tipress
LUGANO / ITALIA
27.04.2021 - 17:380

Dopo la visita al casinò le scuse dei giocatori del Monza

La società prende le difese dei giocatori: «Hanno peccato di ingenuità e riconosciuto l'errore»

L’AC Monza, intanto, assicura di aver prontamente comunicato l’ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria locale

LUGANO - Una trasferta per trascorrere qualche ora tra slot machine e tavoli da gioco. Che non è passata inosservata, attirando subito numerose critiche.

E così, dagli organi di stampa, l’AC Monza è venuta a sapere che ieri pomeriggio, al termine dell’allenamento, alcuni calciatori (sembrerebbe 8) si sono recati al Casinò di Lugano.

«Non è vietato recarsi in Svizzera - si legge in un comunicato ufficiale della squadra lombarda che cerca di spiegare l'accaduto -. È però stata senz’altro una leggerezza averlo fatto in questo periodo». «I predetti calciatori intendevano trascorrere insieme qualche ora libera del pomeriggio. Hanno peccato di ingenuità e hanno riconosciuto l’errore».

L’AC Monza assicura di aver prontamente comunicato l’ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria locale di riferimento e continua a osservare il protocollo anti Covid-19 che prevede che i calciatori possano svolgere le loro attività sottoponendosi a tamponi periodici.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 13:17:12 | 91.208.130.87