Immobili
Veicoli
Getty
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
SUDAFRICA
14 min
Venti giovani trovati morti in discoteca
Erano tutti studenti. Si erano riuniti per festeggiare la fine degli esami. Le circostanze ancora poco chiare
STATI UNITI
3 ore
Giudici sempre meno amati: «Morte alla Corte Suprema»
La fiducia nei togati dopo la sentenza è scesa al 25%
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
4 ore
«Vittoria per la vita bianca», bufera su Mary Miller
La deputata repubblicana lo ha dichiarato durante un comizio elettorale, alla presenza di Donald Trump
UCRAINA
4 ore
Credevano di parlare con il sindaco di Kiev e invece era un deepfake
Ingannati numerosi sindaci europei. Klitschko: «Il colpevole ha parlato con loro fingendosi me»
STATI UNITI
5 ore
Ghislaine Maxwell «a rischio suicidio», slitta la sentenza?
La presunta complice di Jeffrey Epstein è stata posta in isolamento in carcere
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
La Russia: «A Kiev colpita una fabbrica di missili»
L'attacco sulla capitale è stato definito «una barbarie» dal presidente Usa Biden
MONDO
10 ore
Il vaiolo delle scimmie? Per ora non è un'emergenza sanitaria
Il direttore generale dell'Oms non nasconde però la sua preoccupazione sull'evoluzione della minaccia alla salute
ITALIA
23 ore
Centinaia di aerei restano a terra
«Le compagnie hanno cancellato circa 41mila voli per il periodo estivo, tagliando 6,5 milioni di biglietti»
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
1 gior
Severodonetsk è stata occupata
Ne dà l'annuncio il sindaco della città. I russi sarebbero entrati anche nell'impianto Azot
NORVEGIA
1 gior
Oslo, la sparatoria considerata «atto di terrorismo islamista»
Due persone sono rimaste uccise. Almeno 21 i feriti. In manette un uomo di 42 anni
UCRAINA
1 gior
«Mosca sta tentando di trascinare Lukashenko nella guerra»
È la lettura che l'intelligence di Kiev propone in relazione ai presunti attacchi provenienti dal territorio bielorusso
ITALIA
1 gior
I giorni di Giuda nelle "ultime" parole di Borsellino
Esattamente trent'anni fa, il magistrato italiano pronunciava il suo "j'accuse". Fu il suo ultimo discorso in pubblico.
FOTO
ECUADOR
1 gior
Lasso teme un golpe degli indigeni
Sono quasi 14mila i manifestanti mobilitati in tutto il Paese. Il presidente si è detto «aperto al dialogo»
STATI UNITI
1 gior
Armi, Biden firma la stretta mentre il Paese protesta per l'aborto
Nel frattempo, un gruppo di 83 magistrati (in 28 Stati) ha annunciato che non perseguiranno chi cerca o pratica l'aborto
FOTO
NORVEGIA
1 gior
Oslo, sparatoria fuori da un locale gay: 2 morti
Oltre una ventina i feriti. L'autore è stato arrestato. La polizia indaga per terrorismo. Annullato il Pride
STATI UNITI
1 gior
Via libera del Congresso alla stretta sulle armi
Controlli più severi approvati con 234 voti favorevoli e 193 contrari.
FRANCIA
1 gior
Aereo biposto si schianta sul ghiacciaio del Monte Bianco
Entrambi i passeggeri, un 60enne e un 30enne, hanno perso la vita.
MONDO
28.02.2022 - 14:300

L'ultimo avvertimento dell'Onu sul clima: «È rimasta solo una piccola possibilità per evitare il peggio»

È stata resa pubblica la seconda parte del rapporto del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC)

Per gli scienziati quello odierno «̀è il più cupo degli avvertimenti»

GINEVRA - Il cambiamento climatico sta accelerando rapidamente ed è sulla buona strada per trasformare la vita sulla Terra come la conosciamo, con le azioni (o meglio, l'inazione) da parte umana che stanno causando pericolosi sconvolgimenti che porteranno a conseguenze gravi, devastanti e irreversibili per la biodiversità, gli ecosistemi e la sicurezza alimentare e idrica.

È quanto emerge dall'ultimo rapporto del Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (IPCC), definito dagli scienziati «il più cupo degli avvertimenti». A meno che il riscaldamento globale non venga rallentato in modo drastico, miliardi di persone e altre specie raggiungeranno e oltrepasseranno la soglia in seguito alla quale non saranno più in grado di adattarsi alla nuova normalità.

«L'evidenza scientifica è inequivocabile: il cambiamento climatico è una minaccia alla salute del pianeta», ha detto Hans-Otto Pörtner, co-presidente del gruppo di lavoro 2 dell'IPCC. «Qualsiasi ulteriore ritardo nell'azione globale concertata porterà a mancare la finestra in chiusura per assicurare un futuro vivibile sul pianeta».

«Un atlante della sofferenza»
António Guterres, il segretario generale delle Nazioni Unite, ha dichiarato a riguardo di aver visto «molti rapporti scientifici finora, ma nessuno come questo. Il rapporto IPCC di oggi è un atlante della sofferenza umana e un atto d'accusa schiacciante di una leadership climatica fallita».

John Kerry, l'inviato speciale presidenziale degli Stati Uniti per il clima, ha detto che il rapporto «dipinge un quadro terribile degli impatti che già si verificano a causa di un mondo più caldo e i terribili rischi per il nostro pianeta se continuiamo a ignorare la scienza. La questione a questo punto non è se possiamo evitare del tutto la crisi - è se possiamo evitare le conseguenze peggiori».

Secondo il rapporto, nessuna regione abitata potrà sfuggire ai terribili impatti e agli eventi meteorologici sempre più estremi. Oltre a ciò, circa metà della popolazione globale vive in aree «altamente vulnerabili» al cambiamento climatico. 

Ancora due parti del rapporto
Questa è la seconda parte dell'ultimo rapporto di valutazione dell'IPCC (il sesto), che ha richiesto sette anni di lavoro e si basa sul lavoro di migliaia di scienziati. Il rapporto di valutazione è il sesto da quando l'IPCC è stato convocato per la prima volta dalle Nazioni Unite nel 1988, e potrebbe essere l'ultimo ad essere pubblicato mentre c'è ancora qualche possibilità di evitare il peggio.

Una prima parte, pubblicata lo scorso agosto, ha avvertito che la crisi climatica è «inequivocabilmente» causata dalle azioni umane, con cambiamenti «senza precedenti» e in alcuni casi «irreversibili». A confronto, questa seconda parte si occupa degli impatti della crisi climatica, stabilisce le aree in cui il mondo è più vulnerabile, e dettaglia come possiamo cercare di adattarci e proteggerci da alcuni di essi.

Una terza parte, prevista per aprile, riguarderà i modi per tagliare in modo efficace le emissioni di gas serra, e la parte finale, in ottobre, riassumerà i punti chiave per i governi che si incontreranno in Egitto per il vertice sul clima Cop27 delle Nazioni Unite.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-19 3 mesi fa su tio
Aspettiamo che la benzina raddoppi e l’elettricità quadruplichi che dopo la svolta ecologica diventerà realtà in un battibaleno, l’uomo è un’anima le intelligente e dall’alto della sua intelligenza prediligerà la pancia piena piuttosto che l’auto da 20 litri al cento.
Balin 3 mesi fa su tio
Convinti anche 🤣
Moga 3 mesi fa su tio
È dagli anni 70 che ce la menano con i cambiamenti climatici. Intanto il livello de mare è salito di ZERO e la maggior parte dei dati sul riscaldamento sono taroccati o non verificabili
emib53 3 mesi fa su tio
@Moga Vai a leggerti qualche articolo serio su andamento della concentrazione di anidride carbonica e temperatura media del pianeta prima di scrivere commenti da qualunquista disinformato. Ad esempio un riferimento è riportato in un altro mio commento più sotto.
Fkevin 3 mesi fa su tio
Troppo tardi. Siamo persone così ignoranti che non si può salvare niente. Il corona pure non ha aiutato (solo al primo lookdown , vedi Venezia pulita, Thailandia ecc ..). Poi uno spreco esorbitante di materiale monouso buttato via a tonnellate contribuendo ancora di più all'inquinamento, vedi mascherine nelle Maldive ecc... Tamponi a gogo, materiale per i vaccini ecc.... In più adesso la guerra, e poi invece di migliorare diventiamo più consumisti. Preparate le vostre bare, solamente se ci sarà ancora legna 🤣🤣🤣
Dalu 3 mesi fa su tio
@Fkevin Purtroppo,dall’era industriale, la specie umana ha iniziato con l’involuzione!
Don Quijote 3 mesi fa su tio
Per loro stessa ammissione, i mercenari dell’IPCC non sanno spiegare la piccola era glaciale che, a cavallo del 1'700 causo un abbassamento di 2 gradi della temperatura media terrestre. Durante questo periodo i ghiacciai sono aumentati di volume ed estensione, il Tamigi e altri grandi fiumi europei ghiacciavano per tre mesi all’anno, a volte anche la laguna di Venezia, le carestie dovute al freddo intenso di questo periodo sono ben documentate nei libri di storia. Siamo in un periodo interglaciale e tutto si sposa perfettamente con la variazione dei parametri orbitali terrestri. La CO2 antropica potrebbe avere solo un ruolo marginale ma non è determinante come vogliono farci credere. Al momento stiamo ritornando alla media delle temperature precedenti la piccola era glaciale. Lanciarsi in previsioni catastrofiche è poco scientifico e credibile, ha solo senso se si vuole influenzare l’economia.
Dalu 3 mesi fa su tio
@Don Quijote Preferisco dare retta a 270 ricercatori internazionali che tirano le somme su 34000 studi al riguardo, che dare retta al solito negazionista
emib53 3 mesi fa su tio
@Don Quijote Hai mai visto un grafico che correla concentrazione di CO2 e temperatura media del pianeta? Certo la concentrazione di anidride carbonica cambia nei millenni, ma mai è aumentata come dall'inizio dell'era industriale. Forse molto poco scientifico e informato sei tu! Ad esempio vedi : https://royalsociety.org/topics-policy/projects/climate-change-evidence-causes/question-7/
Don Quijote 3 mesi fa su tio
@emib53 Te lo dico con tutta franchezza, vai a pascolare che ti riesce meglio, smettila di definire seria una documentazione quando non hai la minima infarinatura sul tema. Si può essere d’accordo o meno con una teoria ma bisogna avere un minimo di conoscenza e sapere argomentare. Ho nominato la piccola era glaciale perché in quel periodo il calo di temperatura è stato molto rapido e con conseguenze disastrose come carestie. Dunque, non è vero che il clima cambia sempre molto lentamente, e questo periodo particolarmente freddo lo dimostra, senza ma e senza se! So benissimo quanta CO2 abbiamo in atmosfera, 413 ppm di cui 280 di origine naturale, per contro in atmosfera ci sono costantemente 42'000 ppm di vapore acqueo (a 30° celsius) che sono il principale vettore dell’effetto serra, e cioè 99.93%. I cambiamenti climatici sono una conseguenza diretta dei parametri orbitali terrestri e dei cicli solari undecennali e altri più lunghi, irregolari e imprevedibili come il minimo di Maunder, questi modificano la temperatura media terrestre e il ciclo dell’acqua, causando a catena la variabilità dell’albedo, della salinità degli oceani e delle correnti, ecc. Negli ultimi 800'000 anni la CO2 è rimasta stabile, aumenta in atmosfera quando sale la temperatura e viene riassorbita quando le masse oceaniche si raffreddano, ma non è la causa dei cambiamenti climatici. L’attuale situazione richiede prudenza perché anche se poca, la CO2 antropica contribuisce anche essa al ciclo dell’acqua (maggiore evaporazione), ma questo non è sufficiente per giustificare il continuo catastrofismo mediatico, l’IPCC gli ha attribuito un forcing esagerato (politico). Tieni conto che il 60% dell’energia elettrica mondiale è prodotta con il carbone e che CO2 in atmosfera rimarrà tale per 2 secoli anche fermando il mondo domani.
emib53 3 mesi fa su tio
@Don Quijote La temperatura media sale in conseguenza dell'aumento di CO2 e non il contrario come affermi tu come si vede bene dai grafici e dai numerosi articoli in merito. Definire scarsa l'anidride antropica poi è falso, come spiegare altrimenti il continuo e forte aumento dall'inizio dell'era industriale se non con il forte aumento di consumo di combustibili fossili? Leggiti articoli seri sulla questione. Accusi me di incompetenza, ma tu che preparazione hai per sparare le tue teorie? Io ho una laurea scientifica e tu?
Don Quijote 3 mesi fa su tio
@emib53 Uhmmm, a detta tua sapevo che avevi una laurea in medicina che sfoderavi ogni tanto durante le discussioni del CV19 per sostenere le tue opinioni. Vedi, una persona intelligente, che si pone delle domande, che ha curiosità scientifica e vuole apprendere, non fa la figura del cioccolataio vantandosi dei suoi studi ma espone la sua opinione argomentando e aggiungendo informazione all’interlocutore. In questo campo, anche se posso sbagliarmi in parte, ho le conoscenze che bastano per vedere le incongruenze delle teorie dell’IPCC e dei 5'000 studi, uno fotocopia dell’altro finanziati dagli stessi paperoni. Da quello che scrivi è evidente che non conosci il ciclo della CO2, l’interscambio tra gli oceani e l’atmosfera. Gli oceani contengono il 95% della CO2 totale, ancora oggi sono in grado di assorbire quasi il 40% della CO2 antropica (fortunatamente), la capacità di assorbimento o di rilascio in atmosfera è proporzionale alla temperatura dell’acqua che dipende ovviamente dalla temperatura media terrestre, la quale varia ciclicamente secondo l’eccentricità dell’orbita terrestre, della precessione e dell’obliquità dell’asse in un preciso momento (cicli di Milankovic). Le mie non sono teorie ma scienza empirica conosciuta da quasi un secolo e che trovi nei libri di scuola media. La quantità di CO2 segue la temperatura e non viceversa, che poi troppa CO2 antropica acceleri il ciclo dell’acqua è altro discorso, quello che oggi l’IPCC non sa è quale forcing corretto attribuire a questa variabile. Ci sono diversi scienziati attivi nella ricerca solare che contestano con forza molte affermazioni dell’IPCC, ma oggi la propaganda mediatica, rivolta al cittadino medio va in una sola direzione.
Don Quijote 3 mesi fa su tio
@emib53 Sono tanti anni che scrivo nel blog e il cambiamento climatico è sempre stato il mio argomento preferito perché coincidi con altri miei interessi viscerali. Al di là dell’avere torto o ragione, il problema è che è difficile trovare qualcuno che mastichi l’argomento, al massimo trovo persone come te che hanno letto alcuni articoli di parte, ma purtroppo oggi t’imbatti solo su quelli se non conosci altri attori del cambiamento climatico. Senza offesa, ma quando un cucù come quel tale alias “Dalu” fa la sua sparata su come la verità sia un sinonimo di quantità e non di qualità, oppure tu che senza spiegare un bel niente mi sbandieri una laurea alla carlona “ma sai chi sono io”, mi vanno giù le mutande e affermo che i problemi del mondo sono lo specchio della maggioranza di chi lo abita. Buona serata.
emib53 3 mesi fa su tio
@Don Quijote Premesso che non ho mai detto di avere una laurea in medicina, ho conoscenze adeguate a poter esprimere un opinione fondata in campo medico o ambientale. Quali i tuoi titoli? Può darsi che l'argomento cambiamento climatico ti interessi, peccato poi che, analogamente alle tue posizioni sulla pandemia, rigetti senza argomentazioni la letteratura scientifica comprovata (dire che sono tutti d'accordo con qualche oscuro centro di potere non è un'argomentazione) per proporre improbabili teorie che, se condivise, porterebbero a credere che non possiamo fare nulla contro i cicli climatici. Cosa che purtroppo molti governi stanno facendo evitando di prendere decisioni sicuramente impopolari che potrebbero però rallentare l'aumento di concentrazione e quindi il riscaldamento globale con tutte le conseguenze che già si vedono. Se leggessi qualche articolo serio avresti scoperto che nel corso delle ere precedenti la temperatura media del pianeta sale come conseguenza dell'aumento di CO2, non ne è la causa, e l'aumento di concentrazione degli ultimi 100-150 anni non è mai avvenuta negli ultimi 800000 anni. Perché?
Dalu 3 mesi fa su tio
E gli stolti si permettono anche di riderci su🤦🏻‍♂️🤷🏻‍♂️
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-26 19:30:36 | 91.208.130.89