Deposit
REGNO UNITO
30.09.2020 - 06:020

Pandemia? I giovani hanno meno speranza nel futuro

Il coronavirus ha avuto un duro impatto sulle aspettative future tra gli under 25 britannici

LONDRA - Poca speranza per il futuro, poca fiducia di trovare un lavoro e poco ottimismo nelle proprie capacità e aspirazioni.

Sono tra alcune delle preoccupazioni che attanagliano le menti dei giovani britannici sotto i 25 anni, da quanto emerge da un sondaggio condotto dall'ente di beneficenza Prince's Trust, che ha chiesto a 2'000 ragazzi tra i 16 e i 25 anni, in tutto il Regno Unito, cosa si aspettano per il futuro.

Il coronavirus è stato al centro delle preoccupazioni, in quanto il 55% dei giovani ha affermato che la pandemia li ha fatti temere per il loro futuro, con il 39% dei partecipanti che ha dichiarato di avere delle aspirazioni minori per il proprio futuro a causa del Covid-19.

L'amministratore delegato della società, Jonathan Townsend, ha dichiarato che la pandemia ha colpito fortemente la fiducia dei giovani, e che è necessario agire per prevenire la perdita di un'intera generazione. «I risultati di oggi dimostrano che la pandemia ha eroso la loro fiducia dei giovani, al punto che alcuni ritengono che non saranno mai in grado di avere successo nella vita» ha dichiarato Townsend in un comunicato.

Secondo la ricerca, condotta da Censuswide, il 41% dei giovani ha ammesso che i loro obiettivi futuri sembrano ora «impossibili da raggiungere». Una cifra che sale al 50% degli intervistati, quando ci si sposta in economie domestiche più povere.

Più di un terzo dei giovani, più precisamente il 38%, ritiene invece che «non riuscirà mai ad avere successo nella vita», e questa percentuale sale a quasi la metà (48%) degli intervistati provenienti dalle case più in difficolta a livello economico. 

Per quanto riguarda il lavoro, il 28% degli interpellati ritiene che dovrà «accettare qualsiasi lavoro possibile», e il 35% ritiene che non otterrà mai il lavoro «dei propri sogni». In generale, oltre un terzo (36%) dei giovani intervistati ha dichiarato di aver «perso la speranza» per il futuro.

«I giovani perdono la speranza per il futuro e purtroppo quelli provenienti da ambienti svantaggiati sono i più colpiti» ha poi continuato il Ceo. «È responsabilità di tutti noi aiutarli a migliorare le loro competenze, a riqualificarsi e ad accedere alle opportunità di lavoro, altrimenti rischiamo di perdere la loro ambizione e il loro potenziale, a scapito del loro futuro e della ripresa della nostra economia» ha concluso Townsend.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mattia Vizza 1 mese fa su fb
E giù di alcool
pillola rossa 1 mese fa su tio
Non stupiamoci se avvengono incomprensibili "incidenti"
Pongo 1 mese fa su tio
già ne avevamo poche prima....
Maurizio Roggero 1 mese fa su fb
Non che prima ne avessero chissà che.... soprattutto nel Regno Unito... 🤭
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-01 02:47:00 | 91.208.130.85