Cerca e trova immobili

LOCARNOAl PalaCinema è germogliato il nuovo giardino di JardinSuisse Ticino

11.07.22 - 16:50
Lo spazio verde dedicato ai giovani è stato inaugurato venerdì 8 luglio.
JardinSuisse Ticino
Nella foto, da sinistra: Giacomo Filliger, Stefano Lucignano, Carmelo Sottile, Giovanni Schober, Fabio Forni, Bruno Buzzini, Francesco Murachelli, Maurizio Atti, Carlo Ranzoni, Luca Pelloni, Bettina Galetti (segretaria di JardinSuisse).
Nella foto, da sinistra: Giacomo Filliger, Stefano Lucignano, Carmelo Sottile, Giovanni Schober, Fabio Forni, Bruno Buzzini, Francesco Murachelli, Maurizio Atti, Carlo Ranzoni, Luca Pelloni, Bettina Galetti (segretaria di JardinSuisse).
Al PalaCinema è germogliato il nuovo giardino di JardinSuisse Ticino
Lo spazio verde dedicato ai giovani è stato inaugurato venerdì 8 luglio.

Locarno ha un nuovo spazio verde dedicato ai giovani nei pressi del PalaCinema. Il giardino - il cui progetto è nato dalla collaborazione tra la Città e JardinSuisse Ticino che in questo modo ha voluto anche festeggiare il suo novantesimo anniversario - è infatti stato ufficialmente consegnato lo scorso venerdì 8 luglio.

«Questo progetto - ha commentato il Capo Dicastero Ambiente e Territorio Bruno Buzzini - è davvero molto interessante non solo in termini di zona d'incontro tra generazioni, ma anche nell’ambito del più ampio progetto di valorizzazione dello spazio pubblico, a cui la Città di Locarno tiene molto», ha commentato il municipale, aggiungendo poi che «l’apertura del giardino è particolarmente indicata in questo momento dell’anno: con gli eventi in arrivo e il fitto programma di attività che animerà Locarno nelle prossime settimane, questo luogo rappresenterà certamente un bellissimo spazio d'incontro e di scambio e per questo ringrazio JardinSuisse Ticino».

Durante l’inaugurazione ha parlato anche il Presidente di JardinSuisse Ticino Fabio Forni che ha voluto ringraziare la Città di Locarno «per l’ottima collaborazione» e l’intero Comitato dell’Associazione per «aver lavorato attivamente e con grande impegno a questo progetto». Pure presente colui che il giardino l'ha ideato, ovvero Giovanni Schober. «È un progetto che unisce la cultura e la tradizione delle piante scelte alla modernità delle tecniche utilizzate per la realizzazione dell’area», spiega l'ideatore ricordando come il giardino sia studiato non solo per rispettare la biodiversità dell’ambiente e della natura locali, ma anche per lanciare un messaggio importantissimo. «La natura - conclude - fa parte di noi e serve per unire non solo le persone tra loro, ma anche per rimetterle in contatto con il proprio benessere e, in questo caso, con la storia e le tradizioni locali. Infine, la vegetazione scelta per la creazione dello spazio verde richiede un apporto idrico moderato, indice della grande attenzione di JardinSuisse Ticino anche alle tematiche ambientali e legate al cambiamento climatico».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE