CANTONENegozi ticinesi aperti più spesso e più a lungo

18.10.22 - 16:56
Sì del Gran Consiglio alla modifica della legge sull’apertura dei negozi. Il PS: «Non dobbiamo rincorrere l’Italia»
TiPress
Negozi ticinesi aperti più spesso e più a lungo
Sì del Gran Consiglio alla modifica della legge sull’apertura dei negozi. Il PS: «Non dobbiamo rincorrere l’Italia»

APERTURE NEGOZI

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - Estensione delle aperture domenicali (da tre a quattro) e dell'orario fino alle 19.00 nelle feste infrasettimanali non parificate alla domenica (e le domeniche che procedono il Natale). Aumentare il numero dei negozi che possono richiedere deroghe nelle località turistiche (da 200 a 400 metri quadrati di estensione). È questo il succo dell'iniziativa parlamentare del gruppo Plr (primo firmatario Alessandro Speziali) che chiede una modifica alla Legge sull'apertura dei negozi per dare «maggior margini di manovra e più libertà d'iniziativa al commercio». Una modifica di Legge che quest'oggi - al termine di un combattuto e lungo dibattito - è stata approvata a maggioranza dal Gran Consiglio (52 favorevoli, 31 contrari e 1 astenuto).

«Non è un obbligo, ma un’opportunità - ha commentato Speziali - non è niente di travolgente: il Ticino è una terra a vocazione turistica: dobbiamo ascoltarla». La discussione è stata lanciata da Andrea Censi (Lega), autore di rapporto di maggioranza che sosteneva in toto le proposte principali dell'atto parlamentare. «L’iniziativa riconosce un problema e dà una mano ai commercianti e ai lavoratori - ha precisato - chi vota contro lo fa per motivi ideologici». Dall'altra parte della barricata c'era invece il copresidente del Ps Fabrizio Sirica, che ha firmato il rapporto di minoranza in cui si opponeva a tutte e tre le modifiche sul tavolo. «È un cavallo di troia - ha ribattuto - nel dibattito manca il personale. I proprietari dei piccoli negozi sono scettici. Non dobbiamo rincorrere l’Italia: i problemi riguardano la diminuzione del potere d’acquisto e non gli orari d’apertura».

Dal canto suo, il consigliere Christian Vitta ha sottolineato come le proposte siano ammissibili e compatibili con la giurisdizione. «Con le parti sociali - ha sottolineato - è importante continuare il dialogo affinché si arrivi al rinnovo del contratto collettivo del settore». Il dibattito è stato lungo e si sono fronteggiate le diverse posizioni, fra favorevoli (Plr, Lega, Udc) e contrari (Ps, Verdi, Mps, Pc). Spaccati a metà, invece, il Centro, col parlamentare Caroni impegnato a presentare entrambe le idee dei suoi colleghi.

COMMENTI
 
Mendez 3 mesi fa su tio
A mio avviso bisogna ben calcolare di che tipologia di negozi si tratta... Ho un negozio in un centro commerciale NON di alimentari e dati alla mano (statistiche di fatturato non cose a caso) le domeniche e i giorni facoltativi festivi non obbligatori (19 marzo San Giuseppe per esempio), nel mio caso non portano a NULLA se non a generare spese quale luce riscaldamento etc... etc... . Principalmente lavoro io in questi giorni dunque non convoco il personale perché e ripeto DATI ALLA MANO è un bagno di sangue. Non è possibile incassare 150,00 chf in 8 ore di apertura straordinaria quando solo il personale che bisogna pagare il 50% in piu' la domenica ti costerebbe almeno 300,00 chf + luce + riscaldamento + materiale fornitori... non ha senso. Dunque bisogna lasciare liberi, anche nei centri commerciali i singoli negozi di decidere se aprire oppure no. Segnalo inoltre come il contratto di commercio prevede una settimana lavorativa di 42.50 ore a settimana... peccato che con la decisione di prolungare le aperture nei centri commerciali, la nostra settimana arriva a 61.5 ore di lavoro... tradotto sono 19 ore in piu' a settimana ovvero + di 2 giorni a settimana in piu'... Ribadisco, la mia è statistica basata su dati concreti. Ovvio è che se come termine di paragone e come opinioni consideriamo solo le grosse aziende le grosse catene... allora tutto è giustificato... Inoltre vedo che il paragone è fatto con stati esteri... dove è inutile dire che gli affitti sono mooolto piu' bassi, il personale viene pagato moooolto meno e i controlli... quasi inesistenti...
volabas56 3 mesi fa su tio
Il personale sara' come sempre l'unico a pagarne le conseguenze. Gia' guadagnano il minimo, e poi non è che con aperture prolungate si assume nuovo personale, sempre lo stesso ma con il tempo spartito nel corso della giornata. Poi per fare la spesa hai dal lunedi a sabato, il giovedi sera,le domeniche di natale e sotto pasqua, la scusa che la gente che lavora non ha tempo per fare la spesa è ridicola. Senza contare che quando fanno l'inventario, non chiudono il negozio ma lo fanno dopo il lavoro, parlate un po' con il personale dei vari negozi e poi vedete cosa ne pensano . Ben venga che ci sia lavoro, ma si dovrebbe guardare anche il benessere dei dipendenti.
Elisa_S 3 mesi fa su tio
Comunque un breve sondaggio gravi dipendenti non sarebbe male. Non tutti hanno le stesse esigenze. Alcuni preferiscono iniziare dopo per godersi la mattina e poi lavorare fino alle nove. forse ad alcune famiglie può fare comodo avere turni intercalati così da gestire meglio la giornata senza ricorrere a spese extra.
IaM 3 mesi fa su tio
La verità è che come sempre nella storia mondiale, c'è chi ha diritti e chi no, chi lavora molto e chi lavora poco... Guarda caso, chi lavora poco, guadagna tantissimo! (È vergognoso nei confronti di chi lavora e sgobba.)
MarioX 3 mesi fa su tio
Penso sia arrivato il momento di tenere aperti pure gli uffici al sabato e forse qualche ora alla domenica per quei dipendenti che lavorano in vendita e devono essere sempre disponibili...vediamo un po cosa ne pensano quelli degli uffici ?
C.B. 3 mesi fa su tio
Esatto!! Perchè un dipendente di un negozio deve lavorare fino a tardi mentre uno seduto comodamente in ufficio alle 17 è già al Bar a fare Apero?? Stranamente però poi vuole fare la spesa alle 20:00!! Basta viziare sta gente!!! Devi fare la spesa?? Ti organizzi come un venditore si organizza per recarsi presso un ufficio Cantonale, Comunale o altro!!! Vergognoso!!
Primissimo 3 mesi fa su tio
Non bisogna andare a guardare all’estero, in tutta la Svizzera i negozi sono aperti molto più a lungo rispetto al Ticino. Cosa per altro molto comanda per la gente che lavora fino alle 18-19 e può fare la spesa fino alle 20-21.
polonord 3 mesi fa su tio
Ma i contrari a queste nuove aperture in che mondo vivono? Io vado spesso in vacanza all’estero, dove non esistono paraocchi e vado a fare la spesa la sera quando torno dalla passeggiata, dalla spiaggia o quant’altro e nessuno si lamenta. Forse aprire gli occhi e leggere l’anno in cui viviamo: non siamo più nel medioevo!
cle72 3 mesi fa su tio
Vero ma in certi paesi come dici tu a metà pomeriggio, tutto chiuso e riaprono più tardi. Se ti chiedessero di lavorare fino alle 22. 00 tutte le sere lo faresti? Troppo facile fare determinati discorsi con la vita delle altre persone. E premessa non lavoro nel ramo, ma difendo i diritti e la qualità della vita per tutti.
C.B. 3 mesi fa su tio
Nessuno si lamenta?? Prova a parlare con un dipendente di un supermercato all'estero e poi vedi come è felice delle tue amate aperture!! Chi lavora in un Supermercato in Italia, o lavora tipo al 60%, oppure non ha una vita privata! Ne conosco tanti e dopo poco tempo si sono licenziati perchè non erano mai a casa con la famiglia! Quindi al diavolo la spesa alle 20:00 di sera!! Ci vuole un po' di umanità, non di Insalata e Patate!!
polonord 3 mesi fa su tio
Vero. Hai ragione, mi sono espresso male, ma l’apertura serale e/o domenicale va comunque discussa perché le cose e i tempi sono cambiati.
ugo202230 3 mesi fa su tio
Allora cosa devono dire tutte le persone che lavorano nella sanità, (ospedali, cliniche, case anziani)? E dai su, come la mettiamo con queste persone, che tra l’altro gli dobbiamo tanto rispetto? Queste persone non hanno i diritti e la qualità da difendere? Concorda?
Elisa_S 3 mesi fa su tio
Spero che il personale sanitario non la pensa così... lavoratori notturni...e altri ancora. Esistono i turni per i supermercati seri e anche le vie di mezzo
cle72 3 mesi fa su tio
Ma come si parla di risparmiare energia e ora si parla di aumentare le ore d'apertura dei negozi. Qualcosa non torna 🤔
Brissago 3 mesi fa su tio
Quando paghi 100 gr di mortadella 5 chf qualcosa non quadra! Si guadagna di più si vero rispetto a Germania Italia Francia ecc ecc....ma non 5 volte di più! LADRI patentati!
Swissabroad 3 mesi fa su tio
Eh ma se è Mortadella di Bologna DOP...ci sta. 🤣
Patric 74 3 mesi fa su tio
Rivoglio il Camion della Migros nelle valli Ticinesi… senza offesa per nessuno!
ZioG. 3 mesi fa su tio
A questo punto, dopo aver letto l’articolo riguardante il negozi meno cari, ben venga che Aldi e Lidl restino aperti piu a lungo e piu spesso, per Migros e Coop a questo punto non serve, sono troppo cari, possono, anzi devono chiudere normalmente e restare chiusi le domeniche, i turisti vanno da Aldi e Lidl.
Fumarola4 3 mesi fa su tio
concordo
Fumarola4 3 mesi fa su tio
i tempi cambiano...bisogna tenere il passo altrimenti muori..
NOTIZIE PIÙ LETTE