Keystone
La situazione in Botswana
BOTSWANA
06.09.2020 - 15:020

Invasione di locuste: quattro Paesi africani a rischio fame

In un giorno, un solo sciame può consumare una quantità di cibo che basterebbe per 2'500 persone.

GABORONE - In Botswana, Namibia, Zambia e Zimbabwe la sicurezza alimentare di milioni di persone è messa a rischio da un'invasione di cavallette. Sebbene in Africa siano già state messe in campo misure di contrasto all'invasione delle locuste migratorie, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (Fao) avverte che circa 7 milioni di persone nei quattro paesi colpiti potrebbero essere ridotte alla fame. I quattro Stati, che hanno una popolazione complessiva di circa 30 milioni di abitanti, si stanno ancora riprendendo dall'impatto della siccità del 2019 e sono alle prese con gli effetti economici della pandemia di Covid-19.

La Fao ha dunque lanciato un «progetto di risposta alle emergenze delle locuste nell'Africa australe», in collaborazione con la Southern African Development Community (SADC) e l'Organizzazione internazionale per il controllo delle locuste per l'Africa centrale e meridionale (IRLCO-CSA) per aiutare i governi dei paesi colpiti a combattere l'invasione di questo parassita.

Le cavallette sono tra i parassiti più distruttivi al mondo. Uno sciame può contenere decine di milioni d'insetti che divorano la stessa quantità di cibo consumato da 2'500 persone in un giorno, distruggendo in poche ore colture e pascoli.

«Anche con le misure di controllo già adottate, le locuste sono ancora una minaccia. Alcune delle zone più colpite sono molto difficili da raggiungere. Dobbiamo sostenere i quattro governi per controllare questo parassita e proteggere i mezzi di sussistenza delle popolazioni», ha dichiarato Patrice Talla, coordinatore della Fao per l'Africa australe.

In Botswana, i piccoli agricoltori hanno perso l'intero raccolto e con l'avvicinarsi della prossima stagione di semina, il parassita minaccia la regione di Pandamatenga, dove viene coltivata la maggior parte del sorgo del paese. In Namibia, i primi focolai sono iniziati nelle pianure dello Zambezi e gli sciami si sono ora diffusi nelle principali aree agricole. Allo stesso modo, nello Zambia, le locuste si sono diffuse rapidamente e colpiscono sia i terreni coltivati che i pascoli. Nello Zimbawe, sciami e larve hanno inizialmente infestato due siti nel distretto di Chiredzi e ora si sono trasferiti nella provincia di Manicaland.

Il progetto della Fao, che prevede un finanziamento di mezzo milione di dollari (grossomodo la medesima somma in franchi), vuole rafforzare il coordinamento e la condivisione delle informazioni tra i paesi colpiti, consentire l'attività di sorveglianza aerea e mappatura in aree difficili da raggiungere e fornire supporto tecnico per la creazione di unità nazionali di sorveglianza e controllo delle locuste.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-01 20:33:51 | 91.208.130.86