoy era presente a sul luogo degli scontri», ha aggiunto.

Zvecan, comune a maggioranza serba

Le truppe della Kfor sono intervenute ieri a Zvecan per disperdere i dimostranti serbi che hanno manifestano davanti alla sede del Municipio locale per protestare contro l'insediamento del nuovo sindaco di etnia albanese.

Zvecan è uno dei quattro principali Comuni del nord del Kosovo a maggioranza serba alla cui guida sono stati eletti il 23 aprile scorso nuovi sindaci di etnia albanese a causa del boicottaggio elettorale dei serbi.

Sulla base della risoluzione 1244 del consiglio di sicurezza dell'Onu del 1999, la Kfor, le cui truppe sono sotto il comando della NATO, ha il mandato di garantire la libertà di movimento e un ambiente sicuro per tutte le persone che vivono in Kosovo, indipendentemente dall'appartenenza etnica e religiosa.

COMMENTI
 
Giangino 3 mesi fa su tio
Ma togliamo i nostri ragazzi da lì. Che ci facciamo in Kosovo?
Keope1963 3 mesi fa su tio
Basta guardare cosa hanno combinato i Serbi in Bosnia per capire come sono ancora oggi… si salvi chi può e i kossovari stanno cercando di farlo. La minoranza serba se non accetta le regole del gioco non ha che spostarsi un po’ più a Nord. Prepo tenti!
Gemelli57 3 mesi fa su tio
Si ? ma loro non la pensano cosi' chissa' come mai......
D 3 mesi fa su tio
Il Kosovo è Serbia
Keope1963 3 mesi fa su tio
Che commento … studia un pochino e soprattutto la storia in un contesto temporale che sia lungo abbastanza. Dopo fatti un pisolino che starai meglio
Mat78 3 mesi fa su tio
È vero, ma se bombardi una tua regione e la sua etnia forse ti sono sfuggite di mano un po’ le cose…se Belgrado non avesse reagito così forse il Kosovo ora era ancora Serbia.
medioman 3 mesi fa su tio
È stata Serbia dall’impero ottomano nel 1300 DC
Keope1963 3 mesi fa su tio
L'area geografica del Kosovo fece parte in età antica dell'Impero macedone ed anche dell'Impero Romano. Con l'indebolimento dell'Impero bizantino, pur conservando l’assetto sociale e culturale proto-albanese, esso venne colonizzato dagli slavi e divenne parte dell'Impero Bulgaro e poi divenne parte del regno medievale di Serbia e dell'Impero serbo. Con la frammentazione di questo, e la sconfitta nella Battaglia della Piana dei Merli nel 1389, il Kosovo passò sotto dominio ottomano per cinquecento anni. Con le guerre balcaniche del 1912-13, esso venne annesso al Regno di Serbia, assieme al quale fu parte poi della Jugoslavia nel '900. A seguito della guerra del Kosovo (1998-99), il territorio è stato liberato dalla guerra di Uçk e posto sotto amministrazione ONU.
Keope1963 3 mesi fa su tio
Leggi qui sotto 😜. Loro della Serbia comunque non vogliono saperne!
Mat78 3 mesi fa su tio
Ritirata!
NOTIZIE PIÙ LETTE