Immobili
Veicoli

CANTONEDa consigli «scandalosi» a nessun accenno alla violenza sessuale

23.01.21 - 22:02
Il collettivo "Io l'8 ogni giorno" critica la difficoltà delle forze dell’ordine nell’identificare misure di prevenzione
Deposit - foto d'archivio
Da consigli «scandalosi» a nessun accenno alla violenza sessuale
Il collettivo "Io l'8 ogni giorno" critica la difficoltà delle forze dell’ordine nell’identificare misure di prevenzione

BELLINZONA - «Un approccio e discorsi profondamente sbagliati e scandalosi». Così aveva descritto a inizio dicembre il collettivo "Io l'8 ogni giorno" i consigli forniti dalla polizia cantonale contro i reati sessuali. Una pagina internet che è quindi stata rimossa, lasciando però un vuoto. «Non vi sono ormai più sul sito della polizia cantonale informazioni in merito alla violenza sessuale e alla sua prevenzione», denunciano le femministe.

“Di notte non girate sole”, “non date troppa confidenza agli sconosciuti”, “evitate di fare autostop”, “evitate i luoghi bui”, “spendete qualche soldo per un taxi”. Erano questi alcuni dei consigli delle autorità cantonali per le donne. Inoltre, si elencava una lista di “strumenti di difesa” che è lecito tenere in borsetta: apparecchi ad allarme acustico, bombolette al pepe o con olio di puzzola, schiuma colorante, lacca per capelli o spray per l’alito, o una lampada potente per accecare l'aggressore. Moniti che per il collettivo «tendono a colpevolizzare le vittime, e sono pure poco aderenti alla realtà della violenza sessuale, che avviene in netta maggioranza da uomini appartenenti alla sfera di affetti della vittima».

Ma ora che la pagina non c'è più, le femministe fanno notare l'assenza di ogni accenno alla violenza sessuale. «Le forze dell'ordine sono in difficoltà nell’identificare misure di prevenzione adatte? Sarebbe importante che almeno fossero indicati i servizi a cui rivolgersi in caso di violenza sessuale».

Ma il collettivo va oltre, avanzando una proposta: iniziare dalla prevenzione e dall’educazione sul concetto di consenso, insegnare a bambini, ragazzi e uomini che le donne non sono una proprietà e "no" significa "no".

In caso di emergenza, chiamare immediatamente il 117 per allarmare la polizia e/o il 144 Ticino soccorso - ambulanza

Picchetto Casa delle donne 24h/24
Sopraceneri: 0848 33 47 33
Sottoceneri: 078 624 90 70

Per consulenza e sostegno
Servizio per l’aiuto alle vittime di reati
091 814 75 08 (8.00–17.00)
dss-lav@ti.ch

Altri numeri utili:
Telefono Amico 143
147 Assistenza telefonica per bambini e adolescenti

NOTIZIE PIÙ LETTE